Fermare Farage ad ogni costo

E ora tocca a Nigel Farage. Prima era considerato piu’ che altro un personaggio folcloristico, in fondo utile perchè serviva a dimostrare che il pluralismo esiste. Ma dopo il successo alle europee, l’establishment non può più permettersi di trattarlo con sufficienza. Inizia a temerlo, dunque va ostacolato. Come? Applicando lo stesso metodo usato contro altri leader fuori sistema. Alle urne? Macché, quando si andrà a votare Farage dovrà già essere stato neutralizzato. Occorre agire prima e siccome l’eliminazione fisica fortunatamente è sconsigliabile (anche se qualche anno fa, Farage è già stato vittima di un misterioso incidente aereo), si ricorre alla […]

  

Non chiamatelo populista! Nigel Farage va preso sul serio

Sarà perché sono cresciuto alla scuola di Indro Montanelli, ma a me quelli che parlano chiaro e hanno il coraggio di esporsi in persona piacciono; li ammiro anche quando non sono del tutto d’accordo con loro o lo sono solo in parte. Nigel Farage, il leader del Independence party (Ukip) che ha appena vinto alle elezioni britanniche, appartiene a questa stirpe. Lo seguo da tempo ammirandone l’eloquio, straordinario, e l’audacia dei suoi interventi all’Europarlamento contro le lobby e la nomenklatura che domina l’Europa. Ogni volta che l’ho ascoltato, ho pensato: questo ha una marcia in più. Non mi sono però […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2019