Quesito 1. La Corte costituzionale ha dichiarato incostituzionale il cosiddetto Porcellum lasciando il Paese senza legge elettorale in un momento cruciale. O meglio, ci ha consegnato una legge che fa schifo a tutti, a cominciare dal presidente della Repubblica per il quale l’idea di andare a votare oggi è “una sciocchezza”. E’ costituzionale lasciare un Paese con una legge peggiore di quella cancellata?

Quesito 2. La Corte costituzionale ha dichiarato incostituzionale la cosiddetta legge Fini-Giovanardi sulla droga. Il problema di quella legge non è la “sostanza” (stupefacente?) ma la forma: era inserita in un provvedimento che riguardava le Olimpiadi invernali di Torino. Nulla dice la Consulta sulla differenza tra droghe leggere e pesanti. Ma com’è che l’effetto della decisione è il tam tam sulla depenalizzazione o legalizzazione delle droghe leggere?

Quesito 3. Sempre sulla Fini-Giovanardi. Il ricorso di costituzionalità è stato presentato dal difensore di un tizio condannato a 4 anni di reclusione perché trasportava 4 chili di hashish. Che cos’è, quella della Consulta, una decisione “ad spacciatorem”?

PS. Devo al blog berlicche.wordpress.com questa citazione del grandissimo G.K.Chesterton tratta dai Racconti di Padre Brown:

Non c’è niente di male ad avere delle ambizioni, soltanto che egli aveva delle ambizioni e le chiamava ideali.

L’ideale è totalizzante, mentre l’ambizione (per quanto “smisurata”) ha sempre un orizzonte limitato. Se quello appena caduto era il “governo della responsabilità“, quello che nasce è il “governo dell’ambizione” fondata sulla vittoria alle primarie Pd e null’altro. Comunque, auguri a Renzi. Sperando, per il bene del Paese, che non venga travolto dal suo insolito destino nel burrascoso mare di febbraio.

Share and Enjoy:
  • Print
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Yahoo! Buzz
  • Twitter
  • Google Bookmarks
Tag: , , ,