Fisco e famiglie: stop a un’ingiustizia tutta italiana

Non è una questione di  destra o di sinistra, ma di buon senso. L’Italia è uno dei pochi Paesi al mondo che a parole riconosce l’importanza della famiglia, ma che nei fatti non fa nulla per incoraggiare le coppie ad avere più di un figlio. Anzi, penalizza i nuclei numerosi. Le detrazioni sono irrisorie, con il risultato che oggi una famiglia con tre o quattro figli paga le stesse tasse di un celibe o di una con solo un figlio. E’ un’assurdità a cui molti Paesi hanno cercato di porre rimedi. Molti cantoni svizzeri, ad esempio, riconoscono detrazioni fiscali di 9-10 mila […]

  

E la droga sparisce (dalla campagna elettorale)

Sembra ormai una costante nei Paesi occidentali: ogni volta che si entra in campagna elettorale, il problema droga diventa marginale. Francia, Stati Uniti, Italia: stesso copione. Nei programmi dei partiti al più si trovano generiche condanne, vecchie proposte riguardanti marjuana ed eroina, ma talvolta nemmeno quelle. Eppure le statistiche dimostrano che gli stupefacenti sono sempre più diffusi nelle nostre società, come spiega da tempo un esperto del calibro di Riccardo Gatti. Nelle scuole, ma non solo. Ormai farsi di cocaina o di hashish è corrente in molti ambienti. E secondo l’ International narcotics control board dell’Onu, i narcotrafficanti avrebbero deciso di accentuare ulteriormente la […]

  

Internet fa bene ai giornali

I giornalisti di solito non amano le critiche e fino a quando non esisteva Internet erano soliti fare spallucce quando ricevevano lettere di protesta. Rispondere? Raro. Correggere i propri errori? Quasi mai. L’avvento della Rete e dei blog sta costringendo i media  a ripensare la professione, rendendola più flessibile e umile. Chi legge “il cuore del mondo” sa che il sottoscritto accoglie con favore questa evoluzione, anche se non bisogna credere che i mezzi d’informazione tradizionali stiano scomparendo. Anzi, restano più che mai influenti e la campagna elettorale americana lo dimostra: a spostare i voti sono gli interventi in televisione di […]

  

Attenti, la Russia potrebbe vacillare (di nuovo)

Non c’è euforia nelle strade di Mosca all’indomani delle vittoria di Medvedev. L’umore della gente oscilla tra l’indifferenza e il pessimismo. Eppure la Russia dovrebbe essere ricca e il corso putiniano continuare. Perché, dunque, questo clima? Nel futuro della Russia si addensano diverse nubi. Innanzitutto: nessuno  crede all’ipotesi del doppio zar, che storicamente è destabilizzante e foriera di sventure. Tra i due – Putin e Medvedev – solo uno rimarrà in sella. Lo dicono amici e nemici del Cremlino (che ho interpellato in questo articolo). Inoltre, lo strombazzato riarmo nucleare sembra essere un bluff: dal punto di vista militare la Russia continua […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2019