Dio, dove sei? la preghiera prima dello schianto

germanwings

‘Mio Dio, apri quella porta!’ è l’ultimo, disperato appello che il comandante dello sventurato volo Germanwings ha diretto ad Andreas Lubitz, l’uomo che ha trascinato alla morte se stesso e tutti i passeggeri partiti da Barcellona per mai raggiungere Dusseldorf. Ma Andreas Lubitz, un uomo malato, non ha ascoltato quelle parole pronunciate nel nome di Dio, quando era ormai chiara la sua intenzione di schiantare la vita sua e degli altri sulle montagne. Oggi, a impressionare ancora di più, sono le registrazioni rivelate da ‘Paris Match’ che raccontano le grida dei passeggeri, man mano che anche loro vedevano la morte […]

  

Le confessioni? A mezzanotte

Il figliol prodigo, Rembrandt

Ieri sera mi è arrivato un messaggino da un’amica: ‘Scusa l’ora tarda ma ero a confessarmi’. Siccome era quasi mezzanotte, mi sono incuriosita e le ho chiesto dove avesse trovato un sacerdote disponibile a darle l’assoluzione a quell’ora… E così ho scoperto che in san Giuseppe della Pace, una parrocchia milanese in via Fratelli Salvioni, alla Bullona, zona Sempione, in area di discreta movida serale, nella Settimana Santa fanno gli straordinari per il sacramento della Riconciliazione. Ieri, stasera e domani sera don Vittorio, il parroco, confessa dalle 19 a mezzanotte. Per chi lavora fino a tardi o non riesce proprio […]

  

Volubilità, il tuo nome non è (solo) donna

Polittico di San Matteo, Antonio Thellung

Volubilità. Sembra difettuccio,   vezzo,  persino forza di seduzione per il gentil sesso. Capriccio, civetteria, facilità a cambiare oggetto del volere o del desiderio sono fascino, sia pur non angelico. ‘La donna è mobile, qual piuma al vento, muta d’accento e di pensiero’ canta il duca di Mantova messo in opera da Verdi. Pochi decenni dopo, ad altre latitudini e con altro stile,  qui è George Bernard Shaw a parlare: ‘La volubilità delle donne che amo è eguagliata solo dall’infernale costanza delle donne che mi amano’. Volubilità come femminile che attrae. Veniva da riflettere su queste cose tra ieri e […]

  

Più pentole per riformare la Chiesa?

Teresa con Gesù in un'icona dipinta a Nazaret

‘Sarebbe cosa ardua se si potesse fare orazione solo in luoghi appartati’. La frase, sembra strano dirlo, è stata pronunciata da una monaca, e che monaca, visto che si tratta di santa Teresa d’Avila, maestra degli spirituali e dottore della Chiesa… Teresa, che oggi festeggia 500 anni dalla nascita (sulla terra, a Avila), era una donna di preghiera, come pensare il contrario? E proprio per questo dichiara senza timore che si può pregare ovunque, non solo nei luoghi silenziosi e ieratici. (Lo scrive nelle ‘Fondazioni’, 5, 16, passaggio citato da papa Francesco nella sua lettera d’auguri inviata all’ordine). A me […]

  

Un ‘sì’ che aiuta a salvare il mondo…

Annunciazione, Vincenzo Foppa, Collezione Borromeo

Oggi è un giorno speciale nella Chiesa, perché si festeggia l’Annunciazione del Signore. Come racconta il Vangelo di Luca, l’angelo Gabriele svelò a Maria i progetti che Dio aveva su di lei e rimase ad aspettare la sua risposta. ‘Concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù’ le dice l’angelo. Quanti artisti hanno rappresentato quel momento in cui il mondo è rimasto come sospeso! Sì, perché anche se noi non ci riflettiamo spesso, a Maria fu chiesto di pronunciare liberamente un sì. Un ‘sì’ non scontato. Liberamente. Su questo punto, cioè sul fatto che Maria ‘cooperò alla […]

  

E il vescovo dà lezioni di eros

CARDINALE INCONTRA I GIOVANI CHE SI DEVONO SPOSARE

Non capita tutti i giorni che un arcivescovo dia lezioni di eros ai fidanzati. Accade a Milano, nella basilica di sant’Ambrogio, piena di giovani coppie pronte al matrimonio per sempre. E già questo è un evento, in un periodo storico in cui sono in calo, addirittura dimezzati, i matrimoni. Quell’amore senza fine, fedele e pronto ad accogliere i bambini che arriveranno, tanto desiderato nei film e nei sogni di tutti (o almeno di molti), diventa causa di timore, tremore o terrore in questi giorni liquidi, in cui all’impegno di vita preferiamo sliding doors, porte scorrevoli, e soprattutto uscite di sicurezza. […]

  

Perché diventiamo vecchi?

Anna con in mano un cartiglio nella Presentazione al tempio di Giotto

‘C’era anche una profetessa, Anna, figlia di Fanuele, della tribù di Aser. Era molto avanzata in età, aveva vissuto con il marito sette anni dopo il suo matrimonio, era poi rimasta vedova e ora aveva ottantaquattro anni. Non si allontanava mai dal tempio, servendo Dio notte e giorno con digiuni e preghiere. Sopraggiunta in quel momento, si mise anche lei a lodare Dio e parlava del bambino a quanti aspettavano la redenzione di Gerusalemme’. Così il Vangelo di san Luca presenta l’ottantaquattrenne Anna, di cui ha parlato questa mattina Papa Francesco nell’udienza generale, dedicata alla presentazione di Gesù al tempio […]

  

Il blog di Sabrina Cottone © 2018