Fincantieri come l’Ilva? Falso

La Fincantieri di Monfalcone è stata sequestrata dalla magistratura per presunte irregolarità nel trattamento dei rifiuti. E rischia di fare la stessa fine dell’Ilva pur non essendo l’Ilva: niente emissioni inquinanti e morti sospette, soltanto scarti di materiali inerti stoccati in attesa dello smaltimento o di ulteriori lavorazioni. Ancora una volta un giudice decide il destino di una grande centrale produttiva italiana non dopo una sentenza ma in fase di indagini preliminari, mette a rischio migliaia di posti di lavoro e compromette il futuro industriale del nostro Paese. Il caso Ilva ha fatto molto discutere. Ma il sito produttivo friulano, dove […]

  

Se gli italiani rifiutano il lavoro

L’articolo che ho pubblicato sul Giornale di domenica 6 (potete leggerlo qui) ha provocato moltissime polemiche, segno che ha colpito un nervo scoperto. Un’albergatrice di Lignano Sabbiadoro denunciava il fatto che molti italiani rifiutano il lavoro di cameriere al punto da essere costretta ad assumere personale albanese. La struttura applica i contratti in vigore, che prevedono orari e turni, ma gli italiani – a differenza degli stranieri – volevano un giorno di riposo fisso (per esempio il sabato o la domenica), oppure avrebbero accettato le condizioni di assunzione a patto di uno stipendio sensibilmente più alto. Gli stipendi medi nel settore […]

  

Grillo dimezzato in due mesi

Prendiamo i numeri, i freddi numeri. In Friuli Venezia Giulia alle politiche il Movimento 5 Stelle aveva preso 196.218 voti (alla Camera): alle regionali di domenica e lunedì gliene sono rimasti 103.133. Quasi dimezzato (-48%). Altro dato dall’estremo Nordest, area tra le più in crisi del Paese e che per questo più di altre era finita a ingrossare le file grilline: i voti di lista sono la metà di quelli ottenuti dal candidato presidente. Ulteriore dato: alle Quirinarie dello scorso 15 aprile per designare il candidato al Colle del M5S hanno partecipato circa 28.000 militanti su 48.292 aventi diritto. Anche […]

  

Le ragioni dell’«euroregione»

L’«euroregione» del Nord ha fatto capolino tra i temi di discussione politica. Due nomi tra tutti ne stanno facendo una bandiera: Roberto Maroni e Roberto Formigoni. Per il segretario della Lega è il modo per superare le utopie secessioniste del Nord; per il presidente lombardo, che preferisce chiamarla «macroregione» e ha trovato sponde nei governatori di Piemonte e Friuli Venezia Giulia, è un argomento per uscire dalle secche delle vicende giudiziarie. Ho ascoltato sabato sera il dibattito alla Berghem fest di Alzano Lombardo tra Maroni e Vittorio Feltri (qui il resoconto che ho scritto per il Giornale): l’euroregione è stato […]

  

Veneto contro Trentino per le settimane bianche superscontate

Lo scontro tra il Veneto (regione a statuto ordinario) e il Trentino (provincia autonoma) si arricchisce di un nuovo capitolo. Gli albergatori del Lagorai, catena dolomitica al confine tra val di Fiemme-Valsugana e Feltre-Agordo, hanno lanciato una nuova idea acchiappa-turisti: settimane bianche a 99 euro a persona per notte, colazione e skipass. Gli operatori turistici del Bellunese si sono inevitabilmente infuriati perché i colleghi trentini, finanziati dalla ricca provincia autonoma, fanno concorrenza sleale. Una settimana bianca scontata in Veneto non costa meno di 300-400 euro, mentre in Alto Adige gli albergatori possono regalare lo skipass. Addirittura, la regione Friuli Venezia […]

  

“Se l’è andata a cercare…”

La mamma di Sanaa, la diciottenne accoltellata a morte dal padre presso Pordenone perché si era innamorata di un ragazzo che aveva il duplice difetto di essere italiano e cattolico, ha detto di aver perdonato il marito perché “è lei che ha sbagliato”. Secondo l’imam della zona, la donna avrebbe aggiunto che la figlia “se l’è andata a cercare”. Cuore di mamma. Parole pronunciate nel giorno in cui sei soldati italiani sono stati massacrati in Afghanistan. Anche loro morti in terra straniera, anche loro se la sono andata a cercare?

  

Il Blog di Stefano Filippi © 2018