Le amnesie di Sarkozy (e della stampa francese)

Sul fronte immigrati sembra scoppiata la pace tra Italia e Francia, meglio così anche se bisognerà verificarne l’attuazione. In questi giorni di accese polemiche mi hanno colpito due aspetti. Da un lato l’ipocrisia di Sarkozy, che lancia una guerra in Libia per difendere i diritti umani e in nome della solidarietà tra i popoli, ma al contempo fa di tutto per respingere alle frontiere decine di migliaia di immigrati che, invece, in nome dei diritti umani e della solidarietà tra i popoli dovrebbe accogliere. L’ipocrisia è doppia. I tunisini sono di cultura francofona e infatti parlano benissimo francese; è inevitabile […]

  

Il Cav, l’Economist e le amnesie sul Bilderberg

Avevo scritto un post per il Cuore del Mondo , che nel frattempo è diventato un articolo per il sito del Giornale, ma che non riununcio a pubblicare anche sul blog… Eccolo… Non sopporto il moralismo dell’Economist. Non sopporto la sua tendenza a valutare il mondo con due pesi e due misure. Non sopporto quel tono da giornale di fronda, ma molto chic, che in realtà nasconde un conformismo assai politically correct. Andate a ripercorrere la storia di questo settimanale. Quante sono le denunce davvero coraggiose e fuori dagli schemi? Pochissime, quasi inesistenti. Si da apprezzare per le sue analisi […]

  

Sesso e potere, perché ci casca solo il Cavaliere?

Una domanda, al volo. Ma perché solo il Cavaliere non riesce a proteggere la propria vita privata? Da sempre sesso e potere vanno a braccetto. Ieri (John Fitzgerald Kennedy, Mitterrand, Chirac, Schroeder, Fischer) e oggi (Sarkozy o il presidente del Fondo monetario internazionale Strauss-Kahn, passando per Putin). La procedura è nota: il presidente si concede momenti privati e nessuno viene a saperne nulla. Perché vengono prese le adeguate precauzioni per tutelare la privacy del presidente o del premier. Incontri blindatissimi. E nulla trapela sulla stampa. E invece con Berlusconi… Lo accusano di avere un potere immenso, eppure non riesce a […]

  

Marchionne come Mourinho, la Fiat perde ma…

Marchionne continua a far notizia. E a impartire lezioni: Mirafiori, la produttività dell’Italia, gli stipendi degli italiani, ora Confindustria. E’ il Mourinho dei manager. Come l’allenatore portoghese, il numero uno della Fiat ha capito che i risultati non bastano per ottenere riconoscimenti e che il successo si costruisce anche gestendo la comunicazione ovvero imponendo la propria agenda ai media, di cui, evidentemente conosce molto bene le logiche. Lui e Mourinho sono indubbiamente bravi. E molto furbi. Certo più furbi dei giornalisti, che pretendono di giudicare il mondo ma che, condizionati da un ego generalmente ipertrofico, non sempre fanno il proprio […]

  

Che disastro la stampa italiana su Obama…

Lo confesso: la lettura dei giornali italiani su Obama sulle elezioni di Mid Term è stata avvilente. Tantissimi luoghi comuni, spazi spropositati a un avvenimento il cui esito è risultato scontatissimo, analisi a capocchia, soprattutto sul movimento dei Tea Party, che in realtà quasi nessuno si è preso la briga di conoscere, rifugiandosi in valutazioni orecchiate senza verifica sul terreno. Ci è persino toccato leggere un’intervista a Giuliano Amato dal titolo, tenetevi forte: “Obama ritorni a parlare al cuore degli americani“. Molti commentatori nostrani continuano a considerare Obama un “sognatore” costretto, naturalmente, “a fare i conti con la realtà“. C’è […]

  

il Blog di Marcello Foa © 2019