YO=M3+ M+ L  (fratto) T ovvero: Mamma al cubo (tre figli) più M (marito) più L (lavoro) fratto T (la tata, finché dura!). Risultato? Eccomi: “YO”, con la “Y” invece della “I”, con l’incognita irrisolvibile. Espressioni di vita che non quadrano quelle delle mammelavoratrici, che siano al quadrato, al cubo o anche semplicemente “alla prima” (figlia o figlio). Mammelavoratrici, comunque, tutto attaccato perché ogni giorno non si sa dove comincia l’una  e finisce l’altra…