L’ultima della UE: il web senza immagini (e senza idee). Si chiama censura. Io non ci sto. E tu?

Schermata 2018-06-24 alle 16.16.34

Ci stanno provando in tutti i modi da tempo, negli Stati Uniti e, soprattutto, in Europa. Chi segue questo blog sa come la penso: da quando l’establishment ha perso il controllo della Rete e soprattutto dei social media, veicolando idee non mainstream e favorendo l’affermazione di movimenti alternativi, quelli che vengono sprezzamentemente definiti “populisti”, ogni pretesto è buono per favorire misure per limitare la libertà di pensiero. Ci hanno provato usando l’ariete delle “Fake news” e il tentativo è ancora in corso, in queste ore stanno usando un altro grimaldello, il copyright. Come ha denunciato, in perfetta solitudine, Claudio Messora […]

  

La Merkel si piega, Macron impazzisce: ma quant’ è grande questa Italia?

224605262-2a682bfc-b7a4-48e3-80c0-c854de358109

Riepiloghiamo. La Merkel e Macron stringono un accordo a due che prevede il diritto di rispedire nel Paese di prima accoglienza, ovvero soprattutto l’Italia, i migranti che riescono a raggiungere altri Paese. Il premier Conte e il ministro degli Interni Salvini si arrabbiano, picchiano i pugni sul tavolo e minacciano di disertare il vertice europeo di Bruxelles. In altri tempi Berlino e Parigi avrebbero fatti spallucce, perché l’Italia smidollata a cui erano abituati avrebbe fatto spallucce. Ma stavolta no. Bastano poche ore e la Merkel compie un gesto inimmaginabile, si rimangia tutto e straccia l’accordo con Parigi. Macron reagisce a […]

  

Visto che uomo, Macron? E visto che Italia? Orgoglio e dignità, finalmente!

salvini e macron

Ma se il portavoce di En marche!, il partito del presidente francese Macron, giudica l’Italia “vomitevole”, perché non bisogna dirlo? Perché una parte della stampa mainstream sente il bisogno di attenuare, magari anche nascondere, come se si dovesse difendere la reputazione della Francia? Oggi su alcuni siti quel titolo è comparso, poi scomparso, poi riapparso; altri hanno affogato l’epiteto all’interno del pezzo. Tutto questo, giornalisticamente, non ha senso. L’insulto c’è stato, eccome se c’è stato, pesantissimo. E sebbene poi lo stesso Macron abbia parzialmente corretto il tiro, giudicando il governo italiano “cinico e irresponsabile”, il caso è grave. A provare […]

  

Salvini con Morelli e Foa per parlare di “stregoni della notizia”. Vi aspetto!

image

E’ andata così: il mio amico e collega Alessandro N Morelli, entusiasta del mio saggio “Gli stregoni della notizia. Atto secondo”, qualche settimana fa mi dice: “Organizziamo un’altra presentazione a Milano, in giugno!”. Dopo un po’ mi chiama: “Ne ho parlato con Matteo e ha accettato subito con entusiasmo: sarà con noi alle Stelline!“. Nel frattempo è nato il governo Lega-5 Stelle, Salvini è diventato ministro dell’Interno e l’Italia cambia a una velocità straordinaria. L’appuntamento è per giovedì alle 18.30 al Palazzo delle Stelline in Corso Magenta 61 (attenzione, posti limitati, occorre iscriversi via email qui: infopiuvoci@gmail.com). E  io non […]

  

“Governo Lega-5Stelle? O sta in riga o la Ue vi butterà fuori dall’euro”

YouTube Direkt Ieri  mattina ho partecipato alla trasmissione Omnibus su La7, condotta da Frediano Finucci . Puntata vivace, in cui ho polemizzato con Udo Gümpel e durante la quale, invece, la collega di Repubblica Tonia Mastrobuoni mi ha dato ragione riguardo alle ipocrisie della Germania sulle banche. Ma il passaggio più significativo è quello che vi propongo in questo breve video, in cui Riccardo Perissich esprime un giudizio drastico e inquietante sul governo legastellato. Perissich è l’ex direttore generale della Commissione europea e naturalmente oggi esprime opinioni a titolo personale ma, sebbene non sia più in carica, appartiene per mentalità […]

  

Ora è chiaro: l’Europa vuole massacrare l’Italia per annientare Lega e 5 Stelle

oettinger

A questo punto il disegno è chiaro: l’establishment europeo ha deciso di impedire ad ogni costo la nascita di un governo formato da Lega e 5 Stelle. E ha scelto la strada dell’oppressione. Riepiloghiamo: Mattarella nega al governo Conte il diritto di presentarsi alle Camere sebbene abbia la maggioranza, per le ragioni che ben conosciamo. Ufficialmente perché la persona di Savona non è gradita, in realtà, come spiega l’ex ministro delle Finanze Padoan, “il problema non è Savona, ma le idee di Lega e M5s sull’Europa“. Quella di Mattarella sembra una scelta azzardata, perché, come osservano in molti e come […]

  

Basta pregiudizi: date fiducia al governo Lega-5 Stelle

Non lasciatevi terrorizzare dal pregiudizio che si diffonde su praticamente tutti i media. Oggi affido il mio commento, decisamente controcorrente, a un breve video commento. In due minuti vi dico: Lega e Movimento 5 Stelle stanno cercando di cambiare tutto e di ridare diamo fiducia al nuovo governo e giudichiamolo sui fatti. ‪PS Ieri mattina sono stato ospite di Oscar Giannino su Radio 24. La mia era una voce fuori dal coro sul destino e sulle prospettive del nascente governo Lega-5Stelle. Potete ascoltare il mio intervento e il civilissimo dibattito con Giannino dal minuto 42. Nessun programma (di Governo) è […]

  

Fatevene una ragione: Salvini non è la Le Pen e Di Maio non è un comunista. E ce la possono fare

imageJacques Attali

No, caro Attali, Matteo Salvini non è Marine Le Pen e Luigi Di Maio non è Jean-Luc Melenchon. E soprattutto l’Italia non è la Francia. Riepiloghiamo a beneficio del lettore: Jacques Attali è uno degli uomini più potenti di Francia (è colui, tanto per intenderci, che si vanta pubblicamente di aver creato dal nulla Macron) ed è uno dei massimi rappresentanti dell’establishment globalista. Ieri era al Salone di Torino, intervistato, ça va sans dire, dal direttore di Repubblica Mario Calabresi e, ça va sans dire, ha criticato il (spero) nascente governo Lega-5 Stelle, ricorrendo a due classici dello spin, la […]

  

Ci vediamo presto a Como, poi a Padova, poi a Locarno.

comoDcWlwfWWAAAWToR.jpg large

Diversi lettori mi chiedono aggiornamenti sulle mie conferenze sulla manipolazione dei media e di presentazione de “Gli stregoni della notizia.Atto secondo“, che da ormai sei settimane è in testa nella classifica Bestseller di IBS Libri (Società, politica e comunicazione – Argomenti d’interesse generale – Studi sui mezzi di comunicazione di massa). Lietissimo di accontentarvi. Lunedì 7 maggio sarò a Como per partecipare al dibattito sulla “Fabbrica delle fake news”, organizzato da costruiamo.org con Alessandro Nardone, diventato famoso per essere riuscito a farsi accreditare dai media come candidato alla Casa Bianca, e l’intervento conclusivo (certamente scoppiettante) di Claudio Borghi Aquilini (0re […]

  

Visto? Gli italiani premiamo la coerenza. Per questo Salvini vola

salvini

Mi verrebbe da dire: visto? Gli italiani chiedono davvero una politica diversa. Dieci giorni fa, prima del voto in Molise, osservavo in un post che il vento nel Paese era cambiato, che gli elettori attribuivano particolare importanza alla coerenza dei leader politici, soprattutto a quelli della protesta contro l’establishment (M5Stelle, Lega, in primis) e che non avrebbero accettato di essere traditi un’altra volta. Questa era la ragione per cui la popolarità di Salvini continuava a salire e quella di Di Maio a scendere. E mi chiedevo: il capo pentastellato saprà ascoltare questo messaggio? La risposta è arrivata chiara e forte […]

  

Ci siamo: la UE crea una rete di censori. La libertà d’opinione è in pericolo!

censura 22

E’ da un anno e mezzo che l’Unione europea e gli Stati Uniti preparano il terreno. E ora ci siamo: tra non molto avremo una rete di fact-checkers, naturalmente indipendenti, naturalmente rispettosi di un rigoroso codice etico e naturalmente dediti alla causa suprema: la lotta alle fake news ovvero del mostro che agita i sonni dell’establishment. Tutto questo, in realtà, come ripeto da tempo, ha un solo scopo: legittimare l’introduzione della censura, limitare l’impatto e la diffusione di idee non mainstream, naturalmente negando che di censura si tratti. Ma così sarà: non c’è vera democrazia quando qualcuno si arroga il […]

  

Quella voglia degli italiani di cambiare davvero il Paese. E di non essere ancora una volta traditi

Sala gremita a Roma per la presentazione de gli Stregoni della noitizia. Atto secondoAlberto Bagnai, Marcello Foa, Vladimiro Giacché sabato a RomaSchermata 2018-04-22 alle 17.56.57

Qualcosa sta cambiando in Italia e in bene. Mentre fino ad alcuni mesi fa ogni volta che avevo l’opportunità di partecipare a incontri pubblici, percepivo soprattutto rabbia e in certi casi addirittura rassegnazione, ora sento voglia di reagire, di combattere, di sperare. Non che i problemi di fondo siano stati risolti: la lievissima crescita economica ha semplicemente mitigato i problemi, arrestandone la caduta. La disoccupazione resta su livelli inaccettabili, l’imposizione fiscale è proibitiva e recessiva, le preoccupazioni per le pensioni e la tenuta del sistema sociale immutate. L’altro giorno un amico commercialista mi ha detto: nemmeno al Nord si creano […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2018