“Svizzera razzista”, così i media impongono il pensiero unico

Torno a occuparmi di Svizzera. I colleghi della Televisione della Svizzera italiana hanno citato ampiamente gli articoli del Giornale sulle elezioni di domenica, perché sono stati tra i rarissimi sulla stampa internazionale a descrivere il Paese senza ricorrere ai luoghi comuni (Blocher razzista, xenofobo, eccetera), come peraltro qualche lettore di questo blog aveva già notato. Ormai è da tempo che sulla stampa internazionale prevale il pensiero unico. Non appena si impone un cliché tutti si adeguano. Benedetto XVI? Un retrogrado reazionario, Berlusconi? Un dittatore. Fini? Un postfascista L’euro? Un simbolo del progresso e un bene per l’umanità. L’Europa allargata? Un […]

  

Dalla Svizzera una lezione (anche per il centrodestra italiano)

Dopo la Francia, un’altra vittoria del centrodestra, questa volta in Svizzera (vedi l’articolo sul Giornale di oggi). Certo, Blocher è diverso da Sarkozy, meno autorevole e più sanguigno; ma tra i due leader vedo una caratteristica comune. Entrambi si sono imposti difendendo l’identità, il diritto alla sicurezza e rivendicando la necessità di arginare l’immigrazione e la criminalità d’importazione. Il loro è stato un successo improvvisato? Al contrario: hanno raccolto i risultati di un percorso iniziato diversi anni fa e caratterizzato dal desiderio di capire il malessere della società e di fornire risposte adeguate. Ritengo che le loro vittorie rappresentino una […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2020