L’America ora è il più grande paradiso fiscale al mondo. Lo sapevi?

usa

Breve riepilogo. Da alcuni anni le grandi organizzazioni internazionali come l’OCSE, dietro impulso soprattutto degli Stati Uniti, hanno condotto una campagna per eliminare i paradisi fiscali nel mondo. E ci sono riusciti: anche la Svizzera, come noto, ha ceduto e dal 1 gennaio 2017 non sarà più possibile tenere conti segreti nella Confederazione elvetica. Ha vinto l’Ocse, ha vinto l’America. Con un piccolo significativo dettaglio: le regole sulla trasparenza fiscale valgono per tutti ma… non per gli Stati Uniti. Come spiega oggi il Corriere del Ticino “solo quattro Paesi hanno rifiutato le norme. I primi tre sono il Bahrein, l’isoletta […]

  

Cosa sei diventata, America? Attraversano a piedi col rosso, la polizia li picchia e li arresta. Video choc

Non riconosco più l’America. Quando ero un ragazzo era il Paese della libertà, quando avevo 19 anni lo attraversi in bus, sui Greyhound, coast to coast, andata e ritorno. Dormivamo nei motel passeggiavamo liberamente nelle grandi città come in quelle piccole; non avevamo paura e non sentivamo alcuna diffidenza attorno a noi. Era un vero piacere. Poi dopo l’11 settembre ho assistito a una metamorfosi progressiva: gli Usa sono diventati il Paese che viveva nella paura, nella diffidenza, che travalicava i suoi splendidi valori costituzionali nel nome della sicurezza L’ultima volta che ci sono stato, nel 2012, l’America mi parve […]

  

Riforma della Giustizia, lo scandalo è un altro

Come, immagino, la maggior parte di voi sono rimasto colpito dalla reazione della sinistra alla riforma della Giustizia. manifestazioni in piazza, popolo viola scatenato, ostruzionismo in aula, deputati che annunciano “un Vietnam dentro e fuori l’aula”. Mi sono detto: sta a vedere che questa volta Berlusconi l’ha combinata davvero grossa. E allora sono andato alla ricerca non di commenti pro o contro, ma di articoli che spiegassero i contenuti della riforma. Li ho trovati facilmente e il responso è  chiaro: le modifiche mi sembrano tutto sommato marginali. Non è certo una rivoluzione; anzi, come riforma, mi sembra tutto sommato blanda […]

  

Aiuto, la ‘Ndrangheta prende il nord. Ma a qualcuno importa?

Leggendo gli articoli sull’arresto dei 300 membri della ‘Ndrangheta c’è da rabbrividire. Si sapeva che la malavita aveva sviluppato il suo impero anche al nord, ma la percezione del cittadino era che le attività al Settentrione servissero soprattutto a ripulire il denaro sporco dunque a ridare una verginità a patrimoni impresentabili.  La malavita era presente ma invisibile, in fondo innocua e le infiltrazioni sul territorio  circoscritte, secondarie. Invece apprendiamo una realtà molto diversa e sconvolgente. “La Lombardia è già da tempo sede stanziale di gruppi organizzati anche con modalità militare, che rivendicano (e purtroppo realizzano) un controllo del territorio antagonista a quello dello […]

  

Sanità Usa, la riformina corregge un’ingiustizia

Dunque Obama ce l’ha fatta: la riforma della sanità è stata approvata. In realtà il testo risulta molto ridimensionato rispetto al progetto iniziale, ma mi sembra comunque importante, per tre ragioni. 1) Politicamente rappresenta il primo grande successo politico di Obama, senza il quale avrebbe rischiato di passare alla storia come il presidente meno efficace e influente del dopoguerra. 2) la riforma non intacca però lo strapotere della Sanità privata Usa, semmai lo aumenta, perché i grandi gruppi hanno ottenuto di non essere messi in concorrenza con una cassa pubblica. L’assicurazione verrà infatti finanziata con sgravi fiscali. Le lobby in […]

  

L’Italia ha rinunciato ad essere migliore?

Quando sono all’estero (come in questi giorni) riesco a seguire le vicende italiane con il dovuto distacco; non più al centro dell’arena, ma da lontano,  come un osservatore. Un distacco salutare, che però non mi induce all’ottimismo sul futuro del Paese. Ho letto dello scandalo Fastweb-Telecom- ‘ndrangheta- Di Girolamo, ho seguito il seguito della vicenda Bertolaso e degli appalti della protezione civile, ho ripensato agli scandali degli ultimi mesi, da Marrazzo ai vari episodi di corruzione che hanno toccato sia la destra che la sinistra, mi ha infastidito molto l’ipocrisia di Montezemolo e di certi leader di Confindustria che giudicano […]

  

Al Qaida è un mostro, ma, mi raccomando, non abbiate paura…

Ho apprezzato il discorso di ieri di Obama. Un presidente che dice: “quando il sistema fallisce la responsabilità è tutta mia“, anziché scaricare le colpe sugli altri si comporta con la dignità del grande capo. Tuttavia mi ha colpito anche un’altra sua frase: “Non voglio cadere in una mentalità da paese assediato. E’ proprio quello che vogliono i terroristi“. Qui proprio non riesco a seguirlo. L‘America da oltre otto anni impone misure che limitano pesantemente i diritti costituzionali e lui stesso, reagendo al fallito attentato, ha deciso di incrementarli ulteriormente, introducendo addirittura il body scanner negli aeroporti. L’America continua a […]

  

Clandestini, la strana solidarieta’ dell’Unione europea

Secondo Le Monde la Francia accettera’ di ospitare alcuni dei clandestini che sbarcano nel sud dell`Europa, idem la Germania e qualche altro Paese, anticipando la Commissione europea che intende occuparsi finalmente del problema dei clandestini, che , come noto, riguarda solo i Paesi del Su dell’Europa come Italia, Spagna, Grecia, Malta. Bene,a zni no. Perche’, sempre secondo Le Monde, la Francia ospitera’ 90 clandestini e gli altri Paesi non piu’ di 30 ognuno. Cifre ridicole e soprattutto perche’ la Ue intende semplicemente sollecitare gli altri Paesi, quelli del nord, a mostrarsi solidali con quelli del sud. Il suo e’ un […]

  

L’altro popolo italiano: quello dello scontrino non fiscale

Piccole scene di ordinaria evasione fiscale. Vado in lavanderia, ritiro le giacche che ho lasciato qualche giorno prima. Affrancata sulla confezione di plastica c’è lo scontrino. Sembra tutto regolare. Ma poi quadro meglio: in basso, quasi invisibile c’è scritto non fiscale. E allora chiedo: ma questo è lo scontrino? E la signora, con l’aria un po’ scocciata, mi dice: “Glielo faccio subito”. Smanetta sulla cassa e mi stampa una vera ricevuta fiscale. Esco, arriva suo marito: guida un’auto sportiva dal valore di almeno 50-60 mila euro. Ripenso a quante volte sono andato in quella lavanderia e se in passato mi […]

  

Il coraggio di punire certe banche…

Le autorità di controllo giapponesi hanno deciso di punire Citigroup, sospendendo per un mese la sua licenza retail. Dunque il colosso bancario americano non può più offrire i propri servizi al consumatore comune. La ragione? Semplicissima: i controlli hanno dimostrato che le transazioni e certi prodotti Citigroup non sono trasparenti e che l’istituto non rispetta la legislazione contro il riciclaggio. La notizia non è affatto sorprendente. La rinascita del settore bancario americano, che sembra aver già archiviato la crisi, non è dovuta a un risanamento in profondità, ma da un lato al cambiamento delle regole contabili permesse dall’Amministrazione Obama che […]

  

Sarkozy vieta il burka. E in Italia?

Mi ha fatto molto piacere che diversi lettori islamici abbiano partecipato al dibattito del post sui giocatori egiziani: questo blog riesce a far dialogare liberisti e statalisti, gente di destra e di sinistra, ora anche cristiani e musulmani. Bene, ne sono orgoglioso. E vorrei continuare su questa strada. Ieri il presidente francese Nicolas Sarkozy si è espresso a favore di una legge che vieti il Burqa.  “Il problema non è di ordine religioso. Il burqa non è il simbolo di una fede, ma è il simbolo dell’asservimento della donna“, ha dichiarato.  Dunque “Il burka non è il benvenuto in Francia“. In […]

  

E il Grande Fratello cinese censura i computer…

E ora chi difende i diritti umani in Cina? L’America no di certo. Bush aveva già abdicato la scorsa estate, in coincidenza con le Olimpiadi, Obama è terrorizzato all’idea che Pechino possa smettere di acquistare i Buoni del Tesoro americani e ha appena inviato Timothy Geithner in missione a Pechino, mentre Hillary Clinton si è limitata a un blandissimo appello alla trasparenza in occasione del ventennale della strage sulla piazza della Tien An Men. L’Europa è ben lieta di pensare ad altro. Così solo poche organizzazioni tengono alta le pressione sul fronte dei diritti umani, come Reporters sans frontières che, […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2017