Euro: un accordo che serve a poco

Non riesco proprio ad unirmi al coro degli “urrah” per l’esito del vertice europeo. Infatti: l’accordo “anti-spread” strappato da Monti mi sembra paliativo: il vero problema, irrisolto, è la leva rappresentata dai derivati e non basterà certo una clausola che permetta agli Stati di attingere al fondo Salva-Stati per bloccare e tantomento scongiurare un accordo speculativo. Anche il piano da 130 miliardi per la crescita europea, per quanto roboante, appare privo di contenuti. Dove trovano i soldi? Come li impiegheranno? Risposte concete mancano. Anche in questo caso più che una decisione appare un annuncio da pubbliche relazioni. L’unica buona notizia […]

  

Crisi euro, ecco a cosa mirano

Per una volta Mario Monti è stato sincero, l’atro giorno ha dichiarato che lo scopo finale dell’attuale crisi è di creare un’unione politica europea. Non ha specificato come, ma per chi sa come funzionano certe logiche non è un mistero: le crisi, come ha ammesso lo stesso Monti in una conferenza, servono a generare un’emergenza in nome della quale si impongono a popoli ed elettori norme che altrimenti accetterebbero difficilmente. Quando spingi, a parole, un Paese sul bordo del precipizio puoi ottenere quel che vuoi. In Italia il “film” è andato in onda più volte e sempre con lo stesso […]

  

E ora povertà eterna per la Grecia

Se, come sembra, i partiti pro euro hanno vinto in Grecia, la conseguenza immediata sarà un rialzo, verosimilmente effimero, dell’euro. Effimero perché i problemi dell’Irlanda, del Portogallo e, soprattutto, della Spagna restano tali e perché anche l’Italia sta finendo nel vortice del debito. Per i greci significa approvazione del memorandum ovvero di un programma durissimo e insensato, voluto dal Fondo monetario internazionale e da una donnetta senza alcun spessore politico quale si sta dimostrando sempre  di più la Merkel, che avrebbe potuto risparmiarsi il commento infelice di questa sera (“I greci ora dicano grazie”). Grazie di che? I greci hanno […]

  

Euro, gli aiuti… che uccidono

Sarò all’antica, ma non riesco a capire la logica degli aiuti o forse la capisco fin troppo bene. Li chiamano aiuti, ma in realtà sono un cappio al collo di chi li riceve, secondo un meccanismo che gli economisti senza paraocchi hanno illustrato da tempo. Storia vecchia, considerato che il debito rappresenta la formula più efficace di dominazione. Chi si indebita e non è sorretto da ingenti risorse proprie, perde la propria libertà. Vale per i privati, per la aziende e per gli Stati. I perversi meccanismi europei del cosiddetto Fondo Salva Stati (Esf) hanno però introdotto una variante diabolica: […]

  

Non ti indago, ma ti perquisisco la casa

Titolo di giornale: Finmeccanica, perquisito Gotti  Tedeschi. “Ma l’ex pridente Ior non è indagato”. Non capisco: se uno non è indagato perché deve essere sottoposto a un fatto traumizzante o invasivo come la perquisizione della casa? Questa è un’operazione che va condotta quando ci sono indizi pesanti e nell’ambito di una procedura regolare. Qui invece passa, pericolosamente, il principio opposto: ti possono perquisire la casa anche se non hai ricevuto un avviso di garanzia. Non conosco personalmente Gotti Tedeschi, l’ho incrociato solo una volta a un convegno, e non so se le polemiche che hanno accompagnato la sua estromissione dallo […]

  

Presidente Napolitano, ci spieghi…

Un amico mi segnala un video di qualche settimana fa, in cui il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, invita le forze dell’ordine italiane a battersi “per la creazione di un nuovo ordine mondiale”. Frase che a qualcuno potrebbe sembrare retorica, ma che in realtà non lo è affatto, considerato il caos in cui sono precipitate alcune zone del pianeta, dentro e fuori dalla zona euro. Oggi viviamo nel disordine mondiale, dal quale dovrebbe emergere un nuovo assetto mondiale, stando agli auspici di una certa élite internazionale, molto influente quanto discreta nell’esternare i propri disegni e le proprie ambizioni. Di quell’élite […]

  

Montezemolo “batte” Pdl e Pd…

Ricordate il post sulla necessità dell’Obama italiano? Mentre il Pdl continua a puntare su Alfano, dunque sul proprio suicidio, e Bersani fa forse persino di peggio ipotizzando l’appoggio a una fantomatica lista civica Saviano (lista che per il bene dell’Italia mi auguro non nasca mai), Montezemolo ha capito che le vecchie formule non funzionano e che anche la sua faccia è vecchia. Dunque punta su una leader giovane, Irene Tinagli, che non conosco e che pertanto non posso valutare. Tuttavia, conoscendo Montezemolo e il suo mondo, dubito che il suo movimento possa avere successo proprio perchè la matrice è troppo […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2017