Ma chi rifila agli italiani 40 miliardi di euro di derivati?

Raccomando la lettura della relazione del presidente della Consob Lamberto Cardia, in cui fotografa la realtà finanziaria degli italiani. Alcuni dati sono prevedibili: forte propensione al risparmio, quota investita in depositi e risparmi postali attorno al 44%. Atri dati, però sono sorprendenti. – La quota investita in titoli di Stato è scesa dal 18 al 15% circa. Per contro è aumentata la quota di ricchezza investita in obbligazioni (dal 13 al 15% circa) e in particolare in quelle bancarie. – Nell’ultimo triennio sono stati collocati presso i risparmiatori retail italiani prodotti strutturati per circa 40 miliardi di euro all’anno, valore […]

  

Da adesso anche su Twitter…

Da oggi, chi lo desiderasse, può seguirmi anche su Twitter digitando MarcelloFoa (tutto attaccato). E’ un modo in più per restare in contatto… Vi aspetto!

  

Dal G8 via libera al raid di Israele contro l’Iran?

I giornalisti hanno i riflessi lenti o forse sono talmente abituati a ricevere lo spin da aver perso la capacità di discernere in modo autonomo le notizie. I grandi titoli del G8 riguardavano oggi la spaccatura sulla tassa sulle banche, i timori per la ripresa, con una coda italiana sul caso Brancher. Eppure c’era una notizia. Vera. Riguarda Israele e l’Iran, ma è stata registrata come un elemento secondario dai grandi quotidiani nazionali o addirittura ignorata. Sabato, nel comunicato finale del summit gli otto Grandi hanno dichiarato: «Siamo profondamente preoccupati per la continua mancanza di trasparenza dell’Iran riguardo alle sue […]

  

Usa, approvata la legge per “spegnere” Internet…

Questo è un post brevissimo. Il 18 giugno segnalavo su questo blog il progetto di legge che avrebbe conferito a Obama il diritto di spegnere Internet. Lo aveva presentato il senatore Lieberman e qualche commentatore aveva tentato di scagionare il presidente, sostenendo che la Casa Bianca non era coinvolta e per questo non poteva essere accusata di volersi appropriare di un enorme potere di controllo. E invece la Casa Bianca era consapevole e consenziente. Di solito quando al Congresso approdano proposte sgradite, il presidente lo fa sapere e, all’occorrenza, alza la voce, fino a minacciare il veto. In questi giorni, […]

  

Obama come Carter, non controlla più i suoi uomini…

Jimmy Carter fu un presidente sfortunato, ma anche sprovveduto. Lasciò briglie sciolte ai suoi collaboratori, i quali erano di fatto liberi di parlare con i giornalisti e di esprimere le proprie opinioni, che spesso erano in contrasto o perlomeno diverse rispetto a quelle ufficiali della Casa Bianca. Una pacchia per i reporter che si risolse in un grave danno d’immagine per l’Amministrazione, che dava l’impressione di essere senza guida, scombinata, divisa. Da allora ogni presidente, a cominciare da Reagan, impose una disciplina molto più severa e con il passare degli anni si è passati all’estremo opposto: un controllo troppo stretto, a tratti soffocante, […]

  

Ma la Padania esiste davvero? In un certo senso sì…

Sgombriamo il campo da un equivoco. Fini, quando afferma che la Padania non è mai esistita, ha tecnicamente ragione. Le stesse pubblicazioni leghiste non riescono a dimostrare l’esistenza di un’istituzione padana consolidata nel corso dei secoli. Giancarlo Pagliarini e Gilberto Oneto, nel loro saggio del 1998, Le 50 ragioni della Padania, popolarissimo tra i simpatizzanti di Bossi, scrivono «che la Padania ha avuto lunghi periodi di unità, con i Longobardi, all’interno dell’Impero Romano-Germanico, con la Repubblica Cisalpina, e poi con il napoleonico Regno d’Italia che comprendeva solo la parte settentrionale della penisola». Citazioni che risultano, peraltro, approssimative. La Repubblica Cisalpina, […]

  

Le regioni a statuto speciale? Ecco i dati. Aboliamole…

Nei giorni scorsi ho scritto per il Giornale un’inchiesta sulle regioni a statuto speciale, per sapere quanto costano davvero allo Stato. Sono emerse queste verità: – Tutte e e cinque sono in passivo, dunque incassano dallo Stato centrale più di quanto versino. – A sorpresa, la Valle d’Aosta ha la spesa pubblica pro capite più elevata con 8744 euro. – Considerando però anche le entrate, il quadro cambia. Il deficit della Valle D’Aosta risulta di appena 617 milioni di euro, quello della Sicilia di quasi 22 miliardi, la Sardegna segna 7 miliardi, le altre due regioni si limitano a rossi di […]

  

Attenti: Obama avrà il potere di spegnere internet…

I grandi media non ne parlano, l’opinione pubblica è distratta dalla finale di nba e dai  mondiali di calcio, le news sono dominate dalla vicenda Bp-macchia di petrolio. Intanto però il Senato Usa sta esaminando una legge rivoluzionaria, presentata dal democratico Joe Lieberman, che darebbe  a Obama il diritto di spegnere internet. La misura è contemplata nel pacchetto per combattere il cyberterrorismo, ma i pochi che ne hanno parlato la ritengono senza precedenti e potenzialmente liberticida, come scrivo sul Giornale oggi. In caso emergenza, il presidente degli Usa avrebbe la facoltà di obbligare i maggiori provider e i siti di […]

  

In lotta per conoscere le radiazioni del cellulare. Chi ci sta?

Il sindaco di San Francisco, ha deciso che i cellulari in vendita nella sua città indichino oltre al prezzo e alle caratteristiche tecniche, anche il livello di radiazioni, misurato dal cosiddetto SAR (Specific Absorption Rate), altrimenti detto tasso di assorbimento specifico. Oso dire: finalmente…. Un paio di anni fa chiesi a un negoziante di Milano di indicarmi quale fosse il cellulare con il minor livello di radiazioni. Mi guardò come un marziano, non sapeva nemmeno cosa fosse il SAR. La mia non era una domanda retorica, ma dettata da un bisogno concreto (mi scuso se per una volta parlo della […]

  

Arrivano notizie disastrose, ma le Borse volano…

Che cos’è successo sui mercati finanziari? Fino a una settimana fa basta il battito d’ali di una farfalla per far cadere l’euro e le Borse. Ora invece l’orientamento sembra improvvisamente cambiato. Continuano ad arrivare notizie molto negative, cito le ultime quattro: – lo stato disastroso delle banche spagnole – il nuovo livello record del debito pubblico italiano – il declassamento a livello di “spazzatura” dei titoli di Stato greci – Il rallentamento dell’attività economica in Germania Eppure la borse da ben quattro sedute salgono, come se improvvisamente le angosciate analisi di dieci giorni fa sulla solidità e l’avvenire della zona euro non […]

  

L’agenda 2010 del Bilderberg. E i suoi membri (anche italiani)

Il Bilderberg è il club più esclusivo del mondo, a cui partecipano grandi leader politici e dell’economia americani ed europei. Quel che caratterizza questo club è l’assoluta segretezza. Esistono altri consessi di potenti, come il Forum di Davos; ma nessuno di questi agisce nel riserbo totale e a nessuno dei partecipanti è imposto di non svelare nulla degli argomenti discussi durante i lavori. Al Bilderberg invece vige la regola del silenzio assoluto: non solo non si può riferire niente, ma non si può nemmeno ammettere di farne parte. Da qualche anno,però, le liste dei partecipanti escono grazie a qualche talpa. […]

  

Lotta all’evasione: perché non iniziare al sud?

Ho appena finito di leggere “Il sacco del nord”, di Luca Ricolfi (Guerini editore). Saggio, ben documentato, ma coraggioso nell’analisi. Ricolfi smonta uno dei luoghi comuni più diffusi ovvero che a evadere le tasse siano soprattutto  i cumenda e i piccoli imprenditori del nord; in realtà Lombradia, Emilia, Veneto sono le regioni dove l’evasione è più bassa; mentre quelle del sud evadono massicciamente, con punte stratosferiche in Calabria, Campania, Sicilia, dove pochi pagano le tasse. L’evasione è una dei motivi principali dell’arretratezza del meridione, unitamente alla presenza di ‘ndrangheta, camorra, mafia e alla straordinaria inefficienza dei servizi pubblici. Dunque per dare una chance […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2017