Quella voglia degli italiani di cambiare davvero il Paese. E di non essere ancora una volta traditi

Sala gremita a Roma per la presentazione de gli Stregoni della noitizia. Atto secondoAlberto Bagnai, Marcello Foa, Vladimiro Giacché sabato a RomaSchermata 2018-04-22 alle 17.56.57

Qualcosa sta cambiando in Italia e in bene. Mentre fino ad alcuni mesi fa ogni volta che avevo l’opportunità di partecipare a incontri pubblici, percepivo soprattutto rabbia e in certi casi addirittura rassegnazione, ora sento voglia di reagire, di combattere, di sperare. Non che i problemi di fondo siano stati risolti: la lievissima crescita economica ha semplicemente mitigato i problemi, arrestandone la caduta. La disoccupazione resta su livelli inaccettabili, l’imposizione fiscale è proibitiva e recessiva, le preoccupazioni per le pensioni e la tenuta del sistema sociale immutate. L’altro giorno un amico commercialista mi ha detto: nemmeno al Nord si creano […]

  

Cara Botteri, sulla Siria sbagli e ti spiego perché

Foa e Botteri a Tg3 Linea Notte

Il mio intervento di giovedì scorso a TG 3 Linea notte è diventato virale sui social media. Decine di migliaia di condivisioni per aver detto – in un estratto di due minuti – che, come dimostra la Siria e come già avvenuto in Iraq, i giornalisti abboccano troppo facilmente alla propaganda e non imparano dai propri errori. In collegamento, purtroppo solo nei minuti finali, c’era da New York Giovanna Botteri, corrispondente dalla Rai, che naturalmente, dalla mimica facciale, pareva non essere molto d’accordo con me. Diversi lettori mi hanno chiesto: ma com’è andata a finire? Cos’ha detto la Botteri? Potete […]

  

Le prove non ci sono, ma Trump spara lo stesso: orrore!

images-35

L’attacco di questa notte rappresenta un grave errore e una svolta nella politica estera americana. E’ un gesto di intimidazione nei confronti del regime di Assad, ma anche – e forse soprattutto – nei confronti della Russia e dell’Iran. Non ci sono prove sull’uso di armi chimiche alla Douma. Giovedì Macron assicurava di avere riscontri sulle responsabilità di Assad, riscontri che però non ha esibito. Infatti nelle stesse ore il segretario alla Difesa degli Usa James Mattis, in audizione al Congresso, dichiarava che non ci sono vere prove ma solamente indizi forniti da media e social media.  Ciò nonostante l’attacco […]

  

La Siria come Skripal: inganno e follia. Fermate la mano di Trump!

attacco

Attenzione: la situazione in Siria non è mai stata tanto critica. Nel giro di pochi giorni siamo passati dall’annuncio di un possibile ritiro dei soldati americani a quello di un possibile e devastante attacco con i missili su Damasco. Ieri sera Eurocontrol, l’ente che controlla il traffico aereo, ha allertato le compagnie aeree che operano nel Mediterraneo orientale di “possibili attacchi aerei entro 72 ore”. E Mosca ha avvertito Washington e Parigi che risponderà militarmente se quella che considera “la linea rossa sarà superata”. Il rischio di una spirale, e dunque di una guerra, è concreto. E tutto questo su […]

  

Metti una sera con Bagnai e Giacché a parlar di media…

Schermata 2018-04-08 alle 10.57.00

A prendere l’iniziativa sono stati Sebastiano Caputo e Lorenzo Vitelli, che animano un sito fuori dagli schemi come l’Intellettuale dissidente    ed è assai promettente. Già, perché se chiami Alberto Bagnai, Vladimiro Giacché e il sottoscritto a parlare di informazione e di fake news, certamente non si ascolteranno banalità, né verranno rilanciate le solite visioni mainstream  sul ruolo della stampa. Al contrario: si andrà in profondità e con una capacità critica fuori dagli schemi. L’incontro è previsto sabato 21 aprile a Roma, ore 17 , alla Piazza San Salvatore in Lauro e sarà l’occasione per presentare nella capitale il mio […]

  

“Grazie Foa, hai cambiato il mio modo di fare giornalismo”. Belle emozioni a Belgrado

Intervista al primo canale della tv pubblica serbaL'edizione serba de Gli stregoni della notiziaL'intervista al quotidiano Blic

Ho appena trascorso un paio di intensi giorni a Belgrado, dove mi sono recato per presentare l’edizione in serbo del mio saggio “Gli stregoni della notizia”, tradotto magnificamente da Marin Pavic e pubblicato dalla casa editrice Clio, diretta da un uomo intenso, Zoran Hamovic. Intensi e bellissimi perché la Serbia è uno dei Paesi che ha vissuto in prima persona e drammaticamente gli effetti dello spin più estremo, ai tempi della guerra nell’ex Jugoslavia. E da giornalista fa effetto vedere le rovine di un’ala della Tv pubblica che alla fine degli anni Novanta fu bombardata pesantemente dalla Nato. Ma sulla […]

  

Putin è davvero colpevole? Qualcosa proprio non torna nel caso Skripal

caso skripal

Siamo proprio sicuri che ad avvelenare l’ex spia Skripal e sua figlia siano stati i russi? Permettetemi di avanzare più di un dubbio esaminando con attenzione le notizie uscite finora. I punti che non tornano sono questi: Primo. Qual è il movente? Quale l’interesse per Putin? Mi spiego: tutti riconoscono al presidente russo grande sagacia nel calibrare le sue mosse. Eccelle sia nella strategia che nella tattica. Da tempo sappiamo che gli Stati Uniti (i quali trainano l’Europa) sono impegnati in un’operazione di logoramento del Cremlino volto a ottenerne un riallinamento su posizioni filoamericane, che potrà essere ottenuto con certezza […]

  

Come si manipola l’informazione: il libro che ti farà capire tutto

Schermata 2018-03-17 alle 13.22.57

Ci siamo: il mio saggio “Gli stregoni della notizia.Atto secondo”, pubblicato da Guerini e Associati, è in libreria da quattro giorni e i riscontri sono davvero incoraggianti, sia sui media (ne hanno parlato con ampio risalto il Corriere del Ticino, La Verità, il Giornale, Libero, Dagospia), sia da parte dei lettori. Alcuni mi hanno scritto: ma cosa c’è di nuovo rispetto alla prima edizione del 2006? C’è molto: le tecniche usate dai governi per orientare e manipolare i media, che descrissi 12 anni fa, sono valide ancora oggi e vengono applicate ancor più intensamente, per questo le ripropongo anche in […]

  

Il grande cuore dei lettori di questo blog: Panagiotis ce l’ha fatta, grazie a voi

panagiotis

Circa tre settimane fa vi avevo raccontato la storia di Panagiotis Grigoriou e del suo dignitoso ma drammatico Sos. Panagiotis, un apprezzato antropologo la cui vita è stata stravolta, come quella di quasi tutti i greci, dalla crisi e, soprattutto, dai “salvataggi” della Troika, aveva bisogno di raccogliere settemila euro per continuare la sua nuova e obbligata attività, quella di guida turistica indipendente, da cui dipende (letteralmente, purtroppo non è un eufemismo) la sua sopravvivenza. Persona deliziosa e di rara sensibilità, Panagiotis è anche un eccellente blogger, che ha raccontato in questi anni quel che la grande stampa taceva e […]

  

Salvini e Di Maio, che trionfo! L’ondata “populista” non è affatto finita, a dispetto delle élite e dei media

di maio e salviniscreen

Quella del 4 marzo è stata un’elezione storica per tre ragioni. La prima: l’establishment si era illuso che con la vittoria di Macron, la cosiddetta onda “populista”, alzatasi in occasione della Brexit e della vittoria di Trump, avesse esaurito la sua forza propulsiva. Il simultaneo successo del Movimento 5 Stelle e della Lega dimostra che non è così per una ragione molto semplice: quando il malcontento sociale è profondo e duraturo non basta un po’ di cosmesi per controllare l’elettorato. I calcoli sono presto fatti: M5S 32%, Lega 18%, Fratelli d’Italia quasi 5%. Totale: 55% ovvero la maggioranza degli italiani […]

  

“Gli stregoni della notizia. Atto II”. Fuori l’agenda, vi aspetto a Lugano e a Milano

Stregoni Preview

Com’è possibile che certe notizie appaiano – dominando la scena mediatica – e improvvisamente scompaiano senza motivo? L’allarme sulle fake-news è reale o strumentale? Perché i media tendono ad essere conformisti e omologati? Sono queste alcune delle domande a cui rispondo nel mio nuovo saggio “Gli stregoni della notizia. Atto II. Come si fabbrica informazione al servizio dei governi”, pubblicato da Guerini e associati editore, che sarà nelle librerie dal 14 marzo. Lo presenteremo martedì 13 marzo, alle ore 18:00 all’Università della Svizzera italiana (aula A11), assieme a Michele Fazioli (incontro organizzato dall’Osservatorio europeo di giornalismo) e lunedì 19 marzo […]

  

Un nuovo Salvini, un nuovo Di Maio: quelle cose da sapere prima di votare

Piazza Duomo gremita di elettori leghistiLuigi Di Maio ospite a "Porta a Porta"

Da qualche anno le elezioni si decidono allo sprint finale, nell’ultima settimana, confidando negli umori del cosiddetto “elettore liquido” ovvero quella parte dell’elettorato che è decisa ad andare alle urne ma non è motivata da convinzioni profonde. L’altro giorno, ad esempio, in un bar di Milano sentivo due giovani , seduti di fianco a me, che erano indecisi se votare Salvini o la Bonino. Com’è possibile? Direte voi. L’alternativa è estrema e profondamente contraddittoria ma plausibile in quella parte dell’elettorato che non segue costantemente la politica ma matura i giudizi orecchiandoli qui e là e che alla fine, senza ammetterlo […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2018