Austria, sicuri che il populismo sia il problema?

austria

In Austria vince il candidato dei verdi, dunque “l’Europa che temeva una deriva populista e anti-immigrati è sollevata”. durante la campagna elettorale il candidato della Fpö Norbert Höfer è stato presentato come un pericoloso populista, violento, dunque subliminalmente quasi un nazista, mentre quello ecologista e ora neo presidente dell’Austria Alexander Van der Bellen come un Angelo venuto dal cielo, un romantico ecologista, mentre fino al primo turno il suo partito era considerata un’entità quasi folcloristica e la sua candidatura poco più che simbolica. Sia chiaro: a quanto pare Van Der Bellen è una persona davvero perbene, un intellettuale stimato da […]

  

Putin va alla guerra dello smartphone (contro Obama)

676

La società russa Open Mobile Platform sta sviluppando un sistema operativo alternativo ad Android e iOS, che al momento sono installati nel 90% degli smartphone della popolazione russa. In questo modo Putin intende rompere il duopolio di Google e Apple e proteggere le informazioni sui propri cittadini. La mossa del governo russo arriva a tre anni dalle rivelazioni di Edward Snowden sulla sorveglianza di massa esercitata dalla NSA (National Security Agency). L’agenzia americana, secondo quanto rivelato dal whistleblower, è in grado di intercettare il traffico internet e telefonico in ogni parte del globo. E Putin per boicottarla sta agendo in […]

  

Renzi non potrà illudervi a lungo e dovrete scegliere: salvare l’Italia o salvare l’euro?

meme renzi merkel

Chi segue questo blog sa come la penso: da tempo ritengo che l’austerità e il Quantitative Easing di Mario Draghi non faranno uscire il Paese dalla trappola della pressione fiscale, del debito pubblico e della prevalenza delle logiche e degli interessi di banche e finanza. L’editorialista del Telegraph Ambrose Evans-Pritchard è dello stesso avviso e ritiene che i labilissimi effetti positivi provocati dalle misure tampone di Draghi e dal crollo del prezzo del petrolio si stiano esaurendo (qui la traduzione del suo articolo su Voci dall’estero). Per ripartire l’Italia avrebbe bisogno di riforme radicali, ma che nell’immediato producono uno shock, […]

  

Il TTIP è un golpe mascherato. Contro la nostra società e la nostra salute

nottip

Si chiama Trattato transatlantico per il commercio e per gli investimenti e suona davvero bene. TTIP (in inglese). Che c’è di male in un accordo di libero scambio tra Europa e Stati Uniti? In teoria, nulla. Anzi, ben venga; ma il mondo in cui viviamo riserva delle sorprese. A volte le definizioni etimologiche non descrivono la realtà; un po’ come accadeva ai tempi dell’Unione sovietica, che proclama le virtù della democrazia pur essendo una dittatura. Ai gerarchi sovietici il TTIP sarebbe piaciuto assai, non tanto per i suoi contenuti, quanto per la sua doppiezza. Il Trattato che inneggia, in teoria, […]

  

Facebook censura le notizie di destra (lo rivelano gli ex dipendenti)

facebook GF

Ma Facebook non dovrebbe essere imparziale? La testimonianza di alcuni ex-dipendenti del social network sembra raccontare tutta un’altra storia: è un team interno a selezionare gli articoli che compaiono nella sezione “trending topic” di Facebook, una sezione che non è ancora disponibile in italiano, lo è soltanto in inglese in alcuni Paesi: compare in alto a destra rispetto al newsfeed e al suo interno ci sono le notizie popolari. Diversi “curatori di notizie” (così è chiamato questo ruolo all’interno della azienda) hanno raccontato a Gizmodo che erano soliti nascondere le news che potevano interessare al pubblico conservatore. Non solo. Chi […]

  

Welfare e immigrati: ecco cos’ha detto il ministro Giannini nell’intervista sparita dal web

giannini

Il mondo del web in Italia è in subbuglio per un’intervista rilasciata dal Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca Stefania Giannini al giornalista Luca Steinmann a Villa Vigoni il 4 maggio a margine dell’incontro con l’omologa tedesca Johanna Wanka e pubblicata sull’Huffington Post. Intervista che ha suscitato vivaci reazioni per alcune affermazioni del ministro sugli immigrati, sul precariato e sul futuro della famiglia. Alcuni siti hanno ripreso l’articolo, il ministero ha pubblicato un breve comunicato stampa di precisazione, smentendo alcune frasi, in gran parte riferite ad altri articoli apparsi sul web che avevano impropriamente citato l’articolo apparso sull’Huffington Post. Alla […]

  

Vogliono uccidere la Grecia

regalo banche

Le nuove misure di austerità, approvate dal Parlamento di Atene, non serviranno a far rinascere la Grecia, ma ribadiscono l’assurda linea seguita finora. A un Paese ormai esangue – tartassato da un’asuterità che ha fatto esplodere la disoccupazione e ucciso l’economia reale – si chiede di donare ancora più sangue e al contempo di correre ancor più veloce. Questo non è un salvataggio, questa è tortura, è depauperazione programmata e deliberata, talmente illogica che persino il FMI ora invoca una ristrutturazione del debito, a cui, come al solito, la Germania, con assurda protervia, si oppone. Intanto la European School of […]

  

Il Qatar ammette: in Siria abbiamo guidato noi i “ribelli”

Capita che persino il Financial Times non faccia notizia. Capita se la notizia pubblicata, seppur rilevante, venga affogata in un articolo a metà tra politica e colore e distonia rispetto alla verità formale che i media mainstream hanno ripetuto per anni. Capita – e non sorprende – che la maggior parte dei media anziché riprendere lo scoop e pretendere chiarimenti dai governi coinvolti, preferiscano ignorarlo. Lo scoop è rappresentato dall’intervista all’ex primo ministro del Qatar, lo sceicco Hamad bin Jassim Al Thani, nella quale rivela che la “rivoluzione” del 2011 non ebbe uno sviluppo propriamente spontaneo. L’ex premier afferma (qui […]

  

Italiani, siete disposti a morire per Erdogan? Ve lo chiede la Nato…

erdogan-turchia-isis-aereorussoabbattuto-putin-5stelleeuropa-thumb-660x370-54726

So che il titolo di questo post apparirà ad alcuni paradossale ma in realtà non lo è. La Turchia è membro della Nato e l’articolo 5 del Patto Atlantico prevede solidarietà e assistenza militare tra i suoi membri, secondo questi termini: Le parti concordano che un attacco armato contro una o più di esse, in Europa o in America settentrionale, deve essere considerato come un attacco contro tutte e di conseguenza concordano che, se tale attacco armato avviene, ognuna di esse, in esercizio del diritto di autodifesa individuale o collettiva, riconosciuto dall’articolo 51 dello Statuto delle Nazioni Unite, assisterà la […]

  

Profughi? Quanto è ipocrita Obama!

Obama

Dunque Barack Obama dà lezioni all’Europa ricordando che “il mondo non ha bisogno di muri” e invitandola ad aprire le porte agli immigrati. Il discorso è molto politically correct e perfettamente in linea con i desideri dell’establishment transnazionale, di cui peraltro lo stesso Obama è espressione. Nessuna sorpresa, ma, pronunciato dal presidente degli Stati Uniti suona piuttosto strano. Se c’è un Paese che da diversi anni cerca di tener le porte ben chiuse e che frappone ogni forma di ostacolo burocratico alla libera circolazione delle persone, è proprio l’America, come sa chiunque cerchi di trasferirsi negli Stati Uniti. Provate a […]

  

Svolta storica: Cameron non è più il miglior amico degli Usa

NATO Summit 2014 in Newport

Cos’è successo a David Cameron? O meglio: perché è caduto in disgrazia con gli Stati Uniti? Il mutamento è tanto inaspettato quanto rilevante eppure è stato colto solo in parte dai media. Il primo segnale che il rapporto tra Londra e Washington non era più saldo come un tempo, è emerso un mese fa, l’11  marzo, quando Barack Obama accusò Cameron e Sarkozy di essere responsabili della destabilizzazione della Libia. “Il Paese oggi è nel caos per l’incapacità di Londra e di Parigi di gestire il dopo Gheddafi”, disse il presidente americano un un’intervista all’Atlantic Magazine. A parte il fatto […]

  

Renzi morirà sparando frottole

renzi

Come sa chi frequenta questo blog, non ho mai amato Matteo Renzi ma la tracotanza degli ultimi giorni me lo rende insopportabile. E mi chiedo come facciano gli italiani a dargli ancora ascolto. Venerdì si è segnalato per la gaffe del secolo: si è attribuito i meriti per il progetto ferroviarioad alta velocità dell’Alptransit che scorrono sotto il San Gottardo, annoverandolo tra i grandi progetti infrastrutturali italiani. Peccato che, come sanno i bambini delle elementari, il San Gottardo è un monte totalmente svizzero, che dista un centinaio di chilometri dal confine italiano. E l’Alptransit è un’opera spettacolare, di straordinaria modernità, […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2016