In questi giorni è nata una nuova iniziativa, che ho contribuito a creare con alcuni esponenti della Società Civile. E’ un sito “Capire davvero la crisi” che in buona parte riflette lo spirito di questo blog. Solo informando bene, solo aprendo la mente ai cittadini si può far crescere la società. Non è un sito di informazione ma di analisi, soprattutto, economica, che si propone di  aiutare i cittadini a capire,  con linguaggio semplice e un certo coraggio, le ragioni che hanno portato l’Italia nelle attuali difficili condizioni e metterli nelle condizioni di valutare quali siano i rimedi giusti. L’iniziativa è promossa da esponenti della Società Civile senza alcun interesse politico in Italia. Debutta, non a caso, prima delle elezioni politiche di febbraio, nella convinzione che solo informando compiutamente i cittadini sui veri dati della gestione della Stato italiano e su quali siano le riforme necessarie per rimettere in carreggiata il Paese, gli elettori possano scegliere i partiti e i candidati che meritano fiducia.

L’orientamento di “Capire davvero la crisi”  è liberale, autenticamente liberale, ma nello spirito di chi, come Einaudi, era mosso da saggezza e senso di responsabilità; dunque siamo contro i monopoli, pubblici e privati, contro le lobby che condizionano la democrazia, contro le aberrazioni di un certa finanza. In questo sito i cittadini troveranno una serie di informazioni oggettive, credibili, che gli permetteranno di giudicare se le promesse di chi vuole essere eletto sono serie e fattibili. Le prossime elezioni saranno decisive per le sorti del nostro Paese e non ci possiamo più permettere che, chiunque verrà eletto, riprenda la gestione dello Stato senza impegni precisi.

“Capire davvero la crisi” pubblicherà interventi di economisti di diverso orientamento, alcuni noti altri meno ma caratterizzati, però, dal coraggio e dalla chiarezza. Segue da vicino l’Istituto Bruno Leoni ed è pronto a rilanciare idee e proposte di altri Centri Studi italiani e stranieri. Passate le elezioni “Capire davvero la crisi” continuerà a informare i lettori, aggiungendo alla propria “missione” quella di “cane da guardia”: passate le elezioni, verificheremo che le promesse non vengano disattese. Dopo il voto, il sito proseguirà nell’opera di analisi, spiegazione e critica dei problemi economici ma svolgerà anche un ruolo di monitoraggio e di denuncia.

Vi aspetto, sempre su questo blog, ovviamente, ma anche su “Capire davvero la crisi” che offrirà, ne sono certo, tanti motivi di riflessione.

Tag: , , , , ,