Sarà che non vivo più in Italia, ma non riesco a capire tutta questa frenesia attorno a Fazio e Saviano. Ferrara che martella, Grasso che ironizza, la vignetta di Vauro scandalizza e persino il Fatto rompe il fronte della sinistra… Ma per che cosa? Per un presentatore come Fazio, il cui servilismo con gli ospiti in studio è francamente imbarazzante e per uno scrittore come Saviano che ha scritto un bel libro, ma non proprio suo, zeppo com’è di materiale altrui non attribuito e la cui pochezza intellettuale è disarmante. A proposito: ma se è così bravo, perchè non scrive un altro libro, anzichè riciciare raccolte di articoli tendenzialmente retorici e costantemente noiosi?

Passata la sbornia di “Vieni via con me” dovrebbe essere chiaro a tutti chi siano davvero Fazio (un conformista) e Saviano (uno qualuqnue che certi ambienti hanno strumentalizzato). Non meritano una frenesia mediatica che, peraltro, finisce per fare il loro gioco. Ignoriamoli, sarebbe la risposta più semplice in un Paese nel quale, peraltro, non mancano le menti brillanti e gli intellettuali liberi, ma che raramente trovano spazio sui grandi media, come da costume in questa strana Italia, che premia i mediocri ma ben ammanicati e svilisce l’eccellenza

Tag: , ,