foto post2

“Dove le unghie si strappano ai bambini e non al regime, il silenzio dell’occidente aiuta il massacratore siriano, Bashar al Assad”. Il 2011 è stato l’anno della rovinosa caduta di regimi e dittatori al potere da decenni e, per questo ritenuti “intoccabili”. Un nome che manca è quello di Bashar Al Assad.Non bisogna però dimenticare che Assad è appoggiato dall’Occidente, dall’Iran e dalla Russia, quindi almeno teoricamente è impensabile la sua caduta. Al contempo il popolo siriano non ha più intenzione di tornare al passato e il regime farà sempre più fatica a zittire le madri e i loro figli.Da […]