Fino a qualche tempo fa si poteva (e talvolta si doveva) dissentire da Bossi, ma nessuno poteva mettere in dubbio il suo straordinario fiuto. Vero animale politico, Umberto sapeva anticipare le svolte della politica e cogliere prima di qualunque altro gli umori di una parte importante dell’elettorato del nord e, negli ultimi tempi, anche di regioni insospettabili come Toscana ed Emilia Romagna.

Da qualche mese, però, Bossi sembra aver smarrito la bacchetta magica. Il leader ultraflessibile è diventato improvvisamente rigidissimo, quasi ottuso; colui che prevedeva il futuro ora vive nel passato; il capo capace di giudicare gli uomini con un’occhiata, facendo affidamento sul suo istinto, non sa più distinguere “quelli buoni” dai furbastri.

Ma soprattutto non è più in sintonia con il suo popolo, non sa più interpretarlo. La gente del nord, la base leghista, gli rimprovera atteggiamenti incongruenti sull’immigrazione, ma soprattutto sull’economia: dove sono i provvedimenti a favore delle piccole e medie imprese? E quelli in difesa del territorio?

Il problema principale di Bossi si chiama Tremonti, che alla maggior parte degli italiani appare per quello che è: un ministro capacissimo ma incoerente e vessatorio, che a parole diceva di voler difendere l’Italia produttiva, ma che in realtà ha continuato a penalizzare, addirittura peggiorando la situazione rispetto a Visco, sul fronte delle imposizioni fiscali.

Il Bossi di una volta non si sarebbe fatto ingannare, quello di oggi continua a non capire chi sia Tremonti, continuando a difenderlo a spada tratta. E anziché avviare una nuova fase nella Lega, portando il partito sulla via della maturità, rispolvera slogan secessionisti vetusti, insulti personali, che un tempo intimorivano i suoi nemici e seducevano i suoi seguaci, smuovendo sempre e comunque le acque della politica, mentre oggi provocano soprattutto fastidio o sconcerto.

Così danneggia se stesso e trascina la Lega verso un declino elettorale che solo l’anno scorso appariva inverosimile. O sbaglio?

Tag: , , , , , ,