Sei sicuro di essere ancora libero?

Ho scritto questo articolo per il Corriere del Ticino usando il mio computer. Quando l’ho finito l’ho mandato via email alla redazione. I lettori l’hanno letto il giorno dopo. Qualcun altro, però, l’ha letto prima di loro, o comunque era in grado di intercettarlo, già pochi minuti dopo l’invio; eppure non era il direttore del Corriere del Ticino, né il redattore a cui l’ho indirizzato. E’ qualcuno che non conosco, che non abita in Svizzera, che opera lontano, dall’altra parte dell’Oceano. Io non sono un terrorista, non sono ricercato, pago regolarmente le tasse; insomma, sono un normalissimo cittadino. Eppure qualcuno […]

  

Troppa retorica sulla Merkel?

La Merkel ha vinto, anzi stravinto; però ancora una volta la stampa italiana, nel suo insieme, ha ecceduto nei toni retorici. Emblematico il titolo di Repubblica: la regina che deve fare l’Europa. I giudizi definitivi e assoluti, con la tendenza assecondare sempre il vincitore. Come sempre d’altronde. Quando fu eletto Sarkozy, i maggiori incensatori dell’allora neopresidente francese erano coloro che fino a poche ore prima lo denigravano perché facevano il tifo per Ségolène Royal. Su Obama la stampa italiana, quasi all’unanimità, fu zuccherosa. Ora stesso scenario con la Merkel. I giornali italiani in genere durante l’anno non si occupano di […]

  

La lobby (bancaria) perde, il mercato ringrazia

Qualcosa sta succedendo in America; qualcosa, stvolta, di positivo. La lobby che voleva la guerra in Siria è stata costretta a rinunciare all’attacco, per l’opposizione di Putin ma anche perché era politicamente imbarazzante, considerato che oltre il 65% degli americani era contrario. Ora uno degli uomini più potenti d’America, il rappresentante più obliquo della lobby finanziaria, Larry Summers è stato costretto a rinunciare alla nomina a governatore della Federal reserve, nomina che sembrava scontata. Per una volta le ragioni qualificate dell’opinione pubblica hanno prevalso. Summers ha un curriculum impressionante – è stato minsitro del Tesoro, presidente di Harvard, superconsigliere di […]

  

Obama fallisce perché…

A quanto pare l’intervento militare in Siria non ci sarà, almeno per ora. Ed è un bene: prevale la ragione. Ma la vicenda resta inquietante. Chi segue questo blog sa cosa pensi di Obama: sin dall’inizio, addirittura già durante campagna elettorale del 2008 – espressi, in quasi assoluta solitudine, il mio scetticismo sulla statura politica di un presidente che veniva salutato come il Messia di un Mondo Migliore e più Giusto. Oggi non posso che ribadire il mio giudizio: non è uno statista, non è il Salvatore. Quel che è emerso in queste settimane, però, rivela un disagio e, verosimilmente, […]

  

Debito: la verità che non vi dicono… (E cosa rispondo a chi mi critica)

Il mio ultimo post ha suscitato un dibattito vivacissimo – e in molti casi ben argomentato – e una notevole viralità in Rete. Accetto, come sempre, molto volentieri le critiche, che anzi mi spingono ad integrare il mio pensiero con queste riflessioni. Primo, le riforme che esige la Troika dovrebbero basarsi sul presupposto che sia possibile ridurre significativamente il debito pubblico italiano e, addirittura, in teoria, azzerarlo. Sarò forse troppo pratico, però l’evidenza dei numeri dimostra come il debito pubblico sia ormai fuori controllo e non più riducibile tramite manovre fiscali ordinarie. Il debito pubblico italiano ha superato i 2mila […]

  

Debito e crescita: la fine della crisi… Ricette per seppellire il debito

Pubblico qui, in italiano, l’articolo che citato nel mio post del 30 agosto e pubblicato in inglese sul sito Vox. Articolo tradotto su iniziativa, lodevole, di Marcello Tarabochia, a cui vanno i miei eingraziamenti. La fine della crisi dell’Eurozona: seppellire per sempre il debito pubblico traduzione dall’originale in inglese di Marcello Tarabochia Pierre Pâris, Charles Wyplosz, 6 August 2013 La crisi del debito della zona Euro sta peggiorando nonostante le apparenze contrarie. Come possiamo risolverla ? Questo articolo presenta cinque opzioni principali per la riduzione del debito dei paesi in crisi. Guardando nel dettaglio, sembra l’unica opzione che sia realistica […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2017