Così Carola ha aperto gli occhi

Don Benzi in una foto del 2000 in Brasile

Stamattina ho aperto una busta che era arrivata nei giorni scorsi nella mia buca delle lettere. Due occhioni mi hanno guardato e sono rimasta incantata. Ma chi sei? mi sono chiesta. Sulla foto era scritto solo un nome: Carola. Poi ho girato la foto e ho trovato quest’angolo di cielo. Lo copio per voi: «Carola è stata abbandonata alla nascita a causa della sua disabilità. È successo a quattromila bambini solo nel 2017. Carola ha affrontato da sola una lunga serie di operazioni, poi, dopo otto mesi di vita trascorsi in ospedale, ha incontrato Monica e Francesco, che nella loro […]

  

Se il Coronavirus caccia Gesù

Ultima cena di Leonardo Santa Maria delle Grazie Milano

C’è qualcosa di sconvolgente nel rendersi conto che non ci sarà più la Messa a Milano. Già da questa sera, che è domenica, la pasqua settimanale,  a data da destinarsi. Il Duomo, anche lui senza Messa, rimarrà chiuso ai visitatori (non alla preghiera, però) almeno fino a martedì. In un un mondo di certezze che si sgretolano, almeno alle nostre privilegiate latitudini, non è mai venuta meno la sicurezza che tutti i giorni, in tutte le chiese, negli orari più svariati, Gesù fosse lì a aspettarci nell’Eucaristia.  <Io sarò con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo> dice […]

  

Margherita, la santa fuori moda

20C2D750-A6A9-49E8-BEAD-777E125816FA

«O Margherita, più vana delle vane, che ne sarà mai di te?». Le si rivolgevano così le amiche, secondo la Legenda della sua vita, quando Margherita da Cortona era ancora la bellissima ragazza che amava vestirsi e agghindarsi per piacere agli uomini. Se fosse una favola, nell’incipit ricorderebbe Cerentola.  È la storia di una santa della Misericordia, quando dire Misericordia non era di gran moda, e la patrona delle prostitute pentite, e nemmeno questa è un’espressione di gran moda. La  bambina è nata nel 1247 a Laviano, Castiglione del Lago nei dintorni di Perugia, da una mamma con cui  impara […]

  

Amata Amazzonia, amati preti

amazonia

Non so se è lo squarcio di cielo più importante dell’Esortazione apostolica post-sinodale di Papa Francesco <Querida Amazonia>, datata 12 febbraio 202o.  L’amata Amazzonia è tanto bella e ricca che è difficile scegliere senza trascurare.  Ma le parole spese dal Papa per parlare dei sacerdoti mi sono sembrate commoventi, non solo per ciò che i preti sono ma anche per la fede  in ciò che saranno, nonostante la crisi delle vocazioni di cui  tanto (troppo?) si parla. Se i sacerdoti oggi non ci sono, arriveranno, grazie alle preghiere al Signore perché mandi operai nella sua messe e anche grazie allo […]

  

Come importunare Dio con l’amore

DA1669AB-5026-4380-89C8-6F7608868917

Tutti conoscono San Benedetto. Qualcuno in meno ha familiarità con sua sorella, anche lei santa, di nome Scolastica. San Gregorio Magno nei suoi Dialoghi racconta l’ultimo colloquio tra i due, in un modo in cui la santa femminilità di lei risalta in tutta la sua dolce fermezza e dice molto di ciò che di più proprio le donne potrebbero donare alla Chiesa. Una volta all’anno Scolastica, anche lei consacrata a Montecassino, andava a trovare Benedetto e lui, ligio alle regole e alla Regola, la accoglieva in un possedimento del monastero, poco fuori della porta. Quella volta trascorsero tutto il giorno […]

  

Libero di uccidere e di ucciderti

Orazio Gentileschi, Caduta degli angeli ribelli

Non siamo tutti più liberi, siamo tutti più soli e disperati. Nessuno è più libero perché uomini e donne, dentro gli ospedali chiamati pubblici, saranno obbligati a uccidere altri uomini e altre donne. Basterà un ‘sì’  che sembra ma non è il ‘sì’ che unisce in matrimonio nella buona e nella cattiva sorte, il ‘sì’ di chi salva  una vita che nasce come dono che non gli appartiene, il ‘sì’ di chi accetta di stare ai piedi della sofferenza anche senza capirla ma cercando di lenirla e curarla, senza precipitare  nell’abisso di farsi dio per un altro. Non è più […]

  

La Madonna della discarica

madonna

Devo iniziare con una piccola, grande confessione. Sono una di quelle ambientaliste a parole che spesso falliscono persino nella raccolta differenziata. Figurarsi quando si tratta di portare i rifiuti  importanti in ricicleria. Pormi un obiettivo così elevato significa accumulare in casa deumidificatori morti e sepolti, vecchie tv che non si accendono neanche con la bacchetta magica, la Wii-Fit che mi avevano regalato per i quarant’anni (dieci anni fa, ahimè) ed è proprio ciò che accade nella mia piccola casa in attesa di una conversione ecologica se non profonda almeno accennata.  Per fortuna ho amiche diverse da me. In particolare una, […]

  

Satana a Sanremo? Non c’è niente da ridere

LucaGiordano, SanMichele

Non conosco Virginia Raffaele e non ho ragione di credere che sia una satanista. Mi limito a sperare che, da comica, stesse scherzando. Eppure mi ha molto impressionato ciò che è accaduto a Sanremo, ovvero un’invocazione a Satana con tanto di balletto durante una delle serate in cui la tv fa più incetta di spettatori, bambini e adolescenti inclusi, come è stato confermato dall’analisi dell’audience. ‘Ma tu credi a Satana?’ mi sono sentita chiedere da amici a colleghi.  Ebbene sì, credo con la Tradizione della Chiesa che sia un essere personale e che, come ricorda spesso Papa Francesco e ha […]

  

La Madonna a Medjugorie: ‘Musulmani, ortodossi, cristiani, tutti siete figli miei’

medjugorie

Mi ha molto colpito, dopo la visita negli Emirati Arabi Uniti di Papa Francesco, la grande Messa nello stadio, l’invito a ricordarci che siamo tutti fratelli perché creati da Dio, leggere le parole di padre Livio Fanzaga, anima di <Radio Maria>, e soprattutto rivedere tutti insieme la raccolta di messaggi della Madonna, a Medjugorie, che invita a rispettare i credenti di altre fedi.  Così un messaggio della Madonna già nel maggio 1982: ” Sulla terra voi siete divisi, ma siete tutti figli miei. Musulmani, ortodossi, cattolici, tutti siete uguali davanti a mio Figlio e a me. Siete tutti figli miei. […]

  

Lista di nozze per i regali di Natale

Una delle letterineUna delle letterine

Ci sono persone che piangono  lo spirito del  Natale. Troppi pacchetti, oggetti riciclati, cene e cenette, parenti più o meno serpenti. E’ l’attualità della riflessione sul senso del dono o anche solo il crollo fisico di fronte a tanti appuntamenti tra palle dorate e abeti decorati. Pensieri anche profondi. Ci sono tanti pezzi di cielo, nella nostra parte di mondo,  e non in continenti lontani, per cui tutte queste discussioni non esistono e la lettera a Gesù bambino è scritta con parole così semplici che non viene nemmeno da pensare. Mi sono stati segnalati centoquaranta bambini e ragazzi ospiti delle […]

  

Il blog di Sabrina Cottone © 2020