Balene bianche.

Game, set, match. La partita sul vertice di Banca d’Italia è stata vinta da Sergio Mattarella. Ex democristiano, ultimo dei morotei, allevato alla scuola di Giovanni Marcora e Beniamino Andreatta ed eletto dodicesimo presidente della Repubblica italiana il 31 gennaio del 2015. Un uomo che Romano Prodi conosce bene e che avrebbe sicuramente votato nel ricordo di un lontano convegno dell’Ulivo a Gargonza, in provincia di Arezzo, nel 1997: quello in cui si consumò lo strappo definitivo tra prodiani e dalemiani. Il convegno in cui Mattarella si schierò dalla parte dei primi. Oggi Mattarella, con il sostegno delle cancellerie internazionali, […]

  

L’ignoranza è la peggiore delle povertà.

Italiani, brava gente. Ma devono studiare di più. Dall’ultimo rapporto della Consob sulla ricchezza delle famiglie emerge drammaticamente che sei investitori su dieci, tra quelli che preferiscono avere azioni in portafoglio, credono che le stesse azioni siano meno rischiose delle obbligazioni. In sostanza, non sanno dove stanno mettendo i loro soldi. Anche le conoscenze di nozioni pur basilari quali «inflazione» o «tasso di interesse semplice» sono oscure: ne dà definizione corretta una percentuale che sta tra il 33 e il 53% degli investitori. Ai disarmanti dati del Garante di Borsa se ne aggiungono altri arrivati oggi dall’Ocse: «Oggi l’Italia è […]

  

La tipografia © 2018