Le favole di Conte e Di Maio

FOTOGRAMMA_20190820221636_30222952dimaio_conte

C’era una volta un viceministro che andava in giro vestendo i panni di Robin Hood e assicurando che “se prima non abbassano i costi delle commissioni delle carte di credito e dei dispositivi per il pagamento, non ci saranno le sanzioni sull’obbligo del Pos”. Con le frecce nel suo arco, il Robin Hood pentastellato scoccava i suoi dardi: “Il M5S non molla mai! Avevamo detto che sarebbe stato ingiusto colpire migliaia di commercianti prima di non aver provveduto ad abbassare i costi delle commissioni bancarie e siamo riusciti a bloccare il provvedimento. Quindi prima si lavora sulle commissioni e poi […]

  

Sulle tasse ci prendono in giro

PIL 2008 IN CALO - SOLDI E BANCONOTE

Ma come? Non ci avevano detto che una delle priorità era il taglio delle tasse? E invece scopriamo che più tagliarle ne stanno trovando delle nuove. Alcune nascoste, altre ben visibili. In totale fanno circa 12 miliardi di imposte. Circa 9 miliardi se si tolgono i tre miliardi di euro destinati al taglio del cuneo fiscale (misura che riguarderà solo i redditi fino a 35mila euro e che dovrebbe tradursi in circa 40 euro di media al mese in più per i contribuenti interessati). Briciole. Soprattutto se si paragono alle entrate previste. Anche sull’evasione fiscale prima ci avevano detto che […]

  

Il Conteballe

FOTOGRAMMA_20190820221636_30222952

Da avvocato del popolo a inquisitore del vicepremier. Da sostenitore e garante del contratto a simbolo e artefice concreto della rottura del governo. Il premier Giuseppe Conte, nel suo discorso al Senato, ha duramente attaccato Matteo Salvini ricevendo ovazioni, complimenti e strette di mano con accanto un gongolante Di Maio che alzava il pugno chiuso per festeggiare non si sa quale vittoria. Al netto del ghigno pentastellato, quello che sorprende, ripercorrendo le tappe e le dichiarazioni del capo del governo, è la capriola da Guinness dei primati. Perché per mesi Conte ha difeso, elogiato e sostenuto Salvini. Ecco qualche esempio […]

  

Il blog di Domenico Ferrara © 2019