Il quiz sul Coronavirus

FOTOGRAMMA_20200225141646_32070128

- I leghisti sono razzisti perché volevano mettere in quarantena tutte le persone che arrivavano dalla Cina. – Conte è fascista perché minaccia di avocare a sé i poteri dei governatori regionali. – Alcuni paesi europei sono discriminatori perché impongono restrizioni agli italiani. – Alcuni meridionali sono razzisti perché non affittano ai settentrionali. – I settentrionali diventano “terroni” da cui stare lontano. Quale di queste affermazioni è vera?

  

Il girone infernale del Fisco

fisco

Nel mondo dell’assurdo, cioè nella vita reale dei poveri cittadini, si aggiungono due nuove chicche del Fisco che non posso esimermi dal segnalare. Due fatti che raccontano la barbarie di un gigante che oltre a vessare i piccoli contribuenti li prende inesorabilmente pure per i fondelli. 1) Il Sole 24 Ore racconta la persecuzione di cui è stata vittima un contribuente che ha ricevuto una cartella per il pagamento di 25mila euro di una tassa così vetusta da far accapponare la pelle: Ilor del 1975. Oltre 40 anni fa. Una cartella “ereditaria”, nel senso che è passata dal padre prima […]

  

Date un Tuttocittà alla Segre

combo

- Via Lenin – Via Stalin – Via Stalingrado – Via Togliatti – Via Ho Chi Minh – Via Tito – Via Che Guevara – Via Mao Tse Tung – Via Carlo Marx – Corso Unione Sovietica Date un Tuttocittà dell’Italia alla Segre.

  

Il Paese che tassa la sua bandiera

banidera

L’Italia è una Repubblica fondata sulle tasse. Di tutti i tipi e per tutti i gusti. Assurde, ambigue, nascoste e antidemocratiche. Non per nulla, il 2020 sarà un anno irto di balzelli nascosti, 6 miliardi di tasse occulte, per la precisione, infilate tra le pieghe della manovra del governo giallorosso. Nulla di nuovo sotto il sole. D’altronde sono decenni che l’Italia si conferma al top per le imposte. E per non farci mancare mai nulla abbiamo anche le tasse più strane al mondo. Ecco qualche esempio, giusto per rinfrescare la memoria: – La tassa sul Tricolore. In pratica se vuoi […]

  

Così il Fisco ti “rapina”

scontrino

Volete una risposta alla domanda sul perché le imprese chiudono? Basta leggere questo breve resoconto che mi ha inviato un lettore titolare di una lavanderia nell’hinterland milanese. Il tema è la nuova normativa che obbliga gli esercenti a installare un registratore di cassa telematico da connettere direttamente all’Agenzia delle Entrate. Soltanto che il Fisco non ti aiuta nelle spese, se non in una parte irrisoria (detrazione massima di 250 euro), ti svuota il portafoglio e ti complica la vita. “Dal 1 gennaio ho seguito le regole e ho speso: – 700 euro la stampante telematica – 300 euro per l’aggiornamento del […]

  

Caro Zalone, stavolta hai sbagliato

tolo tolo

Ci ha abituato a essere dissacrante e politicamente scorretto, ma questa volta Checco Zalone ha sbagliato. Non sto parlando del film, che può piacere o meno. Parlo di una scena precisa della pellicola Tolo Tolo. Una scena tanto inopportuna quanto insignificante. Quasi buttata lì per mancanza di idee. O almeno spero. Perché, se al contrario il regista pugliese l’avesse proprio pensata quella scena, ecco allora in quel caso aggraverebbe la situazione. Ma di cosa sto parlando? A un certo punto Zalone, durante la traversata nel deserto fatta insieme a decine di migranti africani, scorge all’orizzonte alcune camionette militari battenti bandiera italiana. […]

  

La donna s’è destra

LAPRESSE_20191223165728_31475677

La donna s’è destra. Giorgia Meloni nel podio del quotidiano britannico, tra i venti personaggi che potrebbero cambiare il mondo nel 2020. Unica italiana in classifica. Lei, leader di un partito considerato dai detrattori machista e maschilista oltre che razzista e fascista, è l’immagine del merito. Alla faccia delle quote rose e dei progressisti di sinistra. Perché il tormentone dance sarà pure diventato virale e avrà pure aiutato ad allargare la fama della Meloni, ma le note di Fratelli d’Italia riecheggiano da tempo e fanno proseliti. Non per nulla in un solo anno Fratelli d’Italia è passato dal 4,4% delle […]

  

Guai a non pagare una bolletta

ipad-820272_640

Ricevo e pubblico una piccola storia di follia burocratica che mi ha colpito.  “Ho un contratto internet fibra con Tim da tre anni. Ho sempre pagato. Lo scorso settembre dimentico di pagare il bollettino. Ignaro di non averlo pagato, continuo a saldare i mesi successivi: ottobre, novembre e dicembre. A un certo punto, domenica 15 dicembre, internet non funziona. Chiamo e mi dicono che non ho pagato una bolletta e che finché non viene saldata non possono ripristinarmi il servizio. Pagato subito con l’app della mia banca. Valuta il giorno dopo, 16 dicembre. Chiamo la Tim ma mi dicono che ci vogliono 3 giorni per […]

  

Il gelo (puntuale) dell’Inps

inps

Ricevo e pubblico una lettera-sfogo che mi è arrivata in redazione e che, a mio avviso, simboleggia plasticamente la doppia faccia della solerte e al contempo gelida burocrazia. “Sono all’Inps di Montesacro a Roma per reclamare la pensione di reversibilità e sono quattro mesi che mi dicono che è in lavorazione. Loro dopo venti giorni che mia moglie era deceduta mi hanno chiesto il pagamento delle addizioni regionali! Ho un mutuo di ottocento euro mensili che non riesco a pagare se non integro la mia pensione con il contributo di reversibilità di cui ho diritto. Che devo fare? Una levata di […]

  

Fisco inferno

agenzia entrate

La burocrazia è un volto gelido e immobile. Algidi robot che si trincerano dietro la formula dell’”atto dovuto”. Cinici guardoni che non guardano il caso particolare. Casi inumani. Che non smettono di accadere e che non smettono di essere raccontati. L’Inps che chiede un risarcimento a due orfane di femminicidio e il Fisco che contesta e chiede conto a una contribuente della spesa per una parrucca da 300 euro acquistata dopo la chemioterapia sono due casi emblematici dell’insensibilità di uno Stato che pugnala alle spalle. Ogni nuovo direttore che arriva ripete sempre la stessa solfa: bisogna recuperare il dialogo coi […]

  

Il blog di Domenico Ferrara © 2020