Osama, ma se era disarmato perché ucciderlo?

Questa volta gli spin doctor della Casa Bianca non hanno fatto un buon lavoro. La ricostruzione della morte di Bin Laden presenta infatti diverse incongruenze. La più evidente riguarda la ricostruzione del blitz e i termini del mandato. Lunedì pomeriggio il Pentagono ha ammesso che lo scopo della missione non era di catturare vivo Bin Laden ma di ucciderlo. Dopo qualche ora la Casa Bianca ha corretto il tiro, sostenendo che le forze speciali Seal sono state costrette ad ucciderlo in quanto ha opposto una strenua resistenza ed era ben protetto dalle sue guardie del corpo. Ieri sono stati diffusi […]

  

Bin Laden, una svolta con tanti dubbi

Ho scritto poco fa per il sito de il Giornale un commento sulla morte di Bin Laden, in cui esamino le conseguenze ed esprimo alcuni dubbi. Lo ripropongo integralmente anche qui, aggiungendo una considerazione. La foto del copro tumefatto di Bin Laden è falsa e la stessa tv pakistana che l’aveva diffusa poco fa l’ha ritirata. E’ la prima volta che un’operazione di spin viene smascherata in tempo reale. Ecco il mio commento a caldo: Giustizia è fatta. Ed è significativo che ad annunciare l’uccisione di Osama Bin Laden sia stato Barack Obama. Ascoltate le sue parole: “La sua fine […]

  

Bin Laden, un terrorista yo-yo…

Confesso che non ne  posso più di sentir parlare di Bin Laden. In questi anni ne abbiamo sentite di tutti i colori: rinchiuso nelle grotte dell’Afghnaistan, ucciso durante un’azione militare, poi di nuovo vivo, morto per problemi  di salute, di nuovo vivo. Ora salta fuori che viverebbe in Pakistan in case private protetto dai servizi segreti pakistani. Dal 2001  abbiamo sentito la sua voce, ma non abbiamo mai la sua faccia, tranne in un video molto strano, così strano da sembrare costruito a tavolino. Da chi non si sa. L’impressione, assai sgradevole, è che ormai sia diventato un terrorista yo-yo: viene tirato fuori e […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2019