Nella frenesia di questi giorni sono stato sollecitato più volte per commentare i fatti greci, Claudio Messora, che da poco tempo ha riattivato il suo sito byoblu, mi ha chiesto una riflessione sul ruolo del gli spin doctor nella vicenda greca. Ho risposto nell’intervista che potete seguire qui sotto. La mia tesi è che le tecniche dello spin e della manipolazione mediatica in Grecia non hanno funzionato e, anzi, hanno prodotto l’effetto inverso in occasione del referendum. Ovvero la coscienza del popolo greco è stata più forte della propaganda terrorizzante – e di solito vincente – messa in atto dagli spin doctor che hanno operato per conto della Troika e dell’establishment europeo.
Questo è un segnale importante, forse le nostre opinioni pubbliche – grazie anche, anzi soprattutto, all’informazione su internet – stanno sviluppando dei geni resistenti alla propaganda.
E proprio questo rigurgito di libertà ha indotto i tedeschi e l’Unione europea a punire severamente, con misure ritorsive da Reich imperiale, la riottosa Grecia. Verosimilmente – è la mia speranza – sbagliando ancora, perché la sproporizione delle misure e l’arroganza sono risultate talmente evidenti da aprire gli occhi a un numero crescente di cittadini, che si rendono conto dell’ingiustizia e iniziano e pensare che domani il trattamento attuato sui greci potrebbe essere riservato a loro. E che per scongiurare questa eventualità bisogna svegliarsi ora e affrontare le vere oppressioni, attuate da chi pretende di essere considerato un salvatore, e invece porta alla schiavitù interi popoli.
Anche questa ipocrisia fa parte della propaganda degli spin doctor.


YouTube Direkt

Tag: , , , , ,