Un brodino, tiepido, tiepido. Senza sali minerali, che non va certo male alla salute ma nemmeno rigenera. Se hai il raffreddore te lo tieni, se hai bisogno di un ricostituente quel brodino non ti serve a niente. Dopo averlo ingerito continuerai ad essere debole come prima.

Detto in altri termini: la manovra presentata ieri da Letta non è scandalosa nè distruttiva, come lo furono quelle di Monti; ma è fondamentalmente inutile perché non affronta a fondo nessuno dei mali che colpiscono l’Italia ma scalpella lievemente qui e là. Un colpetto agli statali, una carezza alle banche, un inutile contentino agli imprenditori, un immorale schiaffetto ai pensionati “ricchi”: così paradossalmente, da Confindustria ai sindacati tutti si lamentano e c’è da giurarci, persino l’Europa, fin qui iperprotettiva con Letta, avrà da ridire.

E tutto questo mentre mai come ora il Paese avrebbe bisogno di rimedi energici, concreti e pertanto rivitalizzanti. Per un premier vero, si prega di ripassare; ma l’Italia può permettersi di aspettare?