Lega Nord, 4 punti per arrivare al governo

Lega: Salvini, meglio soli che male accompagnati

La crescita nei sondaggi c’è, pure se non ai livelli di qualche mese fa. I buoni risultati alle regionali possono permettere di guardare al futuro con ottimismo, il ritrovato ruolo di un leader carismatico fa pensare a prospettive di continua crescita e oggi la Lega Nord può potenzialmente proporsi come primo partito d’opposizione a Renzi, nonché al suo PD in versione Piazza del Gesù. Il Carroccio tuttavia porta con sé delle tare e delle problematiche ereditate dal passato, da quando il corso nazionale del partito era una idea lontanissima, e oltre i confini padani i consensi scarseggiavano ben più di oggi. Per costruire […]

  

Il voto greco? Resta solo un segnale

B9qPULDIUAAjFQ8

L’attesa per il referendum in Grecia di questi giorni ha portato con sé un profluvio di toni millenaristici, messianici, pure apocalittici a seconda della prospettiva dalla quale si osservava la situazione in quel di Atene. Pareva di trovarsi di fronte alla scelta tra Gesù Cristo e Barabba, più in generale in una situazione di assoluta esagerazione del significato del voto, e dei suoi effetti a breve-medio termine. Possiamo tranquillamente dire che la Grecia con questo voto non si è guadagnata l’uscita dall’Euro, tantomeno quella dall’UE. Il voto di ieri è stato un semplice diniego rispetto ad un progetto di riforma per il rientro dai […]

  

Russia ed Europa, alcune considerazioni

Una conseguenza certamente spiacevole dell’andazzo geopolitico contemporaneo è quella che riguarda il deterioramento dei rapporti tra gli USA e l’Europa occidentale da una parte e la Russia e il mondo orientale dall’altra. Conseguenza di una gestione politica densa di errori e incapacità di mediazione, e pure di una buona dose di interesse statunitense, mirante a neutralizzare qualsiasi ipotesi di gestione alternativa del globo terrestre. Da questo punto di vista sotto l’amministrazione Obama abbiamo vissuto un netto e rapido deterioramento di un rapporto, quello con la Russia, che per diversi paesi occidentali è strategico e irrinunciabile. L’amministrazione Bush, certo non impeccabile […]

  

Il ruolo della Russia di Putin e l’importanza dell’equilibrio

  La Russia di Putin, in una situazione geopolitica di difficile analisi, attira a sé critiche e speranze. Critiche da chi la giudica un bastione di conservatorismo e aggressività, e da chi ancora vede in lei il pericolo che tanto impaurì l’Occidente dall’immediato dopoguerra in poi. Speranza per chi invece crede nella sua funzione di blocco contrapposto, di bilanciere politico, di polo alternativo nei confronti della gestione del mondo targata USA e UE. Che gli equilibri nelle preferenze rispetto a qualche decennio fa siano cambiati, questo è lapalissiano; basti pensare che tra i più ferventi aderenti del primo blocco, tra […]

  

Il blog di Alessandro Catto © 2019