L’intrigo dei tre “non vedo non sento non parlo”

Sul Giornale di oggi tento di ricostruire l’intrigo che si intuisce dietro l’interessante intervista di Maurizio Costanzo a Fabrizio d’Esposito del Riformista. Secondo Costanzo, D’Alema Caselli e Violante gli riferirono che c’era Berlusconi dietro le bombe di mafia del ’93, compresa quella che doveva uccidere lo stesso Costanzo. Letta l’intervista, i tre si arrabbiano. Costanzo si corregge, confermando però che i colloqui ci furono. Caselli e Violante (non D’Alema) smentiscono anche i colloqui. Costanzo è costretto a rettificare ulteriormente. Tuttavia la sera prima aveva riletto e approvato il testo dell’intervista prima della pubblicazione: vuol dire che sapeva bene quanto diceva. […]

  

Il patriarca di Venezia a tutto campo

scola.jpg

Il crocifisso, l’emergenza educativa, la crisi, le nuove frontiere della scienza, le “chances” del cristianesimo oggi: invito tutti a leggere questa intervista a tutto campo del patriarca Angelo Scola pubblicata dal quotidiano on-line ilsussidiario.net, e a confrontarsi con essa. Un blog che si chiama Gente del Nord ospita a buon diritto il cardinale lecchese di Venezia, una delle personalità di maggior spicco di questo discusso Lombardo-Veneto.

  

Intolleranza e rischi / 2

Il Giornale di oggi, con un articolo di Renato Farina, porta in prima pagina (unico tra i giornali italiani, grandi e piccoli) ciò che sta accadendo all’Università Statale di Milano nel silenzio di tutti. Il 2 ottobre un gruppo di attivisti dei centri sociali ha fatto un migliaio di fotocopie nei locali affidati dalla Statale alla Cooperativa universitaria studio e lavoro (Cusl), fondata e condotta da studenti di CL. Se ne sono andati senza pagare e all’uscita hanno picchiato quelli che volevano fermarli. La Cusl ha denunciato il fatto. Le forze dell’ordine, dopo oltre un mese di indagini, hanno arrestato […]

  

Santoro, i blog, l’intolleranza e i rischi per la democrazia

Anche ieri, serata dedicata ad Annozero, come potrete leggere sul Giornale e altrove sul sito. Siccome i commenti sono 200 e cominciano ad arrivarne sparsi anche sul blog, ecco un post dedicato. Ne approfitto per approfondire una questione rimasta in sospeso. Mi riferisco al commento di Carlo del 19 novembre, ore 16.08. Dicendosi d’accordo con me, egli sostiene (sintetizzo) che “quando prevalgono intolleranza, maleducazione, cafonaggine, ignoranza, saccenza, mancanza di equilibrio, incapacità di discutere e confrontarsi, si hanno altissime probabilità che vengano messe a rischio le regole della democrazia, della libertà e persino della convivenza civile”. E’ dunque opportuno “operare per […]

  

Casarini, il no-global diventato padroncino

casarini.jpg

Per un disguido misterioso, sul sito del Giornale non appare il mio articolo di stamattina sulla metamorfosi di Luca Casarini (nella foto), l’ex leader dei disobbedienti e dei centri sociali del Nordest trasformatosi in piccolo imprenditore. Adesso che lavora e non scorrazza più nei cortei anti-tutto, Casarini sembra un misto tra Bossi, Berlusconi, la Marcegaglia, i padroncini della Brianza o le partite Iva di Treviso, cioè i suoi obiettivi preferiti di un tempo. Per una volta, il copia-incolla lo faccio io. Travolto da un insolito destino, Luca Casarini ha smesso la tuta bianca con cui dava l’assalto al mondo globalizzato […]

  

Avviso ai blogger, anzi ultimatum

Ieri sera è successo un episodio MOOOLTO sgradevole: uno di voi, che si firma Carlo, ha insultato con pesante volgarità un altro blogger. Ho cancellato il post appena l’ho letto (erano circa le 23 di ieri), purtroppo è rimasto nel blog oltre un’ora. Qui la volgarità e le offese non sono tollerate, non dovrebbe esserci bisogno di dirlo ma l’educazione e l’intelligenza non sono beni di larga diffusione. D’ora in avanti chi manderà altri post del genere sarà bandito, andate a vomitare altrove il vostro rancore. Mi scuso (mi auguro anche a nome di Carlo) con la persona offesa.

  

Accerchiato e lapidato

L’accerchiamento mediatico a Silvio Berlusconi è il tema di un mio articolo pubblicato oggi. Un accerchiamento che completa l’assedio posto da alleati, avversari, istituzioni, magistrati, familiari, fanatici islamisti. I giornali dipingono un premier solo taciturno e incazzato. Contraddizione curiosa: se parla, lo accusano di monopolizzare i mezzi di comunicazione; se tace, lo accusano (il Riformista per tutti) di “preparare una svolta alla De Gaulle”. Per ora si fermano al generale francese, ma tra un po’ qualcuno arriverà a paragonarlo a duci, marescialli, colonnelli, caudillos eccetera. Come cantava Antoine tanti anni fa (chi se lo ricorda?), se sei bello ti tirano […]

  

Veneto contro Trentino per le settimane bianche superscontate

Lo scontro tra il Veneto (regione a statuto ordinario) e il Trentino (provincia autonoma) si arricchisce di un nuovo capitolo. Gli albergatori del Lagorai, catena dolomitica al confine tra val di Fiemme-Valsugana e Feltre-Agordo, hanno lanciato una nuova idea acchiappa-turisti: settimane bianche a 99 euro a persona per notte, colazione e skipass. Gli operatori turistici del Bellunese si sono inevitabilmente infuriati perché i colleghi trentini, finanziati dalla ricca provincia autonoma, fanno concorrenza sleale. Una settimana bianca scontata in Veneto non costa meno di 300-400 euro, mentre in Alto Adige gli albergatori possono regalare lo skipass. Addirittura, la regione Friuli Venezia […]

  

Il buongoverno del centrosinistra, seconda puntata

Per gli amanti del genere “copia e incolla”, riproduco il testo integrale di una mozione presentata dal consigliere regionale dell’Emilia Romagna Gioenzo Renzi sul caso della coop Terremerse, da me sollevato a metà ottobre sul Giornale. Sono convinto che la trasparente, aperta e democratica  maggioranza che sostiene Vasco Errani, non avendo nulla da nascondere né da temere (come sostiene), sarà compatta nel varare la commissione di inchiesta che la minoranza chiede di istituire. Intanto, per chi se lo fosse perso, segnalo l’articolo di ieri in cui Luca Donigaglia racconta l’ultima impresa del governatore presso Ferrara: inaugurare l’ospedale che non c’è. […]

  

Il buongoverno del centrosinistra, un mito nella polvere

Il Giornale di oggi pubblica un mio articolo da Venezia sulla parentopoli che coinvolge un componente della giunta Cacciari. Sull’edizione di ieri potete leggere una cronaca da Cremona sulla bella vita dell’ex amministrazione provinciale sconfitta in primavera dal Pdl. Martedì 27 ho raccontato l’arresto dell’ex capogruppo pd del comune di Firenze per  una faccenda di concessioni edilizie. Dieci giorni prima, sabato 17, una paginata sul “modello Emilia”: soldi e favori concessi dalla giunta regionale guidata dal diessino Vasco Errani alla coop presieduta da suo fratello Giovanni. Se mai è esistito, il mito del buongoverno della sinistra sta crollando rovinosamente.

  

Liste regionali per gli insegnanti: le vuole il sindacato

Segnalo un articolo del Giornale di qualche giorno fa (apparso nella Cronaca di Milano ma sicuramente di interesse assai più vasto). La Uil lombarda ha chiesto al governatore Formigoni di istituire una lista regionale degli insegnanti per velocizzare l’assegnazione delle cattedre vacanti senza più peregrinazioni da un capo all’altro del Paese. Il copyright sulla proposta spetta alla Lega, e sollevò un polverone quando fu lanciata. Ora vi si accoda uno dei maggiori sindacati e tutto tace. Walter Galbusera, leader regionale della Uil e figura di spicco per l’intero mondo del lavoro, sostiene che la regola potrebbe valere per tutto il […]

  

Il Blog di Stefano Filippi © 2018