Prodi, un “medium” cattocomunista da non mandare al Colle

È un nome. Ma è anche un incubo. Un nome che, quando si libera una poltrona, salta fuori. Torna su, come una frittata di cipolle. Specialmente se si parla di Colle. Di motivi per stare alla larga dal Professore ce ne sono a iosa: è una cariatide cattocomunista – giusto per usare una metafora delicata -, ci ha traghettati disastrosamente nell’Euro riuscendo a farci pagare una tassa per entrare economicamente in un Continente nel quale – geograficamente – già eravamo. Poi i chiacchierati rapporti con Mosca e il Kgb, l’equivoca gestione dell’Iri e la (s)vendita della Sme. Entrando nella questione […]

  

No Tav santi, fascisti terroristi. Sempre la solita storia

Ci sono i cretini di destra e ci sono quelli di sinistra. Diciamo che i cretini, in genere, sono equamente distribuiti in tutti i campi, i partiti e le ideologie, con una precisione e uno spirito democratico difficilmente riscontrabile altrove. Però verso alcuni c’è una maggiore benevolenza e solo verso altri c’è la giusta e sacrosanta applicazione della legge. Partiamo dai fatti: quattordici disgraziati, tra i quali un vegliardo novantatreenne, si sono messi in testa di riprendere in mano i fili dell’eversione nera. Nel 2014. E hanno deciso di tessere le loro trame nere su Facebook, il social network più […]

  

Il blog di Francesco Maria Del Vigo © 2017