Orazio Gentileschi, Caduta degli angeli ribelli

Non siamo tutti più liberi, siamo tutti più soli e disperati. Nessuno è più libero perché uomini e donne, dentro gli ospedali chiamati pubblici, saranno obbligati a uccidere altri uomini e altre donne. Basterà un ‘sì’  che sembra ma non è il ‘sì’ che unisce in matrimonio nella buona e nella cattiva sorte, il ‘sì’ di chi salva  una vita che nasce come dono che non gli appartiene, il ‘sì’ di chi accetta di stare ai piedi della sofferenza anche senza capirla ma cercando di lenirla e curarla, senza precipitare  nell’abisso di farsi dio per un altro. Non è più […]