L’insostenibile leggerezza del Pd

nichi.jpg

Ho seguito da vicino in questi giorni due vicende che peseranno sul futuro del Partito democratico: lo scandalo che ha investito il sindaco indagato di Bologna e le primarie del centrosinistra in Puglia. Nel primo caso, una serie di comportamenti che ora Delbono non rifarebbe (assumere l’amante come segretaria, portarla in vacanza dicendo agli uffici che era in missione, consegnarle un bancomat misterioso, piazzarla in un altro ente regionale, eccetera) sta minando quello che rimane del mito del buongoverno di sinistra. Persino “Repubblica” ieri ha titolato un bell’articolo di Edmondo Berselli “Sfuma la moralità emiliana del Pci”. In Puglia invece […]

  

Il processo breve è ancora troppo lungo

Ieri il Senato ha approvato la riforma del processo breve, che ancora non è legge perché manca il sì della Camera. Penso che dieci anni per avere giustizia siano ancora troppi. Negli Stati Uniti il finanziere Madoff, colpevole di una truffa assai più grave dei casi Parmalat e Cirio, è stato arrestato, processato e condannato definitivamente in sei mesi. Provo tristezza quando sento i vertici dell’Anm lamentarsi che “cinque anni sono pochi per fascicoli così complessi” (Cascini). Sarà molto comodo dare ancora una volta la colpa di tutto a Berlusconi. Secondo me, i magistrati devono prendere esempio da come certi […]

  

A Salerno si capisce come funziona la legge in Italia

La sentenza di Salerno sulla diagnosi genetica che dà il via libera al figlio “su misura” dimostra più di tante parole come funzioni il sistema giudiziario in Italia. Lasciamo da parte, per un attimo, il contenuto della sentenza: esso è comunque aberrante perché introduce il principio che la disabilità è un criterio di discriminazione rispetto al diritto di nascere. La possibilità di selezionare il patrimonio genetico dei figli ci trascina in tempi bui. Ci sarà occasione per approfondire anche questo tema. Per ora sottolineo questo aspetto: il tribunale campano ha sostanzialmente aggirato la legge 40. In Italia la diagnosi preimpianto […]

  

Il lavoro c’è ma gli italiani lo rifiutano

Il provocatorio titolo del “Giornale” di oggi (stavolta hanno ragione i negri) pone il tema del rapporto tra immigrati e lavoro, e merita un approfondimento. Secondo il sociologo Luca Ricolfi, che non è certo un berlusconiano, negli ultimi due anni (quelli segnati dalla peggiore crisi economica dal 1929) l’occupazione degli italiani è diminuita di 773mila unità, mentre quella degli stranieri regolari è salita di 366mila, quasi tutti posti di lavoro fissi a tempo indeterminato. Non precariato o bracciantato governato dai caporali, ma impiego stabile. Ciò significa che l’Italia continua a produrre lavoro nonostante la crisi: un lavoro disdegnato dagli italiani […]

  

Dopo la Spatuzzata, ecco la Gravianeide

giuseppe_graviano.jpg

Buon anno a tutti, cari amici. Grazie degli auguri che ricambio a ciascuno di voi. Il 2010 si è aperto con l’ennesima polemica sulla giustizia, alimentata mentre Berlusconi tace convalescente. Il boss Giuseppe Graviano, quello che avrebbe imbeccato Spatuzza sulla mafiosità del Cav senza però confermare in aula, ha ottenuto la revoca dell’isolamento diurno pur continuando a scontare l’ergastolo in regime di 41 bis. La decisione è della Corte d’assise d’appello di Palermo, quella che sta processando Dell’Utri e dunque non può essere sospettata di favoritismi a Berlusconi. Curiose le reazioni. Molto polemici Di Pietro e Granata (pdl vicinissimo a […]

  

Il Blog di Stefano Filippi © 2018