L’Editto arabo di Letta: guai a chi tocca Daria Bignardi

Era lì a Doha, dietro l’angolo e faccia a faccia, anzi scarpe a ciabatte com’è stato puntualmente documentato, con l’emiro del Qatar da convincere a comprare la nostra moribonda Alitalia. In missione per conto dell’economia italiana, di un suo assett storico come si dice nel gergo moderno. Dunque, concentrato su questioni teoricamente più stringenti. Teoricamente. Perché il premier Enrico Letta che all’estero rappresenta tutti gli italiani non ha resistito alla tentazione di correre in soccorso di Daria Bignardi, proprio lei. Sceicchi, emiri, titolari di conti correnti traboccanti petrodollari si saranno guardati interrogativi. Daria Bignardi chi? Un’amministratora delegata di Alitalia, una […]

  

Un Boss in incognito e nello spirito del tempo

Si è presentato come l’anti-Briatore e certo il biglietto da visita fa effetto. In realtà Boss in incognito (Raidue, lunedì, ore 21,20, share del 6,6 per cento) è l’adattamento ad opera di Endemol di Undercover Boss, format creato da Studio Lambert, società di produzione indipendente con sede a Londra. Un capo azienda si traveste per una settimana per poter affiancare nei lavori più semplici i propri dipendenti. Nella prima puntata il protagonista era David Hassan, creatore del marchio 7 Camicie, quelle che ha sudato per imporsi in Italia, lui ebreo esule dalla Libia durante la guerra del 1967. A capo […]

  

Udienza dal Papa, Maria De Filippi invitata dal Vaticano

Che ci faceva Maria De Filippi in udienza dal Papa venerdì scorso in mezzo a manager e direttori di testate Mediaset? Tutt’altro che un’abusiva, è stata invitata dal Vaticano. All’inizio della stagione televisiva, De Filippi ha inaugurato la dodicesima edizione di Amici su Canale 5 citando le parole di Bergoglio ai giovani nel corso della celebrazione della Domenica delle Palme: “Non fatevi rubare la speranza”. Ecco che cosa ha detto quella sera Maria De Filippi: “Io non so chi in studio o chi a casa sia credente, creda in Dio o creda ancora nella Chiesa. Però anche qualora voi non […]

  

Mina su YouTube è la più global delle star

Perché proprio YouTube? Ma è chiaro: perché, al momento – con la velocità dell’evoluzione tecnologica in atto meglio limitarsi al presente – è lo strumento, il media audiovisivo, più universale in assoluto. Il più global. Quello che scavalca qualsiasi confine. Dunque, se un artista, una star, chicchessia, vuol realizzare un archivio, una teca, un contenitore nel quale conservare e divulgare tutti i propri contenuti passati presenti e futuri mettendoli a disposizione del vasto pubblico fa benissimo a scegliere YouTube. Così ha fatto e farà Mina Mazzini, la più global delle star, lei che non andò Oltreoceano per la paura dell’aereo. […]

  

Letta-Allegri, Renzi-Seedorf: il metodo Milan vale anche in politica?

Letta come Allegri e Renzi come Seedorf. È una suggestione, niente più. Un gioco. Se la politica fosse il calcio… Soprattutto: se la politica e il governo fossero un’azienda privata come il Milan, “la squadra più titolata al mondo”, come amano ripetere gli uomini della società. Blasone attualmente un tantino appannato. Dunque, ha qualcosa da insegnare il metodo applicato in questa occasione dalla società berlusconiana alle nostre logore istituzioni? Forse sì, qualcosa ce l’ha. Nei momenti d’impasse non conviene traccheggiare, non bastano i rimpasti. Non serve tirare a campare, navigando a vista. Meglio dare una svolta e prendere il toro […]

  

Consiglio tardivo (ai deskisti): non perdete Walter Mitty

Ho visto con colpevole ritardo I sogni segreti di Walter Mitty di e con Ben Stiller, remake del noto Sogni proibiti del 1947 con Danny Kaye, entrambi tratti dal racconto The Secret Life of Walter Mitty scritto da James Thurber nel 1939. Sono dispiaciuto di questo mio ritardo perché è un film che consiglio a tutti senza eccezioni. Ma ancor più lo consiglio ai colleghi del desk del Giornale e di tutti i giornali, coloro che lavorano a mansioni ripetitive senza mai comparire o trovare un riflesso di visibilità. Walter Mitty è un oscuro e apparentemente anonimo photo-editor responsabile dell’archivio […]

  

La parola Panettone; Allegri, Letta e Papa Francesco

Sa di dolce, di morbido, di festa e luminarie. Ma anche di svolta, di appuntamento discriminante. Mangiarlo significa rimpinzarsi, oppure superare una prova e proseguire rinfrancati, in discesa. Pochi piatti, pochi dolci hanno un carattere simbolico come il panettone. La sua origine risale a una leggenda del Quattrocento, improvvisato da un garzone che si chiamava Toni, da qui il nome derivato da Pan di Toni. Simbolo culinario del Natale. Simbolo di Milano, dove per decenni se ne contendevano il primato sotto la Madonnina due notissimi marchi dolciari. Poi c’è il panettone sportivo. Il panettone degli allenatori. Quest’anno la parola ha […]

  

Le interviste e la pastorale dei media di Papa Francesco

Quella concessa a Andrea Tornielli, vaticanista della Stampa, è la terza intervista in pochi mesi di Papa Francesco. Prima ci fu il lungo dialogo con padre Antonio Spadaro, direttore della Civiltà cattolica (settembre). Poi venne l’incontro con Eugenio Scalfari, che il fondatore di Repubblica trasformò in una conversazione pubblica sul quotidiano (1 ottobre). Infine l’intervista a Tornielli, che è stato a lungo la firma di questioni vaticane del Giornale (15 dicembre) http://www.lastampa.it/2013/12/15/esteri/vatican-insider/it/mai-avere-paura-della-tenerezza-1vmuRIcbjQlD5BzTsnVuvK/pagina.html Certamente siamo di fronte a una precisa strategia. Da cardinale e arcivescovo di Buenos Aires Bergoglio era piuttosto restio a parlare con i media. Ora, da vescovo di […]

  

X Factor, Santoro e il giovedì nero di Mamma Rai

Michele Santoro e X Factor schiantano la Rai nel suo giovedì nero. Il peggior giovedì della sua vita, verrebbe da dire parafrasando il titolo del film su Canale 5 (Il peggior Natale della mia vita, con De Luigi e Abatantuono) che ha ottenuto, da solo, tre punti di share in più delle reti pubbliche che insieme hanno totalizzato il 19,17 per cento. Roba che qualche anno fa, quando la faceva la prima rete da sola, in viale Mazzini volavano gli stracci. Nel dettaglio: Mission di Raiuno ha raggiunto l’8,85 per cento di share, il magazine di Raidue con Maurizio Battista […]

  

Il Truman Show di Maria De Filippi (e degli altri)

Non ha chiesto di scendere. Troppo difficile e troppo radicale. Come si fa, a questo punto? Dopo vent’anni e più lì dentro, in quella scatola. Però, la confessione, il riconoscimento della propria condizione è già una conquista. Probabilmente, il vero successo di Maria De Filippi: nata a Milano, laurea in Giurisprudenza, coniugata con Maurizio Costanzo, star invidiata di Mediaset e della televisione italiana tutta. Ha detto a Malcom Pagani del Fatto quotidiano: “Vivo da vent’anni dentro una scatola, in una dimensione alterata che ti chiude tra quattro mura e la tua vita è esattamente ciò che fai. Se devo dire […]

  

Il blog di Maurizio Caverzan © 2020