L’equilibro della vita

Fissavo l’impasto della pizza che lievitava con la velocità del movimento dell’aria, mentre ondeggiava intorno alle dita del ragazzo con lo sguardo perso in chissà quale pensiero. La pizza volava in su, scendeva giù… si allargava….si allargava…. per un momento scomparve dietro la schiena, dove l’attese l’altra mano che la aiutò a risalire di nuovo, e ad estendersi ulteriormente. Un po’ di farina finiva sul suo volto, ma il bianco gli donava. Questo siamo noi…. Cadiamo, risaliamo, spicchiamo i volo, ruotiamo; a volte diveniamo più sensibili, a volte più rigidi e altre ancora intorno a noi si apre un vuoto […]

  

Corri Vardy, corri!

“Corri Vardy, corri! Esortai i ragazzi a correre più velocemente possibile. Dissi loro che avevo estrema fiducia in     quello che avrebbero potuto fare. Non useremo nuove strategie – aggiunsi. Vorrei solo che ritroviate il fuoco che  avete nel cuore e che non abbiate paura a mostrarlo. Per il resto …. Ce la prendiamo con calma. “ Si esprime così per i media inglesi Claudio Ranieri, allenatore di Leicester, la squadra che ha superato ogni aspettativa rompendo i tabù degli investimenti miliardari in un club calcistico riuscendo a primeggiare nella Premier League con solo un quarto delle spese del […]

  

Gli stivaletti gialli

Uno dei più bei regali ricevuti durante l’infanzia sono stati un paio di stivaletti di un delizioso color giallo canarino. Dono di mio nonno paterno, che a quei tempi vedevo raramente; ma quel poco che lo vidi, mi permetterà di ricordarlo a lungo per il buongusto e la raffinatezza. Li aveva scelti perché mi riparassero dalla pioggia e perché potessi dare libero sfogo al mio vanto, affinché protezione e orgoglio potessero camminare felicemente a braccetto. Ricordo di essermene infatuata al punto da tenerli sul davanzale della finestra, per non perderli mai di vista. C’era solo un “piccolo” inconveniente: gli stivaletti […]

  

Il blog di Arlinda Causholli © 2018