Nella zona di Castelfranco Veneto, profondo Nordest trevigiano, l’apertura (presso un ipermercato) di un distributore di carburante “indipendente”, cioè slegato dai principali marchi e in grado di praticare prezzi più bassi, ha mandato in crisi i concorrenti. I quali la settimana prossima protesteranno alla Regione Veneto e faranno quattro giornate di sciopero, oltre a chiudere i self-service di notte per altri 10 giorni. Obiettivo della serrata sono le grandi compagnie, responsabili dei prezzi di vendita e – a detta dei benzinai – colpevoli di vendere a buon mercato agli indipendenti che li mettono in ginocchio. “L’obbligo di esclusiva è la tomba della concorrenza e la cassaforte delle compagnie petrolifere, scardiniamolo!”, è il loro slogan. Siccome i distributori indipendenti si stanno rapidamente moltiplicando, soprattutto vicino ai grandi centri commerciali, c’è da aspettarsi che – come già successo – il Veneto sia l’apripista di una protesta che potrebbe estendersi rapidamente contro il “cartello del caro-benzina”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks