In attesa di riprendere a bloggare a pieno ritmo, formulo a tutti voi i migliori auguri per il 2013. E all’Italia un governo che faccia finalmente gli interessi del Paese e non più quelli di una certa élite finanziaria che usa il ricatto dei mercati a fini politici, dunque un governo che difenda la piccola e media impresa, che affronti il tema del debito pubblico senza le banalità fuorvianti della stampa mainstream, un governo che abbia il coraggio di porre all’opinione pubblica la questione della sovranità scippata in silenzio al popolo, un governo che sappia farsi valere nell’Unione europea anziché assecondare supinamente decisioni che vengono prese in modo opaco e non democratico.

Comunque, un’Italia che, per quel che valgono ancora le elezioni, abbia il coraggio di far fallire i progetti di un personaggio come Mario Monti.