L’America offre alla Cina la spartizione del trono

Il vertice sino-americano che si è appena concluso a Washington non ha permesso di raggiungere risultati concreti. Tante promesse, le solite promesse. Eppure passerà alla storica, perchè nel discorso pronunciato lunedì, Barack Obama ha di fatto offerto a Pechino una conduzione congiunta dei destini del mondo. «I destini del Ventunesimo secolo dipenderanno dalle relazioni tra i nostri due Paesi», ha affermato. Vero, ma fino a pochi mesi fa si supponeva che la guida sarebbe rimasta saldamente in mano agli Usa almeno fino al 2040. Invece Obama ha promosso la Cina sul campo con 30 anni d’anticipo. Il suo discorso infatti non […]

  

Afghanistan, basta piagnistei: andarsene o combattere

Non sopporto la litania dell’opinione pubblica italiana ogni volta che un soldato italiano viene ferito o, purtroppo, ucciso in Afghanistan. Ogni volta è come se i giornali scoprissero che in quella terra c’è da combattere; perchè, piaccia o no, questa è la realtà: la nostra non è più una missione solo di peacekeeping, ma di guerra coordinata con le truppe alleate, in risposta agli attacchi dei talebani. Ci si può chiedere se sia accettabile che il conflitto sia ancora in corso quasi otto anni dopo la prima offensiva contro Al Qaida e i talebani. E’ una domanda legittima, che chiama in causa le responsabilità degli Stati […]

  

La riforma di Obama e il sogno (o l’utopia) della Sanità per tutti

Sul Giornale di oggi mi sono occupato della riforma sanitaria proposta da Obama. Un dato appare chiaro: da quando ha messo in cantiere le nuova legge il presidente americano ha perso 15 punti percentuali: il suo gradimento è sceso dal 70 al 45%. L’attuale sistema è basato sulle assicurazioni private con due importanti eccezioni: il programma di salute per gli anziani (Medicare) e per i poveri (Medicaid) che sono a carico dello Stato, con costi elevatissimi: oltre 2.200 miliardi di dollari che in prospettiva sono destinati a raddoppiare. L’aspetto per noi più choccante è che oggi 48 milioni di americani […]

  

Influenza suina, l’inganno continua…

La mia tesi sull’influenza suina (vedi i post su questo blog) , ovvero che si trattasse di un allarme gonfiato ad arte, ha trovato conferma: nel mondo decine di migliaia di persone sono state contagiate, ma i morti sono poco piu’ di 150. Il virus e` tutt`altro che letale. Eppure l`allarmismo continua e ora le compagnie britanniche vogliono bloccare a terra chiunque mostri i sintomi del contagio. Insomma bastera` uno starnuto per vedersi rifiutato l’imbarco. Un delirio. A vantaggio di chi?La scorsa primavera l`allarme era servito a distrarre l`opinione pubblica dalla recessione (paura scaccia paura), ora ho l`impressione che l`interesse […]

  

Clandestini, la strana solidarieta’ dell’Unione europea

Secondo Le Monde la Francia accettera’ di ospitare alcuni dei clandestini che sbarcano nel sud dell`Europa, idem la Germania e qualche altro Paese, anticipando la Commissione europea che intende occuparsi finalmente del problema dei clandestini, che , come noto, riguarda solo i Paesi del Su dell’Europa come Italia, Spagna, Grecia, Malta. Bene,a zni no. Perche’, sempre secondo Le Monde, la Francia ospitera’ 90 clandestini e gli altri Paesi non piu’ di 30 ognuno. Cifre ridicole e soprattutto perche’ la Ue intende semplicemente sollecitare gli altri Paesi, quelli del nord, a mostrarsi solidali con quelli del sud. Il suo e’ un […]

  

Beppe Grillo e Pd, che triste spettacolo…

Fino a qualche tempo fa seguivo Beppe Grillo con simpatia, ritenevo che certe sue provocazioni fossero salutari e contenessero anche una buona dose di verità. Ora non lo leggo più: le sue argomentazioni sono sovente pressapochiste e intrise di un populismo da bar che non sopporto più. L’uomo si è dimostrato molte volte incoerente.  Fa politica, ma lo nega. Manda allo sbaraglio i comitati civici senza esporsi in prima persona, ma ora che gli fa comodo ne rivendica la paternità. In un’intervista all’Agr ha dichiarato che vuole correre per la segreteria del Pd, ma che non intende candidarsi al Parlamento. Nel suo penultimo […]

  

Attenti, sono tornati i predoni della finanza. Nuova crisi in vista?

 Vedo addensarsi nuove nubi sul cielo dell’economia  mondiale e in particolare di quella americana. Pochi ne parlano, perlomeno sulla stampa italiana, ma la California, ovvero l’ottava economia al mondo, è sull’orlo della bancarotta, come spiego in questo articolo e il rischio di un tracollo finanziario non è più da escludere, con ripercussioni facilmente immaginabili. Inoltre: la disoccupazione continua a crescere, il mercato immobiliare continua a crollare, i mancati pagamenti sulle carte di credito sono ai massimi storici, la fiducia dei consumatori ha ripreso a scendere. E le prospettiova di ripresa dell’economia reale sono molto più flebili del previsto. Ma soprattutto le grandi banche d’affari sono […]

  

Il decreto anti-blog? Inutile, basta il buon senso

Alcuni di voi mi hanno chiesto se ero favorevole o contrario allo sciopero dei blog, promosso da un collega, Alessandro Gilioli, che conosco bene e che stimo, sebbene non sia sempre sia d’accordo con lui. Mi sono documentato, ho seguito alcune polemiche (ad esempio Orientalia 4all e Wolly ) e ho tratto questa conclusione: – La norma è prevista nel decreto Alfano che mira a punire la pubblicazione illegittima delle intercettazioni. Ha dunque una finalità specifica. – Tuttavia, interpretata alla lettera, permetterebbe un’estensione quasi illimitata del diritto di rettifica, dunque ben oltre gli scopi del Decreto. – I blog per […]

  

Usa-Russia, la distensione è solo apparente?

Le agenzie di stampa ieri hanno dato il tono definendo “storico” l’accordo tra Medvedev e Obama e oggi quasi tutti i giornali italiani hanno seguito a ruota. In realtà l‘intesa sul disarmo nucleare non è affatto memorabile ma rappresenta un lievissimo progresso rispetto al Trattato del 2002 con una riduzione da 1700 a 1675 del numero massimo delle testate nucleari. La novità principale scaturita dal summit è di tono. Ben venga. I due Paesi dimostrano l’intenzione di dialogare, rinunciando alla retorica da Guerra fredda che hanno caratterizzato l’ultima fase della presidenza Bush. Mosca, come ho spiegato in questa analisi, persegue […]

  

Per una settimana sarò a Radio Tre ogni mattina

Da domani mattina per una settimana condurrò Prima Pagina, la rassegna stampa di Radio Tre, che è divisa in due parti: la lettura dei giornali dalle 7.15 alle 8 e poi il filo diretto con gli ascoltatori dalle 8 alle 8.40 circa. Chi fosse interessato può seguire la trasmissione in diretta o in podcast collegandosi al sito di prima pagina o sintonizzandosi alla radio (trovate qui le frequenze). Per intervenire in diretta potete chiamare il numero verde: 800 050 333. La linea è aperta a tutti; anche agli amici di questo blog e con molto piacere…

  

L’altro popolo italiano: quello dello scontrino non fiscale

Piccole scene di ordinaria evasione fiscale. Vado in lavanderia, ritiro le giacche che ho lasciato qualche giorno prima. Affrancata sulla confezione di plastica c’è lo scontrino. Sembra tutto regolare. Ma poi quadro meglio: in basso, quasi invisibile c’è scritto non fiscale. E allora chiedo: ma questo è lo scontrino? E la signora, con l’aria un po’ scocciata, mi dice: “Glielo faccio subito”. Smanetta sulla cassa e mi stampa una vera ricevuta fiscale. Esco, arriva suo marito: guida un’auto sportiva dal valore di almeno 50-60 mila euro. Ripenso a quante volte sono andato in quella lavanderia e se in passato mi […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2017