Monti ci dà ragione. Cosa c’è sotto?

Schermata 2016-02-26 alle 17.00.05Schermata 2016-02-26 alle 17.01.01

Certe volte il mondo è strano. Mercoledì sera, la trasmissione televisiva “La Gabbia”, in onda su La7 ha intervistato Mario Monti nella scia di un servizio televisivo in larga parte ispirato a un post di questo blog (quello sulla “trappola di Draghi)” e rilanciato da un’intervista al sottoscritto. Nell’intervista al collega Luciano Cerasa che ho ricordato che se Renzi non fa quel che gli chiede l’Europa sarà impallinato dal sistema. La BCE acquista ogni anno un’enorme quantità di debito pubblico italiano, ma può continuare a farlo solo se l’Italia rimane ad un livello di certificazione da parte delle agenzie di […]

  

Sbucci Renzi e spunta Monti

Ormai Renzi lo conosciamo:è sempre più “il bomba”, come lo chiamavano i suoi amici quando era ragazzino: uno che le spara grosse in continuazione. E, stando ai sondaggi, anche gli elettori iniziano ad accorgersene, dapprima affascinanti e ora storditi dalla raffica di annunci e di promesse che non si realizzano mai. Ma l’uomo è tenace e sorretto da un ego ipertrofico: va avanti comunque. E allora per analizzare il suo disegno bisogna estraniarsi dalla propaganda quotidiana e cercare di cogliere gli obiettivi salienti. Ci ho provato e il risultato sorprenderà molti fan del premier: le analogie con Monti (e con […]

  

I mandanti e il “sicario”: perché le grandi lobby scaricano Napolitano

Mettiamola così: certi scoop si pesano. Dipende chi li fa e quando escono. Napolitano in queste ore mi ricorda Di Pietro. Ricordate? Il leader dell’Italia dei Valori è caduto, ha perso improvvisamente ogni credibilità, sparendo dalla scena politica, quando Report di Milena Gabanelli andò a frugare tra le casse e gli statuti del Partito. E cosa scoprirono i cronisti di Report? Nulla che non fosse già noto. Tutto già uscito, anzi urlato da molti giornali. Solo che detto dalla Gabanelli, ovvero dalla più famosa e più temuta giornalista d’inchiesta, aveva un altro peso. Non era una denuncia, ma una sentenza […]

  

Monti, addio senza stile

Non ho mai amato Monti. L’ho scritto e l’ho ripetuto piû volte. Non mi ha mai convinto l’uomo e ho sempre diffidato delle sue ricette economiche, di cui, sin dall’inizio della sua avventura politica, non mi è stato difficile prevedere il fallimento; ma quando ha annunciato le dimissioni da Scelta Civica ho pensato: “Finalmente un gesto forte e qualificante”. Ahimé, questa volta mi sono sbagliato; perché sono bastate alcune sue interviste per far emergere, ancora una volta, i lati sgradevoli della sua personalità. Sarrebbero bastate poche parole del tipo: “Ci ho provato, ci ho creduto, ma la politica di Palazzo […]

  

Il cane di Monti… non morde (gli elettori). E quello di Berlusconi…

Gli americani di una certa età ricordano ancora il nome del cane di Nixon: Millie. E non a caso: uno studio dimostrò che il barboncino nero del presidente repubblicano era citato in televisione più di qualunque altro ministro. Se oggi citate il nome “Socks”, molti cinquantenni, anche in Italia, vi diranno che era il gatto di Bill Clinton, il quale aveva anche un labrador. George Bush di cani ne aveva due e quando uno si rifiutò di salire sulla scaletta dell’Air Force One, di fronte ai fotografi che immortalarono la scena, la sua popolarità aumentò di due punti. Obama, quando […]

  

Visto? Monti “uccide” Monti

Ci sono giornalisti che, giustamente, hanno evidenziato l’articolo di fuoco con cui il Financial Times ha definito Mario Monti inadatto a guidare l’Italia. Giustamente perché è la conferma che un certo establishment europeo ha mollato il premier italiano; eppure tutt’altro che sorprendente. Erano settimane che da quergli ambienti, a lungo amici, arrivavano messaggi di malcontento nei confronti di Monti. L’Economist, lo stesso Financial Times, articoli del Wall Street Journal, sapientemente ispirati o scritti da firme molto ben informate lo avevano ammonito per tempo, invitandolo a stare fuori dalla mischia. Ma evidentemente non conoscevano davvero Mario Monti o forse Mario Monti […]

  

Idee scandalose in tv… sull’euro, su Monti, sulle banche. Era ora!

Ancora una volta, viva “Servizio Pubblico”, ma non per lo show di Berlusconi e Santoro, su cui si è detto tutto, bensì per un fatto storico. Per la prima volta durante una trasmissione ad altissimo ascolto, vista da 10 milioni di persone, alcune idee coraggiose, inusuali, anzi scandalose, secondo la maggior parte dei media, sono state illustrate liberamente. Mi riferisco allo splendido intervento dell’imprenditrice Francesca Salvador, da Vittorio Veneto (Treviso), che ha toccato finalmente temi off-limits, come la necessità di una riforma monetaria, del bisogno di riprenderci la sovranità sottratta per vie traverse, dei legami di Mario Monti con lobbies internazionali come […]

  

Evviva, Monti perde colpi

Mario Monti perde colpi: solo uno sprovveduto avrebbe accettato di presentare tre liste alla Camera, di cui due capeggiate da Fini e Casini per una ragione ormai chiara a tutti: divisi si perde. Solo una persona molto piena di sé avrebbe fatto questa scelta pur sapendo che la lista Monti è stimata al 6,7% (sondaggio Sky) e in continua perdita di consensi, proprio da quando Egli ha deciso di “salire in politica”. Solo una persona molto supponente avrebbe deciso di intraprendere una campagna elettorale contro un politico mediocre come Bersani, ma sostenuto dalla macchina da guerra elettorale dell’ex Pci ora […]

  

Monti così peggiora la crisi

Vista da lontano, la manovra dell’altro giorno, appare alquanto dubbia. Come dimostra il mio amico Nicola Porro (leggi il suo post) la sostanza è ben diversa da quella strombazzata da Palazzo Chigi. Gli italiani, come al solito, pagheranno più tasse, non meno. E, soprattutto, incrementando di un punto percentuale l’Iva Monti fa esattamente quel che non avrebbe dovuto fare. Ormai anche gli economisti più allineati ammettono che l’Italia è persa se le misure di risanamento non vengono accompagnate da provvedimenti che favoriscano la crescita, che si può ottenere operando su due direttrici ovvero rendendo più competitive le imprese italiane (meno […]

  

Il disegno di Monti si realizza…

Qualche giorno fa scrissi un post in cui descrivevo lo scenario che avrebbe portato Monti alla riconferma a Palazzo Chigi. Guardate cos’è successo in questi giorni: PdL a pezzi, Grillo in fortissima perdita di velocità, Pd dilaniato tra Bersani e Renzi, sinistra in cui tutti sono contro tutti, Lega ancora tramortita, nessuna legge elettorale, indignazione, anzi, disgusto dell’opinione pubblica nei confronti della politica .. E ora Mario Monti, dopo aver negato per mesi ambizioni politiche, finalmente ammette di essere pronto per un secondo mandato. Nell’interesse della Patria, naturalmente. Ma senza candidarsi alle elezioni, senza piegarsi a chiedere il plauso e […]

  

E dopo Monti… Monti!

Trovo abbastanza stucchevole il dibattito sulla possibile permanenza di Monti al governo e ridicole le affermazioni di molti leader partitici (di sinistra e di destra) sulla necessità di rispettare la sovranità popolare. Il Monti-bis è scritto nelle stelle. Analizziamo con calma la situazione: se si andasse a votare oggi non ci sarebbe una chiara maggioranza. Il Pd-Sel arriverebbe probabilmente primo ma con un margine risicato che non gli permetterebbe di ottenere la maggioranza in entrambi i rami del Parlamento. Il Pdl arriverebbe secondo ma a poca distanza, poi quel che resta del Movimento 5 stelle di Grillo (l’opera di demolizione […]

  

Ma Monti sa cos’è la democrazia?

Su questo blog non sono mai stato tenero con il governo Merkel, però questa volta dico: viva la Germania. E la ragione è molto semplice. I tedeschi sono stati gli unici a cogliere la pericolosità di una frase di Monti che, invece, quasi tutti i media italiani hanno fatto passare sotto silenzio. Nell’intervista allo Spiegel Monti, oltre a parlare di «sentimento antitedesco», aveva anche rivendicato il diritto dei governi a mantenere «un proprio spazio di manovra» indipendente rispetto alle decisioni dei Parlamenti, altrimenti «una disintegrazione dell’Europa sarebbe più probabile di un’integrazione». Immediata e dura la replica del ministro degli Esteri […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2017