Lo dice un video dall’estetica fuori dai canoni soliti dell’hip-hop nostrano. Lo ribadisce un sound che tutto è tranne che scontato. Gli SmaniaUagliuns sono una delle realtà più interessanti, divergenti e di conseguenza sottovalutate che una certa Italia abbia partorito negli ultimi anni.

Il trio, formato da Enzo Lofrano (The Agronomist), Gianni Lofrano (The Ol’Dirty Trumpet) e Gennaro Suanno (Pastor Flava) è originario di un piccolo borgo della Basilicata. La loro musica di tutt’altra parte del mondo. Nelle loro produzioni si sente il peso di un retaggio culturale che parte dal funk degli anni ’70 e torna a galla negli anni 2000 imbevuto di un’acidità sintetica, dei crismi di un rap vissuto nella maniera più aperta possibile e di musica nel senso più ampio del termine.

Smania Uagliuns - TrogloDigital (cover)Di due cose gli SmaniaUagliuns non fanno mistero: una ricerca che non si accontenta dell’hip-hop e le loro origini “poco metropolitane”. A dimostrarlo la loro discografia, che comprende titoli come Rural Chic Revolution (2008) e TrogloDigital (in uscita a giugno).

Dal 2011 gli SmaniaUagliuns fanno parte della etichetta indipendente ReddArmy. Accanto a loro artisti altrettanto interessanti come Kappah, Railster e Carnicats.

Tag: , , , , ,