Attraversi fuori dalle strisce? In Russia può essere reato politico

Nella Russia di Putin anche attraversare la strada fuori dalle strisce pedonali può essere un reato politico. Da ieri lo sa Vladimir Bukovski, l’ex dissidente sovietico, che è stato fermato dalla polizia a San Pietroburgo (ne parlo nella corrispondenza oggi sul Giornale). Bukovski intende candidarsi alle presidenziali di marzo ed è considerato dal regime come un nemico potenziale. Le cose vanno peggio per Garry Kasparov, l’ex campione del mondo di scacchi che un paio di anni fa è sceso in politica. Ha appena scontato 5 giorni di carcere e in un incontro con un gruppo di giornalisti stranieri, tra cui […]

  

Quello spot non è razzista. Anzi

*UPDATE* Su IlGiornale.it di oggi il mio articolo: Svizzera, spot in tv per dire agli africani: “State a casa” Su Internet, soprattutto sui siti di sinistra, circola con toni scandalizzati la notizia che il leader della destra nazionalista Blocher (che molti descrivono come populista e xenofobo) avrebbe fatto trasmettere uno spot in Nigeria per scoraggiare gli africani a venire in Svizzera. Il sito di Repubblica, ad esempio, titola perfidamente: Video durante la partita con la Nigeria “Africani, la Svizzera è inospitale”. Ma l’iniziativa è tutt’altro che razzista, bensì, secondo me, sacrosanta. Non è di Blocher ma di un’organizzazione internazionale e […]

  

Chi è disposto a ricevere il Dalai Lama?

Il Dalai Lama sta per arrivare in Italia e le nostre autorità sono in imbarazzo. Riceverlo o no? Qualche settimana fa la Merkel ha deciso per il sì, Bush gli ha addirittura conferito una delle massime onoreficenze statunitensi. Ma si tratta di eccezioni. Ora Prodi deve decidere come comportarsi e così il governatore della Lombardia Formigoni e il sindaco di Milano Moratti. Cosa rischiano è noto: un pesante boicottaggio economico. In particolare Milano è in una posizione delicata perchè è in corsa per l’assegnazione di Expo 2015 e il presidente della Bie l’Ufficio internazionale delle fiere è un cinese. Una […]

  

Attenti, in Veneto è iniziata la rivolta dei comuni

La notizia non è ancora arrivata sulle prima pagine dei grandi giornali né, a quanto ne sappia, sui Tg nazionali, ma è assai rilevante. Si tratta di questo: il sindaco di un paese del padovano, Cittadella, ha deciso che da adesso in avanti la residenza verrà concessa solo a chi – italiano o straniero – dimostra di avere un reddito superiore a 5mila euro annui se è single e di più se sposato con figli. La procura di Padova ha aperto un’inchiesta perché la misura è in contrasto con la direttiva Ue sulla libera circolazione delle persone, mentre il ministro […]

  

E alla fine vincerà il referendum…

Gli sviluppi politici sono così rapidi che molti elettori si sentono disorientati. Hanno voglia di novità e Berlusconi a destra e Veltroni a sinistra hanno soddisfatto questa sete, ma nessuno capisce quale sistema elettorale abbiano in mente. Comè possibile garantire stabilità e alternanza contando sul proporzionale? E siamo sicuri che il sistema tedesco funzioni? L’esperienza dimostra che la risposta è sì quando tre al massimo quattro partiti entrano in Parlamento superando lo sbarramento del 5%. Se sono di più la governabilità non è più assicurata. E oggi in Italia non è difficile prevede un Parlamento con Il partito popolare delle […]

  

L’ultima di Fioroni: corsi di tiro nelle Superiori (forse)

E’ uno scoop di Franco Bechis su Italia Oggi . Il ministero della Pubblica istruzione Giuseppe Fioroni permette agli istituti superiori un corso di tiro a segno in alternativa alla più classica ora di educazione fisica. Insomma, vuole insegnare ai ragazzi tra i 14 e i 18 anni come si usa una pistola o un fucile ad aria compressa; come si prende la mira, come non sbagliare bersaglio. Sono ammirato di fronte a tanta saggezza. Io non ho nulla contro chi pratica il tiro, ma di solito ci si avvicina a questo sport su base volontaria. Generalizzarlo senza filtri rischia […]

  

La stampa di sinistra non sa più giudicare Berlusconi?

Facendo la rassegna stampa per Prima pagina, la trasmissione di radio3 Rai che conduco questa settimana, sono rimasto colpito dall’assenza di analisi da parte della stampa di sinistra sull’annuncio di Berlusconi. L’Unità ha pubblicato un corsivo sferzante nei toni, ma privo di contenuti politici, Il Riformista ha pubblicato un editoriale pacato, come tutti i pezzi del direttore Paolo Franchi, ma interlocutorio; la Repubblica ha fatto partire in prima un commento di Ceccarelli sul Berlusconi giacobino, ma nemmeno tre righe di vero commento. Insomma, sono disorientati. Perchè? Probabilmente devono ancora capire se l’uscita del Cavaliere agevola o complica il compito di […]

  

Droga, i ragazzi che reagiscono. Ma se ci caschi riesci a uscirne?

L’intervista a Riccardo Gatti ha suscitato diverse reazioni. Bene! Alcuni di voi mi hanno scritto personalmente, offrendo nuovi spunti. Alcune sono storie belle: un amico, ad esempio, mi ha raccontato che nella scuola di suo figlio i ragazzi si sono coalizzati per isolare uno studente che cercava di spacciare droga. Gliele hanno suonate di santa ragione e oggi quel giovane, di buona famiglia e fino a pochi giorni fa insospettabile, è visto come un alieno: la droga anzichè creare consenso ha finito per emarginarlo dal suo gruppo. Ma non sempre va così. Un lettore di questo blog Andrea, ha raccontato […]

  

La Gran Bretagna si è arresa ai fondamentalisti islamici?

Confesso che non capisco più gli inglesi, sembrano aver rinunciato a combattere l’Islam fondamentalista e ciò nonostante gli attentati di Londra e risaputi problemi di integrazione. Anzichè stringere le maglie, le allargano. I segnali sono tanti: il governo che nomina consulente Tariq Ramadan e che continua a tollerare prediche oltranziste; la direttrice di una scuola che ordina a tutti gli allievi (cristiani) di vivere un giorno da musulmani, obbligando le bimbe a portare il velo e separandole dai maschietti (ne ho parlato in un articolo sul Giornale qualche giorno fa) e nessuno si ribella. Ieri le agenzie hanno battuto la […]

  

Da lunedì conduco Prima pagina su Radio3 Rai

Cari amici del blog, per una settimana potremo dialogare anche via radio, ben inteso se ne avrete piacere. Da lunedì mattina infatti conduco “Prima pagina”, la storica rassegna stampa di Radio 3 Rai. Come molti di voi probabilmente già sanno, la trasmissione prevede la lettura dei giornali dalle 7.15 alle 8, poi il filo diretto con i lettori fino alle 8.35. Per esperienza so che la trasmissione offre molti spunti di riflessione che quest’anno, per la prima volta, trasferirò in parte anche sul blog. A chi fosse interessato ricordo il Numero verde: 800 050 333 e le frequenze di Radio […]

  

I ragazzi-tiranni e l’orrore esibito su Internet

La notizia è agghiacciante, ma purtroppo non sorprendente. Una studentessa di 16 anni è morta schiacciata da un autobus e diversi dei suoi compagni di classe impassibili hanno filmato e fotografato con i cellulari la scena raccapricciante della giovane con la testa sfondata. Poi hanno pubblicato i video su You Tube (ora per fortuna rimossi). Contemporaneamente Eursispes e Telefono azzurro hanno pubblicato il rapporto sull’infanzia e la gioventù dal quale emerge un ritratto sconfortante: questa è la “now generation”, la generazione del tutto e subito. I bambini sono prepotenti, i giovani sicuri di sé e con molte pretese. Non tutti, […]

  

Ma i sindacati sono democratici?

Sarkozy aveva promesso in campagna elettorale che avrebbe rivisto il regime pensionistico privilegiato di cui beneficiano alcune categorie di lavoratori: ferrovieri, dei dipendenti dei trasporti urbani, del gas e dell’elettricità, che, come spiega nelle sue corrispondenze sul Giornale Alberto Toscano, possono lasciare il lavoro con il massimo della pensione tra i 50 e i 55 anni di età. Il presidente è stato di parola. E un’ampia maggioranza di francesi sono con lui, peraltro anche quando chiede che sia garantito un servizio minimo in caso di scioperi. Ma, com’è accaduto in passato in Francia e come avviene anche in Italia, i […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2017