Ricci, Grillo e il mantra anti-italiano

Straordinaria intervista di Antonio Ricci al Corriere della Sera, la seconda in un mese dopo quella concessa a La Stampa. Ormai il padre di Striscia la notizia è un venerato maestro e parla come un padre della patria. Non a caso squarcia angoli rimossi dell’Italia che fu. Gli anni ’60 e ’70, Italia Uno che, a insaputa di Berlusconi, “era già la prima rete di sinsitra”, Albenga e la presa per i fondelli dei piemontesi in vacanza, gli aerei che lanciavano sulle spiagge “i paracadutini con gli omaggi tipo lo shampoo”, le balere che “occupavano i sotterranei di due teatri”, […]

  

Enrico Lucci e la formula di Checco Zalone

“A Domenico, ai traditori che gli vogliamo dire? Diglielo te che nun se tradisce”. Domenico è Scilipoti, protagonista del più clamoroso cambio di casacca della seconda Repubblica. Enrico Lucci, invece, è Enrico Lucci, la Iena principe. È andato al Consiglio nazionale del Pdl che rinasce Forza Italia e non lo tiene nessuno. Provocazioni a raffica. Allusioni, sfacciataggini come non se ne vedono più nel giornalismo politichese tutto sfumature, dietrologie e messaggi cifrati. Una nebbia di parole. A lui ne basta una per dire un mondo. Un po’ come a Checco Zalone basta pronunciare “ottimismo” al momento giusto del contemporaneissimo Sole […]

  

La Rai non diffonde/promuove il Virus di Porro

L’ospitata di Marcello Dell’Utri con scoop sulla richiesta di grazia per Berlusconi è solo l’ultima partecipazione nobile a Virus – Il contagio delle idee condotto dal vicedirettore del Giornale Nicola Porro. Nella serata del venerdì abbiamo visto sfilare una classe dirigente solitamente ignorata dalla tv: Marco Tronchetti Provera, Tarak Ben Ammar, Claudio Lotito, Ennio Doris per fare alcuni nomi. Se lo share non ripaga tanti sforzi ci dev’essere qualcosa da rivedere nella promozione e nella collocazione del prodotto. Quelle interviste meritano più visibilità. La risalita di Lucignolo 2.0 Dopo il deludente esordio della prima puntata senza conduttore, 4,98 per cento […]

  

Ancora su Francesco e lo “scandalo” di Scalfari

Cari Roberto Pepe e Alvaro, ribadisco quello che ho già scritto. Credo stiamo dando davvero troppa importanza al dialogo iniziato da papa Francesco con Eugenio Scalfari. Ci fa scandalo solo perché non è seduto dalla nostra parte politica? Temo francamente di sì. A me interessa seguire nella sua globalità il magistero e la testimonianza di Bergoglio. Per questo vi rimando a due riflessioni di questi giorni. La prima http://www.ilsussidiario.net/News/Editoriale/2013/11/8/Le-piaghe-e-le-carezze/442315/ relativa al suo incontro con i malati in piazza San Pietro, che dovremmo dire per esempio, su questa stessa materia, a proposito del fatto che il Papa incontrerà presto Putin in […]

  

Il blog di Maurizio Caverzan © 2018