C’è un vuoto a destra e Grillo tenta di colmarlo. Troppo tardi?

Grillo scopre Farage. Casaleggio invita i parlamentari a “sorridere di più”, il M5 stelle è in ebollizione e sembra spostarsi a destra. Da analista politico, dico: la svolta è sensata. Se aggiungiamo l’evidente smarrimento della destra moderata, fin qui riconosciutasi in Berlusconi, e consideriamo la capacità, oggettiva, di Renzi di occupare il centrosinistra e di sedurrre e al contempo rassicurare anche una parte importante dell’elettorato di centro e forzista, appare evidente che la sola area politica dove oggi ci sia da costruire è il centrodestra. E’ una prateria che molti cercheranno di occupare. Il primo a capirlo è stato Matteo […]

  

Il Delfino nella manica di Berlusconi

Berlusconi aveva un Partito. Ora ce ne sono due. Al Milan aveva un amministratore delegato. Ora ne ha due. Fino a poco tempo fa aveva un avvocato. Poi ne ha avuti due. Eppure nei momenti migliori della sua carriera, sia come imprenditore, sia come uomo politico, brillava perché al momento giusto – come sanno fare tutti i veri leader – sapeva scegliere sempre e solo una strada, una soluzione. Quella che, guidato dal proprio istinto, riteneva la migliore. E sovente non sbagliava. Il Berlusconi di oggi non è evidentemente il Berlusconi di ieri. E non è certo una sorpresa. Umanamente […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2019