Dopo un lungo torpore, la Sec, autorità di controllo di Borsa, ha accusato Goldman Sachs per frode. Più volte su questo blog ho denunciato l’impunità dei responsabili del crack finanziario del 2008 e questa notizia è benvenuta.

Tuttavia è presto per affermare che si tratta di vera svolta. In passato altre volte sono stati aperti procedimenti contro i banksters (banchieri-gangsters), che poi sono finiti nel nulla. La lobby è molto potente e ben radicata. Ed è pronta ad usare l’arma suprema ovvero a indurre un nuovo tracollo delle Borse, secondo la logica: se colpite noi viene giù tutto. D’altronde fu così che nel 2008 strapparono il sì al primo pacchetto d’aiuti governativi e poi, nella primavera 2009, la modifica delle norme contabili e l’assicurazione da parte dei governi che nessuna banca sarebbe stata fatta fallire, che diede vita al lungo rally.

Ieri le Borse hanno subito pesanti perdite, come non accadeva più da mesi e l’umore sul mercato, segnalano gli analisti, è improvvisamente cambiato.

Come dire: siamo ancora sotto ricatto… O sbaglio?