Livio Caputo sul Giornale di oggi auspica l’uscita di scena ddel ministro per l’Ambiente Pecoraro Scanio per le sue dichiarazioni ultra allarmistiche sul clima (l’articolo potete leggerlo qui), che si sono rivelate infondate. A dirlo non sono dei giornalisti ma il Cnr e addirittura Franco Prodi che è uno scienziato e che è il fratello del presidente del Consiglio. Come voi non mi stupisco più se un politico mente: il virus della propaganda e della disinformazione è dilagante. Ma in una democrazia che cerca di mantenere un minimo di credibilità, quando il titolare di un Dicastero viene smascherato in modo così plateale non può che esserci una soluzione: le dimissioni (tra l’altro mi domando se non ci siano gli estremi del reato di procurato allarme). E visto che ci siamo non sarebbe male se anche Clemente Mastella togliesse il disturbo. Dopo lo scandalo del volo di Stato per assistere al Gp di Monza con il figlio, non ha proprio più titolo a rimanere dov’è. Questa sì sarebbe vera Giustizia.