E’ vero che c’è un debito pubblico elevato di circa 2000 mld di euro,
ma è vero che anche la Francia e la tanto osannata Germania
hanno un debito pubblico di pari dimensioni. Considerando che
il pil italiano è inferiore a quello tedesco e francese e
ormai simile a quello britannico, il nostro paese viene dipinto come in
difficoltà e debole. Peccato però che spesso la stampa si ostina a soffermarsi
su dati che sono sì importanti, ma per certi versi troppo scenografici e
catastrofici e non di certo esaustivi dello stato di salute di un’economia.
Tenendo presente il debito sia implicito che esplicito, quello italiano si
rivela essere già di per se molto più sostenibile.

Molti studiosi sono concordi nell’affermare che l’Italia vanta tra
i paesi i più alti livelli di risparmio privato. La cifra
che è stata diffusa anche da Banca d’Italia supera gli 8000
mld di euro, quindi ben 4 volte il debito pubblico.  Questi 8000 mld
fanno sì che la ricchezza pro capite degli italiani sia di ben 137 000 euro
a persona, una cifra nettamente superiore se prendiamo in considerazione,
francesi, tedeschi americani. ( questi ultimi due si aggirano sui 50 000 euro
pro capite). La casa di proprietà per la stragrande maggioranza delle persone
è un beneficio tipicamente italiano e a ben guardare è un dato sorprendente.
Mi piacerebbe se nelle tante interviste studiate per mettere in luce gli
aspetti negativi e di difficoltà delle famiglie, la domanda “quanto guadagni?”
la si sostituisse talvolta con “quante proprietà hai?”

A questo possiamo aggiungere che le imprese italiane e
i privati vantano un indebitamento nettamente inferiore a numerosi paesi
europei, rispetto per esempio alla Gran Bretagna che da questo punto di vista
denota indicatori a dir poco preoccupanti. Con questo non voglio assolutamente
sottovalutare l’importanza del debito pubblico che comunque deve essere
tenuto sotto controllo, ma al contempo stesso mi piacerebbe che
venisse data una visione più realistica della nostra situazione economica, che
per molti aspetti non ha proprio nulla da invidiare anche a quei paesi che
vengono percepiti come virtuosi o più propriamente che sono in grado di dare
una visione molto più florida di loro stessi rispetto alla situazione reale in
cui versano… Bene, belle notizie ogni tanto, diffondete il verbo.

 

 

Tag: , ,