Mentre scrivevo, piangevo…

Lo sapete: contrariamente a molti miei colleghi, non amo parlare di me e ancor meno gratificare il mio ego. Di certo non abuso, giornalisticamente, del mio ruolo di Amministratore delegato del Gruppo TImedia e del Corriere del Ticino, evitando di imporre la mia presenza ogni due per tre. Ma per una volta ho fatto un’eccezione: nei giorni scorsi cadeva il decimo anniversario della strage di Beslan, la cittadina dell’Ossezia del Nord dove nel 2004 un gruppo di ceceni prese in ostaggio 1200 persone, quasi tutti bambini. All’epoca fui, per conto del Giornale, uno dei tre inviati italiani che riuscirono a ...

L’Isis spiegato (da Foa) a Beppe Grillo…

E’ la seconda volta che il blog di Beppe Grillo mi invita a prendere la parola. Ho accettato volentieri come faccio sempre quando so che la mia testimonianza viene proposta integralmente. Anche questa volta i collaboratori di Grillo sono stati gentilissimi e di parola. L’argomento è noto ai lettori di questo blog: nel video spiego la verità spiacevole e a pochi nota sulla nascita e lo sviluppo dell’Isis ovvero del califfato di estremisti islamici che hanno occupato parte dell’Iraq, seminando terrore e morte, come dimostrano le decapitazioni degli ostaggi occidentali. Chi frequenta questo blog conosce la mia tesi, infatti l’intervento ...

Obama, l’Isis e la vera ragione di questa guerra

Sieti sicuri di aver capito cosa sta accadendo in Iraq e perché Obama abbia dichiarato guerra all’Isis? Come sempre c’è la verità formale, quella sotto gli occhi di tutti, e quella sostanziale, che è molto diversa ma permette di cogliere, per chi lo desidera, cosa stia avvenendo davvero. Come ampiamente dimostrato su questo blog (vedi qui), l’Isis non esce dal nulla ma è un “mostro” religioso e militare che proprio gli Usa e alcuni alleati strategici come il Qatar e l’Arabia saudita negli ultimi due anni hanno incoraggiato e sostenuto. Fermi tutti e andiamo in profondità. L’Isis rappresenta l’evoluzione naturale ...

Aprite gli Occhi. Sui cristiani perseguitati

Un po’ la sento mia, questa iniziativa. Il padre è Andrea Pontini, ma avendola tenuta a battesimo a Milano qualche mese fa, mi sento come uno “zio”. Mi riferisco a Gli Occhi della Guerra ovvero il sito di crowdfunding per finanziare reportage internazionali. Per intenderci: in un’epoca in cui i grandi giornali, colpiti dalla crisi dell’editoria, tendono a risparmiare tagliano i reportages all’estero, ilgiornale.it ha deciso di raccogliere fondi tra i lettori per continuare a mandare giornalisti al fronte, permettendo agli stessi lettori di scegliere quali temi approfondire. L’iniziativa ha ottenuto un successo notevole e per molti versi sorprendente, a ...

Renzi, tecniche di manipolazione. Così seduce e inganna gli italiani

Matteo Renzi è un giocoliere delle parole e non è certo un caso sei da ragazzo era soprannominato “il bomba” ovvero colui che la spara grosse. Il “physique du rôle” d’altronde ce l’ha: tutto guizzi, smorfie, moine. Il premier è dotato di un ego così ipertrofico da impedirgli di capire quando non è il caso ovvero quando la sua naturale teatralità sfocia nel grottesco e, sovente, nel ridicolo. Ognuno di noi arrosirrebbe se venisse fotografato in pose che evocano più le gag di Mr Bean che la postura consona a un primo ministro. Lui no. Ed è permaloso, tenace, combattiero, ...

Questo blog nella Top 10, candidato al Macchianera awards

Questa volta sono in piacevole imbarazzo. Come sa chi frequenza questo sito parlo molto raramente delle mie vicende personali, ma questa volta non posso esimermi. Questo blog è stato selezionato tra i candidati al Macchianera Italian Awards, nella categoria Miglior sito politico-d’opinione. Ovvero è stato nominato nella Top 10. Non lo nego: mi fa piacere. E non posso non ricordare che sarà il pubblico, con una votazione online, a scegliere il vincitore. Dunque, se lo vorrete, potrete esprimere la vostra preferenza seguendo la procedura che trovate qui La categoria è la 21 e si può votare fino a giovedì 11. Comunque ...

L’altra verità, sconvolgente, sull’Isis e sui suoi aguzzini

Leggo titoli sconvolti e giustamente indignati per la decapitazione del giornalista Usa ad opera dell’Isis, ovvero dei fondamentalisti islamici che stanno occupano ampie parti del Medio Oriente e dell’Iraq. E’ un gruppo che, come emerge anche nel filmato, oggi proclama il proprio odio per gli Stati Uniti. La storia in teoria è semplice e già vista: terroristi contro la superpotenza americana. In realtà molto più sofisticata e – consentitemelo – sconvologente. Già, perché pochi analisti davvero coraggiosi e indipendenti, nessuno racconta com’è nato l’Isis, chi l’ha voluto, chi l’ha finanziato. La risposta è sorprendente: sono gli stessi americani con alcuni ...

Non sono più un Nevrotico Digitale: e mi godo di nuovo la vita

Oddio, ce l’ho fatta. Mi sono disintossicato dalle mail e da twitter, in genere dal bisogno compulsivo di consultare il piccolo schermo decine di volte al giorno. La mia vita non era più segnata dai ritmi naturali di un essere umano ma, anche e talvolta soprattutto nel tempo libero,  dal richiamo delle sirene digitali. « Ting » : è arrivata una email, « bip bip » : è giunto un sms. Lo schermo si illumina, qualcuno mi ha scritto su What’s Up. E subito a leggere e a rispondere. Una battuta, una frase, possibilmente spiritosa. Dipendente dalla comunicazione istantanea al punto da consultare il mio Smart ...

Come si permette, Mr Draghi?

La miancciosa ichiarazione di Draghi è stata accolta, come da programma, con un inchino dalla maggior parte dei media e dei partiti. Nulla di sorprendente, è da sempre così. Ma è scandalosa e al contempo illuminante. Scandalosa perché non spetta al presidente di un istituto finanziario, che viene nominato e gestito secondo principi che non sono democratici, pretendere da Paesi democratici la cessione di sovranità. Non spetta in nessun caso né a Draghi né a esponenti della Bce o dell’establishment di Bruxelles pretendere un gesto assoluto che sovverte i principi delle nostre democrazie. Equivale a evocare un golpe e l’occupazione ...

Aereo abbattuto: sicuri che siano stati i filorussi?

Sono in vacanza e ho poco accesso a internet. La vicenda dell’aereo abbattuto sui cieli dell’Ucraina è molto importante e foriera di sviluppi geostrategici fondamentali. Sono colpito ma non sorpreso dal comportamento dei media occidentali e del presidente Obama che hanno puntato il dito contro i filorussi. Sin dai primi momenti dopo l’abbattimento dell’aereo ho visto molti indizi di spin, naturalmente invisibili al grande pubblico. Io non so quale sia la verità, ma non è ragionevole nè equo in questo momento accusare i filorussi. Il Sussidiario mi ha intervistato su questo tema, ripropongo qui il testo dell’intervista, rinnovando l’invito alla ...

Occhio, tedeschi. Vincere il mondiale porta sventura…

Diciamocelo francamente: il Mondiale è andato alla squadra migliore. E sportivamente bene così. Ma c’è un ma, un po’ scherzoso. Siamo sicuri che vincere il Mondiale  -ma, in fondo, anche gli Europei  -porti bene? Scorrendo il Palmares, il dubbio sorge legittimo. Cominciamo dagli europei: Nel 2004 vinse la Grecia. Nel 2008 e nel 2012 la Spagna. Passiamo ai mondiali: nel 2006 trionfò l’Italia, nel 2010 l’immancabile Spagna. Sono tutti Paesi che dopo aver vinto grandi trofei sportivi sono stati investiti dalla sventura economica, come ben sappiamo. Il riscontro temporale è impressionante: al momento della vittoria stavano tutti bene – Grecia, ...

My Renzi makes me cry (dalle risate)

YouTube Direkt Dai, facciamoci quattro risate. Renzi è un grande affabulatore, in italiano. Ma in inglese… In inglese ricorda il miglior Rutelli che a sua volta evocava il miglior Alberto Sordi. Giudicate voi, guardando il video qui postato. Se questo è il premier che rilancerà l’immagine dell’Italia nel mondo, siamo a posto.

  

il Blog di Marcello Foa © 2014