Trump, l’Italia sovranista e le convergenze antitedesche

In queste prime ore di G7 e a pochi giorni dalla fiducia la linea d’azione geopolitica in cui si inserisce l’esecutivo Conte pare già piuttosto chiara: il nuovo governo italiano può rappresentare una sponda per diversi interessi economici americani nel continente europeo, nel tentativo di contrastare l’asse franco-tedesco in seno all’UE, nei suoi tratti egemonici e nelle volontà germaniche di mantenimento dei regimi di austerità. In questo senso va letta anche la presenza, piuttosto continuativa, di Steve Bannon in Italia durante il periodo di formazione del governo e nelle ore successive, a mo’ di grande promotore del nuovo ordine populista instauratosi in Italia. […]

  

Una vera democrazia, oggi, deve ripartire dal federalismo

In queste ore, dopo le polemiche sul ruolo del Presidente della Repubblica, c’è una cosa su cui riflettere: in Italia c’è bisogno di chiarire in maniera forte il concetto di rappresentanza e democrazia. Non è troppo difficile, infatti, notare quanto il timore di diventare insignificanti e perenne preda di decisioni altrui (un filo rosso della retorica dell’unione nazionale) sia divenuto più reale in trent’anni di Italia unita, repubblicana ed europeista che in secoli e secoli di stati regionali. La politica delle grandi nazioni poteva valere forse cento, duecento anni fa. Oggi non è più così e in tempo di globalizzazione la lontananza […]

  

Cosa aspettiamo a regionalizzare i concorsi pubblici?

Stamattina, purtroppo, mi sono trovato davanti ad un articolo nel quale si parlava del fenomeno dei ragazzi calabresi, campani e meridionali che in autobus partono verso il Veneto e il nord alla ricerca di concorsi pubblici. La naturalezza con la quale si tratta il fenomeno e la passiva accettazione di simili dinamiche a distanza di anni sono ancora capaci di farmi arrabbiare. Rabbia ovviamente non diretta verso quei poveri giovani che tentano la fortuna al Settentrione, ma verso chi permette ed incentiva nel silenzio questa vergognosa gestione alla giornata e verso chi crede sia questo il viatico per la risoluzione dei problemi del Meridione, […]

  

Io dico sì all’autonomia di Veneto e Lombardia

Il prossimo 22 ottobre i cittadini di Lombardia e Veneto saranno chiamati alle urne per decidere se appoggiare la richiesta di maggiore autonomia delle due regioni dallo Stato, appoggiando il percorso dei due governatori Maroni e Zaia nell’intavolare trattative ad hoc. Un tema che fa perno sull’alto residuo fiscale ceduto dalle due regioni in questione, risorse che con una gestione più decentrata potrebbero rimanere sul territorio e favorirne lo sviluppo. Va detto che, pur essendo l’argomento economico decisamente importante per decretare l’appoggio a questa consultazione, la questione è anche etica. Da tempo la discussione sul decentramento amministrativo dello Stato è […]

  

Il bilancio del G7 di Taormina in 4 punti

Finito il vertice di Taormina tra i 7 leader più influenti della scena internazionale, è tempo di fare un bilancio e di valutare la situazione scaturita dall’incontro. 1) Qualunque Stato abbia la possibilità di controllare i propri confini si rende conto che l’accoglienza indiscriminata è un danno per i propri lavoratori e per i propri cittadini, sia in termini economici che di sicurezza. Non lo è per chi a queste due situazioni preferisce il rafforzamento della ricca filiera dell’accoglienza, solitamente mascherato dietro all’improbabile e stracotto culto laico del migrante. La bozza uscita dal vertice in tema di immigrazione è apprezzabile, […]

  

La divisione non è più tra destra e sinistra, ma tra favorevoli e contrari alla globalizzazione

Con il crescere dei movimenti simili al Front National si nota la progressiva divisione del fronte politico in uno schieramento nuovo, ovvero tra chi è sostanzialmente favorevole alla globalizzazione e all’attuale status politico, economico e sociale e chi vi si oppone. Quello è l’orizzonte delle alleanze e dei futuri schemi. Ed è pure probabile che l’ascesa dei partiti “populisti” ed euroscettici favorisca ulteriori convergenze centriste. L’ultimo segnale è l’odierna uscita di Franceschini, che propone a Silvio Berlusconi di cambiare le regole del voto assieme al PD. Il “Fronte Repubblicano” visto all’opera negli ultimi anni in Francia è un fenomeno passibile […]

  

Vuoi che la tua azienda abbia successo? Punta sul marketing e sulla comunicazione, parola di Frank Merenda

Intervistiamo oggi Frank Merenda, celebre esperto di marketing e comunicazione che, partendo dalla sue esperienza pratica sul campo come imprenditore in differenti settori, divulga moltissime informazioni su vendita e marketing ai professionisti che vogliono far crescere la propria azienda. Oltre ad aver creato brand quali “Venditore Vincente” e “Marketing Merenda” ha fondato diversi franchising molto popolari. È autore del best seller sulla vendita professionale “Vendere Fa Schifo (se non sai come farlo)” e può vantare la propria formazione con figure importanti del marketing quali Al Ries, Dan Kennedy e Jay Abraham. Attualmente conduce in televisione il docu-game sul business “Adesso il Capo Sono Io”, nel quale guida alcuni giovani imprenditori […]

  

Il blog di Alessandro Catto © 2019