Il coraggio eroico di chi ha pulito le strade

L’ultima messa in diretta di Papa Francesco da Santa Marta fa ricordare i primi momenti della pandemia, quando dentro di noi qualcosa temeva che quei giorni fossero gli ultimi e che avessimo perso tanto, troppo tempo a occuparci di cose inutili e fosse arrivata l’ora di metterci seriamente davanti a Dio, come facevano i cristiani di tempi lontani quando ricevevano il battesimo in punto di morte. Una grazia, ci rendiamo conto adesso, che vorremmo chiedere ancora, ma liberata dalla paura, solo fatta d’amore. Una grazia illuminata da ciò che ci accadeva intorno a cui forse non avevamo mai badato troppo. […]

  

Come importunare Dio con l’amore

DA1669AB-5026-4380-89C8-6F7608868917

Tutti conoscono San Benedetto. Qualcuno in meno ha familiarità con sua sorella, anche lei santa, di nome Scolastica. San Gregorio Magno nei suoi Dialoghi racconta l’ultimo colloquio tra i due, in un modo in cui la santa femminilità di lei risalta in tutta la sua dolce fermezza e dice molto di ciò che di più proprio le donne potrebbero donare alla Chiesa. Una volta all’anno Scolastica, anche lei consacrata a Montecassino, andava a trovare Benedetto e lui, ligio alle regole e alla Regola, la accoglieva in un possedimento del monastero, poco fuori della porta. Quella volta trascorsero tutto il giorno […]

  

Guardie e ladri giocano per la vita

Angeli di Annibale Carracci

C’è un po’ di cielo dove meno te lo aspetti. Mi ha colpito una notizia di questi giorni: un uomo ha tentato di uccidersi nella sua cella del carcere di Brescia, ma è stato salvato dal <tempestivo intervento degli agenti di polizia penitenziaria in servizio>, come racconta una nota del Sappe, il loro sindacato. Persone che lavorano in carcere, in una reclusione vissuta per il bene degli altri, anche del nostro che siamo lontani dalle celle sprangate e forse non stiamo troppo spesso a pensarci. Era sabato sera, l’ora più triste se ti trovi a fare i conti con te […]

  

A che mi servono i diritti delle donne se non posso nascere viva?

cuorecuore

Mi ha fatto ridere questa bimbetta in pancia con le sue condivisibili perplessità: ‘a che cosa mi servono i diritti delle donne se non poso nascere viva?’. Mi è sembrata Mafalda prima del parto o ancor di più Lucy van Pelt dei Peanuts, con il suo cinismo innamorato della vita. Mi ha fatto ridere e anche riflettere che nei miei pensieri una tipa così tosta, con priorità tanto chiare, non potrà non farcela a venire al mondo: lascerà il suo tepore non per un micidiale torpore ma per lanciare un urlo contagioso. La baby mi è arrivata da una persona […]

  

Il blog di Sabrina Cottone © 2020