Don Alvaro, Papa Francesco e il matrimonio per sempre

José Ignacio è un bambino speciale. Lo vedete in una foto scattata oggi in piazza San Pietro, durante l’udienza generale del mercoledì, mentre Papa Francesco sorridendo lo carezza sulla testa e lo benedice. Ma nel suo passato José Ignacio vanta già sante frequentazioni. ‘Parlo con lui come con un amico’ ha raccontato a Madrid sabato 27 settembre, il giorno della beatificazione di don Alvaro. L’amico di tanti colloqui è proprio Alvaro del Portillo, sacerdote, successore di san Josemaria Escrivà alla guida dell’Opus Dei. Un amico soprannaturale: è grazie a José Ignacio e alla sua guarigione inspiegabile che il servo di […]

  

Teresa, storia di una morte dolce

Questa bellissima foto mi ha colpito. Ritrae Teresa di Lisieux subito dopo la morte, avvenuta il 30 settembre del 1897, centodiciassette anni fa, dopo una terribile agonìa. Teresa aveva ventiquattro anni. Santa Teresina del Bambino Gesù e del Volto Santo, la santa dell’amore fatto di piccole, piccolissime cose quotidiane. ‘Nel cuore della Chiesa io sarò l’amore’ aveva sospirato un giorno dopo aver tanto cercato la sua vocazione, il senso speciale della sua vita. Mi ha impressionato il racconto della morte dolce di Teresa e la sua immagine, un’estasi arrivata dopo lunghe sofferenze. Ho pensato di condividere questa storia con voi, […]

  

Il Papa: come correggere chi ci offende…

‘Insultare non è cristiano’ ha detto il Papa durante l’Angelus. E fin qui ci siamo più o meno tutti. Ma come fare a a liberarci dall’ira o dal risentimento, che fanno solo male? da quell’amarezza del cuore che porta l’ira e il risentimento e che ci portano ad insultare e ad aggredire? Queste domande sono già più difficili. Papa Francesco ha dato una risposta commentando il Vangelo di oggi in cui Gesù spiega come comportarsi con le persone che commettono colpe contro di noi (il testo integrale si può leggere qui). Una strada per evitare che l’ira monti è andare […]

  

Il difetto peggiore? Il malumore

Il giorno più bello? Oggi. L’ostacolo più grande? La paura. La cosa più facile? Sbagliarsi. L’errore più grande? Rinunciare. La radice di tutti i mali? L’egoismo. La distrazione migliore? Il lavoro. La sconfitta peggiore? Lo scoraggiamento. I migliori professionisti? I bambini. Il primo bisogno? Comunicare. La felicità più grande? Essere utili agli altri. Il mistero più grande? La morte. Il difetto peggiore? Il malumore. La persona più pericolosa? Quella che mente. Il sentimento più brutto? Il rancore. Il regalo più bello? Il perdono. Quello indispensabile? La famiglia. La rotta migliore? La via giusta. La sensazione più piacevole? La pace interiore. […]

  

Il consiglio del Papa: ‘Vangelo sempre in tasca’

Volevo raccontarvi quel che ha detto il Papa, soprattutto perché ha dato consigli utili a chi non vuole perdere sapore e diventare insipido… o imbevibile. ‘È triste trovare cristiani annacquati, che sembrano il vino allungato: non si sa se sono cristiani o mondani, come il vino allungato non si sa se è vino a acqua’. Così Francesco all’Angelus di domenica 31 agosto in piazza San Pietro. I cristiani sono il sale della terra, dice il Vangelo e ricorda il Papa. Se il sale perde il sapore non sa di niente, non serve a niente e lo si butta via. Un […]

  

Tornare in Calabria con Papa Francesco

Con lentezza, spero non troppo. Grazie al lavoro di una collega giornalista che vive (anche)  in Calabria, Simonetta Caminiti, grazie ai suoi occhi e al suo cuore ho potuto tornare sulle tracce di Papa Francesco nelle bellissime terre piagate dalla ‘ndrangheta.  Ecco il video girato da Simonetta. incorporato da Embedded VideoYouTube Direkt Uno stimolo a cercare la radice della potente scomunica ai mafiosi scritta e pronunciata da Papa Bergoglio.  Spero vi faccia piacere rileggere a distanza di giorni l’intero ragionamento del Papa, come l’ha fatto a me. Piano. A piccole tappe. “Prima di tutto noi siamo un popolo che adora […]

  

La Stazione di Firenze cerca adoratori

Metti in un assolato pomeriggio di giugno di arrivare alla stazione di Firenze Santa Maria Novella. Proprio davanti al tuo binario una cappella. Un luogo inatteso e gradevole in cui aspettare l’arrivo del treno, tanto più che una scritta promette l’Adorazione eucaristica. Un po’ di cielo nella frenesia dell’Alta velocità: il tempo sta per fermarsi almeno qualche attimo. Una leggera spinta alla porta chiusa ed ecco: purtroppo non si può entrare in questa sala d’attesa così speciale. Perché? Il motivo è raccontato da un altro cartello: non tutte le ore e non tutti i giorni della settimana sono coperti dai […]

  

L’amore a tu per tu con i Tre

‘Ah, se conoscessi un po’ Dio, la preghiera non ti annoierebbe. Per me è un riposo, una distensione. Si va semplicemente da colui che si ama’. Così scriveva Sabeth Catez. Volevo ricordare con le sue parole questa giovane donna femminile e vezzosa, appassionata di viaggi, musica e feste. Piena di carità. Così irresistibilmente attratta nel mistero della Trinità da riceverne il nome al Carmelo. Oggi, quando la Chiesa festeggia il nostro Dio unico in tre persone, il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo, sono andata a rileggere uno dei suoi scritti spirituali più famosi, l’Elevazione alla Santissima Trinità, che […]

  

Aiutiamoli (davvero) anche a casa loro

Stamattina, alla fine della Messa di Pentecoste, il mio parroco ha letto i soliti avvisi. Ma non erano tanto soliti. Uno in particolare mi ha colpito come uno schiaffo in faccia. “Con l’impegno caritativo- missionario degli scorsi mesi a favore del Centro di produzione e trasformazione agro-alimentare di Katako abbiamo raccolto 493 euro”. Meno di cinquecento euro, in giorni, settimane, mesi di offerte per un’area povera del Congo, uno di quei luoghi nella terra in cui uomini e donne hanno più bisogno di “aiuto a casa loro”, per usare un modo di dire ricorrente delle nostre conversazioni. La mia chiesa […]

  

Divorzio troppo breve?

Sento molto parlare in giro di divorzio breve, ovvero quella legge approvata dalla Camera (non ancora dal Senato) che riduce i tempi dell’addio tra i coniugi separati da tre anni fino a un anno o addirittura sei mesi. Testo votato nel consenso (quasi) generale (per approfondire, si può leggere qui una cronaca del voto e dei principali interventi). Che cosa ne penso? Prima che alla mia opinione, vorrei dare la parola a una bella lettera che mi è stata segnalata da Torino. E’ apparsa su “La Voce del Popolo”, storico settimanale della Diocesi. Ne pubblico ampi stralci, che ci consentono […]

  

Il blog di Sabrina Cottone © 2020