Lo specchio stregato del Papa

specchio3

Se sono davanti a uno specchio, non riesco a non guardarmi riflessa dentro e per questo qualche amico mi ha anche presa in giro. Quando posso, cerco di non sedermi davanti a quell’oggetto irresistibile. Non che mi trovi particolarmente bella, anzi a volte l’immagine che mi torna indietro quasi non sembra la mia, però c’è sempre un’attenzione speciale all’espressione, ai capelli, al sorriso, a quel che vedo e a quel che manca. Ogni tanto mi distraggo dalla conversazione. E allora mi viene da pensare al gatto del paese della Meraviglie: “Se non fai subito il bravo, ti metto nello specchio”. […]

  

Volubilità, il tuo nome non è (solo) donna

Polittico di San Matteo, Antonio Thellung

Volubilità. Sembra difettuccio,   vezzo,  persino forza di seduzione per il gentil sesso. Capriccio, civetteria, facilità a cambiare oggetto del volere o del desiderio sono fascino, sia pur non angelico. ‘La donna è mobile, qual piuma al vento, muta d’accento e di pensiero’ canta il duca di Mantova messo in opera da Verdi. Pochi decenni dopo, ad altre latitudini e con altro stile,  qui è George Bernard Shaw a parlare: ‘La volubilità delle donne che amo è eguagliata solo dall’infernale costanza delle donne che mi amano’. Volubilità come femminile che attrae. Veniva da riflettere su queste cose tra ieri e […]

  

Un bastone per fare la pace…

Vorrei raccontarvi una piccola cosa che accadra’ in questi giorni in Terra Santa. Santa Teresa d’Avila arrriva qui con un bastone. Si’, col bastone, proprio lei , mistica, maestra di preghiera, dottore della Chiesa, spesso rappresentata in estasi: Bernini l’ha immortalata trafitta d’amore nel marmo, Velasquez l’ha dipinta con la penna in mano sotto il fascio di luce dello Spirito Santo. Se pensi a una sua reliquia, immagini il cuore colpito dala freccia o il braccio che ha usato per scrivere tante opere. E invece… Santa Teresa, madre del Carmelo, arriva nella sua terra, in Terra Santa, con un oggetto […]

  

Terza lezione da Betlemme: strillare alle vipere

​3. Terza lezione della prossima santa Maria di Gesù Crocifisso, la piccola araba, nata nei dintorni di Nazaret e morta a Betlemme, carmelitana… ​’Considerate le bestie prive di ragione. Quando una di loro corre pericolo, le altre l’avvertono. Soccorretevi così le une con le altre’. Ed ecco il commento di padre Patrizio, carmelitano: ‘​Sono piccole parabole. Forse potremmo chiamarle anche favole, ma racchiudono una ricchezza che ci sorprende e ci fa riflettere per la loro estrema semplicità. E’ dal regno animale che si impara anche la lezione, non solo della condivisione ma della solidarietà. La piccola araba ascolta il maestro […]

  

L’amica che preparava i dolcetti a san Francesco

Tutti conosciamo l’amicizia che legò san Francesco a santa Chiara. Non so quanti di voi conoscano Jacopa dei Settesogli. Io – ammetto la mia ignoranza – ne ho sentito parlare per la prima volta nei giorni scorsi, nella chiesa milanese di Sant’Angelo, dove le volontarie francescane vendevano i mostaccioli, dolcetti a base di mandorle, zucchero, miele e cannella, che tanto piacevano a Francesco. Altra sorpresa! perché non avrei mai associato il penitente Francesco alla passione per un dolce… Di sorpresa in sorpresa, la signora che vendeva i mostaccioli mi ha anche raccontato che san Francesco chiese di poter vedere l’amica […]

  

Santa e principessa. Si può fare?

Una santa principessa come protettrice dell’ordine francescano. O meglio dell’ordine secolare, cioè quelle persone che diventano francescane e seguono la regola ‘il Vangelo nella vita e la vita nel Vangelo’ senza lasciare il mondo ‘normale’ e le attività di ogni giorno. Può sembrare strano che proprio i francescani, votati alla povertà, abbiano come modello e riferimento la principessa Elisabetta d’Ungheria (Elisabetta di Turingia), che si festeggia oggi. Una donna nata e cresciuta a corte, vissuta tra gli agi e le dame di compagnia, eppure ricca di carità e di virtù al punto da essere proclamata santa. Nata nel 1207, fidanzata […]

  

Donne che si lamentano col Papa

Ci sono donne che si lamentano con Papa Francesco. Con grande affetto ma anche con solida convinzione. Capita al convegno milanese dell’Ordo Virginum, ‘Donne tra realtà e profezia’. Cento donne che sembrano come tutte le altre, molte anche nel look, e invece sono vergini e spose, consacrate nelle mani del vescovo. Si sono dispiaciute queste donne impegnate nella vita sociale e nella chiesa perché al Sinodo sulla famiglia di donne ce n’erano proprio pochine. E pur nell’entusiasmo per il Pontefice, loro vorrebbero spingere sull’acceleratore delle promesse del Papa e su quella sua bella frase che ‘se la Chiesa perde le […]

  

Patti Smith o Suor Cristina? Sfida in Vaticano

Meglio Patti Smith o Suor Cristina? Non siamo noi a proporre la sfida ma il programma del Concerto di Natale del 13 dicembre in Vaticano, al quale parteciperanno una e l’altra. Difficile rispondere chi sia meglio (o peggio), nonostante gli esperti di musica non abbiano esitazioni e gridino ‘Patti’ e i giovani fan della suora like a Virgin invitino ad aspettare: è giovane, si farà. Loro due sono diversissime, per genere musicale, stile di vita, età. Patti Smith ha quasi settant’anni e, nonostante molti la ricordino come la sacerdotessa maudit del rock, la presunta poetessa maledetta coltiva passioni vaticane. Prima […]

  

Che bello sarebbe essere donne così

Sarebbe bello essere donne belle come ci racconta lui nella sua ’Lettera alle donne’. Questo 22 ottobre è la prima volta che festeggiamo san Giovanni Paolo II. Non siamo ancora abituati, perché è una data lontana eppure vicina: correva l’anno 1978 quando il 22 ottobre il Papa polacco conquistò il mondo con una frase semplice e gigantesca: ’Non abbiate paura! Aprite, anzi spalancate le porte a Cristo!’. Qui è bello ricordarlo come il Papa della Lettera alle donne, datata 1995. Lui che tanto ha scritto delle donne, ha avuto amiche donne, ha esaltato il genio femminile. Uno scritto semplice e […]

  

Tanti auguri a Teresa, la più donna tra le sante

La più santa tra le donne e la più donna tra le sante. Così è stato detto di Teresa de Ahumada y Cepeda, nata il 28 marzo del 1515 ad Avila. I cinque secoli trascorsi sono la cosa più incredibile da credere, quando si legge la Vita di Teresa. E questo nonostante le grazie mistiche del Signore non siano poche… ma l’introspezione psicologica, la capacità di leggere l’animo umano, di proporre soluzioni semplici alle voragini interiori, hanno tratti di modernità che a me sembrano davvero sorprendenti. (Bisogna sempre superare qualche asperità di linguaggio, come accade con chi ci parla da […]

  

Il blog di Sabrina Cottone © 2018