Che vita straordinaria la sua, così intensa da valerne quattro. Vittorio Dan Segre se n’è andato, questa volta davvero. Aveva 91 anni, ma avrebbe dovuto morire da bambino quando il padre, pulendo la pistola, lasciò partire inavvertitamente un colpo che sfiorò i capelli di suo figlio che lo stava seguendo di nascosto. Il proiettile bruciò i capelli riccioluti di quel bimbo e si conficcò sul bordo della scrivania. Poi rischiò di morire trentenne, finendo in un burrone in auto, e in un incidente aereo e ancora in tarda età per un infarto che gli ha bruciato un quarto del cuore […]