A che mi servono i diritti delle donne se non posso nascere viva?

cuorecuore

Mi ha fatto ridere questa bimbetta in pancia con le sue condivisibili perplessità: ‘a che cosa mi servono i diritti delle donne se non poso nascere viva?’. Mi è sembrata Mafalda prima del parto o ancor di più Lucy van Pelt dei Peanuts, con il suo cinismo innamorato della vita. Mi ha fatto ridere e anche riflettere che nei miei pensieri una tipa così tosta, con priorità tanto chiare, non potrà non farcela a venire al mondo: lascerà il suo tepore non per un micidiale torpore ma per lanciare un urlo contagioso. La baby mi è arrivata da una persona […]

  

Nei guai per obiezione di coscienza: accade in ospedale…

C’è un’eroina della libertà di coscienza e vorrei presentarvela: si chiama Margherita Ulisse, ha trentadue anni, è un’infermiera. All’ospedale di Voghera più volte, davanti a ragazze che chiedevano la pillola del giorno dopo, le ha invitate a riflettere sulla loro decisione, dalla quale poteva «derivare l’interruzione di una vita umana». Poi, nel caso avessero deciso comunque di procedere, ha chiesto loro di tornare dopo la fine del suo turno, perché lei non se la sentiva in nessun caso di collaborare con un possibile aborto. Il tema si pone perché in alcuni casi (dopo un certo numero di ore dall’assunzione) la […]

  

Il blog di Sabrina Cottone © 2018