Il Papa: pregate il Rosario e san Michele per difendere la Chiesa dal diavolo

Papa Francesco in Estonia, l'ultima tappa del viaggio nel Balticomicheletilma

Proteggere la Chiesa dall’attacco del diavolo. Come? Pregando il Rosario e san Michele Arcangelo, tradizionale alleato nella lotta all’avversario, come ricorda l’Apocalisse (12, 7-12).   E’ di  impressionante attualità la richiesta che il Santo Padre ha deciso di inviare a tutti i fedeli, di tutto il mondo, perché recitino il Santo Rosario ogni giorno, durante l’intero mese mariano di ottobre, concludendo il Rosario con l’antica invocazione alla Madonna Sub tuum presidium, “sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio…”.  Per chi crede è naturale accogliere l’invito del Papa, per chi è incerto può essere più difficile perché la semplicità […]

  

Il Papa dà la ricetta per la cotoletta (alla milanese)

Il Papa a tavola

Erano a tavola una mamma con i tre figli, il papà era al lavoro. Stavano mangiando cotolette alla milanese. In quel momento bussano alla porta e il piccolino dice: mamma, c’è un mendicante. La mamma chiede ai figli: che facciamo? E loro: diamogli qualcosa. La mamma taglia a metà la sua cotoletta e quella di ciascuno dei figli. Loro protestano: no, mamma, prendi dal frigo! Ma così hanno imparato qualcosa di come si condivide…. Di fronte ai bisogni del prossimo siamo chiamati a privarci del necessario, non solo del cibo, ma anche del tempo, e. non solo di quello che […]

  

Intellettuali senza cuore?

Angelo Scola, arcivescovo di Milano

Purtroppo non ho potuto essere presente all’inaugurazione dell’Università Cattolica, però sono riuscita – nonostante alcuni piccoli malanni con cui non vi tedio – a leggere le cronache degli interventi. E mi ha molto colpito quel che ha detto il cardinale Angelo Scola citando Sant’Anselmo. ‘Ti prego, Signore, fa’ che io gusti attraverso l’amore ciò che gusto attraverso la conoscenza, fammi sentire attraverso l’affetto ciò che sento attraverso l’intelletto’. Pare che il teologo recitasse questa preghiera sempre, prima di mettersi a studiare. Perché il cuore (almeno il mio) spesso è impermeabile alla ragione. O per dirla parafrasando Pascal, purtroppo ‘la ragione […]

  

Ambasciatore gay in Vaticano? Un caso poco diplomatico

Filippo battezza l'eunuco etiope, Hans von Marées

Non so voi, ma io sono rimasta colpita dalla vicenda dell’ambasciatore gay che la Francia ha proposto al Vaticano. Subito ho pensato a una specie di provocazione laicista da parte di un presidente, Francois Hollande, che non è proprio un idolo dei fedeli cattolici. Approfondendo meglio la vicenda, grazie soprattutto a un articolo su Vatican Insider del vaticanista Andrea Tornielli (al quale chiedo scusa per il saccheggio), i miei dubbi sono aumentati e la mia impressione iniziale ne è rimasta un po’ sconvolta. Leggo infatti nel testo che Laurent Stefanini, ovvero l’ambasciatore proposto dalla Francia alla Santa Sede, è ’un […]

  

Un bastone per fare la pace…

Vorrei raccontarvi una piccola cosa che accadra’ in questi giorni in Terra Santa. Santa Teresa d’Avila arrriva qui con un bastone. Si’, col bastone, proprio lei , mistica, maestra di preghiera, dottore della Chiesa, spesso rappresentata in estasi: Bernini l’ha immortalata trafitta d’amore nel marmo, Velasquez l’ha dipinta con la penna in mano sotto il fascio di luce dello Spirito Santo. Se pensi a una sua reliquia, immagini il cuore colpito dala freccia o il braccio che ha usato per scrivere tante opere. E invece… Santa Teresa, madre del Carmelo, arriva nella sua terra, in Terra Santa, con un oggetto […]

  

Le prediche? I milanesi sono campioni…

I preti milanesi nella predica hanno una marcia in più. Non ha detto proprio così il cardinale Angelo Scola, parlando questa mattina durante un convegno su Paolo VI. Questa è una mia libera interpretazione delle sue parole e cioè che ‘i nostri preti predicano bene’. Il motivo è presto detto: oltre alle doti naturali, hanno avuto come maestro il cardinale Carlo Maria Martini, che da vescovo di Milano ha trasmesso loro la sua passione per il Vangelo e il suo metodo di studiarlo e predicarlo. ‘Ci sono molte leggende metropolitane sulle omelie dei preti. I nostri preti predicano bene – […]

  

La crepa che ha illuminato la Sistina

Tutto è nato da una crepa sulla volta. Una grande crepa, che rischiava di far crollare tutto, di sbriciolare la Cappella Sistina. Correva l’anno 1508. C’era un po’ di cielo, un cielo stellato, già allora. Poi, la crepa. E da lì, da una ferita che poteva distruggere, è nato il capolavoro di Michelangelo, il dito di Dio che incontra l’uomo creato a sua immagine, che il mondo non si stanca di ammirare. Parlavamo anche di questa crepa mentre il buio della Cappella Sistina aspettava il fiat lux della nuova illuminazione. Senza la crepa, niente capolavoro. Un tempo c’erano i mecenati […]

  

Don Alvaro, Papa Francesco e il matrimonio per sempre

José Ignacio è un bambino speciale. Lo vedete in una foto scattata oggi in piazza San Pietro, durante l’udienza generale del mercoledì, mentre Papa Francesco sorridendo lo carezza sulla testa e lo benedice. Ma nel suo passato José Ignacio vanta già sante frequentazioni. ‘Parlo con lui come con un amico’ ha raccontato a Madrid sabato 27 settembre, il giorno della beatificazione di don Alvaro. L’amico di tanti colloqui è proprio Alvaro del Portillo, sacerdote, successore di san Josemaria Escrivà alla guida dell’Opus Dei. Un amico soprannaturale: è grazie a José Ignacio e alla sua guarigione inspiegabile che il servo di […]

  

Teresa, storia di una morte dolce

Questa bellissima foto mi ha colpito. Ritrae Teresa di Lisieux subito dopo la morte, avvenuta il 30 settembre del 1897, centodiciassette anni fa, dopo una terribile agonìa. Teresa aveva ventiquattro anni. Santa Teresina del Bambino Gesù e del Volto Santo, la santa dell’amore fatto di piccole, piccolissime cose quotidiane. ‘Nel cuore della Chiesa io sarò l’amore’ aveva sospirato un giorno dopo aver tanto cercato la sua vocazione, il senso speciale della sua vita. Mi ha impressionato il racconto della morte dolce di Teresa e la sua immagine, un’estasi arrivata dopo lunghe sofferenze. Ho pensato di condividere questa storia con voi, […]

  

Il Papa: come correggere chi ci offende…

‘Insultare non è cristiano’ ha detto il Papa durante l’Angelus. E fin qui ci siamo più o meno tutti. Ma come fare a a liberarci dall’ira o dal risentimento, che fanno solo male? da quell’amarezza del cuore che porta l’ira e il risentimento e che ci portano ad insultare e ad aggredire? Queste domande sono già più difficili. Papa Francesco ha dato una risposta commentando il Vangelo di oggi in cui Gesù spiega come comportarsi con le persone che commettono colpe contro di noi (il testo integrale si può leggere qui). Una strada per evitare che l’ira monti è andare […]

  

Il blog di Sabrina Cottone © 2018