Se qualcuno aveva ancora dubbi sulla natura del governo turco ora è servito: il parlamento ieri ha approvato in prima lettura che permette alle studentesse di indossare il velo nelle università. E diversi deputati dell’Akp invocano la liberalizzazione del “turban” anche in Parlamento. La reislamizzazione strisciante continua; a quanto pare non solo in Turchia. Poche ore fa, l’arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams, in un’intervista alla Bbc ha dichiarato di ritenere «inevitabile» l’introduzione nel sistema giuridico britannico alcune parti della Shaaria, la legge islamica. Ma è impazzito?